Posts from the ‘Immagini’ Category

INTERVALLO– SINE SOLE MUNDI

INTERVALLO

Ciao. Prima di continuare con la seconda parte del post su “materia oscura ed eergia oscura, lascio questo intervallo.  Anche perché, vi anticipo, in queesti giorni pubblichero’ qualcosa sul blog musicale, riguardante anche il mio compleanno, che cade (spero non mi cada in testa, lo scanso…), fra due giorni.  Le parole “altisonanti” latine che ho scritto nel titolo, significano  semplicemente questo:

MONDI  SENZA UN SOLE

Già….

Ho scelto questa immagine di fantasia onde rappresentare una cosetta cui pensavo questa mattina rientrando in macchina da Cagliari: “forse c’è  vita anche nei  corpi celesti illuminati poco dal Sole, o addirittura  non illuminati per nulla da una stella. Ho scelto questa immagine perché rappresenta bene  il per me – e non solo -verosimile paesaggio di un pianeta (o luna di un pianeta) lontano dal suo “sole”; tale scenario potrebbe esistere addirittura in un mondo senza un sole. Esistono, infatti, pianeti orfani di una stella madre. Mondi ghiacciati, ma non è detto: molti di questi potrebbero avere una fonte di calore interna, e tale calore diffondersi tramite una atmosfera generata da tale calore che renderebbe gassosi gli elementi quali CO2, ossigeno, azoto… L’atmosfera, così formatasi, potrebbe assorbire il calore interno e che fuoriuscisse  da “spaccature” che eruttano materiale caldo, da caldere vulcaniche;  ci sarebbe quindi vulcanismo “caldo” e non solo quel “criovulcanismo” (vulcanismo “freddo”), contemplato per questi luoghi freddi, e di fatto osservato,  come i “geiser” di acqua liquida e gassosa sulla piccola luna ghiacciata Enceladus,   di Saturno , trattenere tale calore senza farlo disperdere nello spazio e, per convezione (con i moti delle correnti), distribuirlo più o meno uniformemente in tutto il pianeta- o corpo satellite di questo-. Perino la luce sarebbe presente- aria surriscaldata, od eccitata, come nel gas “neon” delle illuminazioni di questo tipo. Infatti, non a caso nella immagine che ho scelto si vede proprio qualcosa tipo le aurore polari. In questi mondi solitari potrebbe esistere anche la vita e, forse, non solamente microbica. .

*Scusate l’audio, avrei dovuto far risaltare meno i bassi. I rumori esterni, con il vento –mannaggia – che fa vibrare le finestre -, aiutano magari  a immaginare le turbolenze che in questi mondi potrebbero esserci. Mondi forse tutt’altro che privi di dinamiche.

Per la didascalia, “tutto schermo”

 

Ciao… 🙂

 

METEOR IN SARDINIA

UN BOLIDE HA SOLCATO I CIELI SARDI

Ciao. Manco a farlo apposta, proprio qualche giorno dopo il “clou”delle stelle cadenti della notte di  di San Lorenzo, da Pascoli a oggi spostatosi dal 10 al 12 agosto, è avvenuto un fatto di cronaca celeste.  Un bolide ha illuminato la nostra gia’ bellissima isola di Sardegna.

Nello scorrere delle immagini non sentite la musica di Star Trek (che sarebbe piu’ adatta 🙂  ma, trattandosi di una cosa successa in Sardegna, ho scelto di suonare una melodia sarda che è diventata praticamente il nostro inno;  “non potho reposare”, cosi’, per dare un ulteriore tocco di sardita’ alla cosa. E maledetti gli scooter e le auto che passano, mentre sto registrando  😆

Sono tre, quattro immagini che ho scelto di presentare in ordine tale da corrispondere al graduale avvicinamento all’osservatore. Purtroppo ero a casa che cenavo, non ho visto niente. Ma sicuramente  non avrei visto il bolide, ma solo il cielo illuminarsi un poco.

Un grosso meteorite, dicono gli esperti di tipo metallico o ricco di metalli, ha attraversato (e illuminato ) il cielo della Sardegna. Poco dopo le 22,30 di venerdi’ scorso,  un “coso” celeste  ha attraversato il cielo fra le Baleari e il Sud della Francia, diretto da Ovest, verso Est, fino alla Sardegna avvicinandosi alla costa occidentale (noi “Oristano”, siamo costa occidentale).

Era un oggetto metallico,delle dimensioni forse di un pallone da calcio del peso di circa un chilogrammo, che si e’ dissolto in atmosfera, poco sopra il mare. E’ infatti rarissimo essere danneggiati da un meteorite, pur se decine di migliaia di tonnellate di materiale spaziale cade (sqaugliandosi per l’attrito ed il calore), sulla Terra. Raro ma succede. In Trentino, anni fa, un meteorite sfondo’ un tetto. Fortunatamente sono rari, gli oggetti di una  qarantina o sessantina di diametro, di roccia o ghiaccio che siano, tipo quello che a Tunguska, Siberia, il 30 giugno del 1908 esplose in cielo come una bomba atomica, sradicando con l’onda d’urto milioni di alberi. Ci furono pochissime vittime. Sopra New York  o Roma, immaginate che danno.
L’oggetto “caduato” in Sardegna  è da considerarsi probabilmente “dissociato” dalla scia della cometa che stiamo ancora attraversando e da cui la Terra “attira a se'”, soprattutto intorno al 12 di agosto, i granelli minuscoli che noi chiamiamo stelle cadenti (vedere post precedente).. Questo oggetto e’ ben diverso, piu’ grosso di una “stella cadente”, bello compatto e ricco di metalli.

Ah, immaginate se alcuni hanno espresso un desiderio pensando ad una bella stella cadente. Immsginate che l’oggetto sia stato non un “naturale meteorite” ma un detrito spaziale (gli esperti su questo oggetto specifico non si sono pronunciati in tal senso , ma esistono le “stelle cadenti artificiali”); immaginate che sia stato  uno dei tanti detriti orbitanti che sia caduto, come di fatto accade. . In tal caso, falsa stella cadente, desiderio che non si avvera.. Scherzo, è chiaro.
Piccola nota personale. Certo che, se l’oggetto si fosse comportato nel seguente modo: scendere, poi fermarsi, sostare a mezz’aria, poi risalire, scendere di nuovo in diagonale, poi fermarsi, continuare in orizzontale, accelerando e rallentando, dividendosi in due oggetti e poi ricompattandosi,  mi sarebbe piaciuto di piu’ 🙂 Ma vengono avvistati migliaia di oggetti che si comportano cosi’, “come io avrei voluto”. Ma vengono classificati per meteoriti. In questo caso,  pero’, è giusto, gli UFO non c’entrano. Saro’ piu’ fortunato un’altra volta.

CIAO

Marghian

CIAO IGNAZIO

“Non chiederti mai per chi suona la campana. Suona per te”

(Ernest Hemingway)

Ciao. Mio fratello purtroppo è mancato di vivere questo pomeriggio. Ce lo aspettavamo tutti. Ho ricevuto la telefonata alle 18, 30 circa.

“CHIARO DI LUNA”

Gli piaceva molto suonare “Al chiaro di luna” di Beethoven”. Prima di cena si faceva il suo esercizietto, alla tastiera. “Guarda, la faccio tutta…” mi diceva, quasi ogni volta che ero a cena da lui. Per questo ne ho suonato un pezzo io per lui.

 

Ciao

Marghian

 

PILLOLE

Ho pensto oggi di introdurre una nuova “rubrica”, la chiamo “rubrica” cosi’ in analogia con articoli di ben altro livelo e “ambiti” piu’ rilevanti, come ad esempio le rubriche televisive. Queste sono rubriche ” casrecci”, come questa  ove postare delle vere e proprie “pillole”, ossia post brevi. Non so, una notiziuola che io ritengo possa interessare; o anche semplicemente il riportare un commento spontaneo, scritto su blog o su facebook (come in questo caso), con magari qualche “ampliamento” in commento o immagine (o musichetta da sfondo o a tema … 🙂 )

Ciao.

SPERANZE DI VITE FUTURE

(e migliori)

Talvolta penso e mi consolo nel pensare che forse, tutto o comunque  molto di cio’ che qui non ho ottenuto nella vita, mi sara’ concesso  magari in un’altra vita. No, non parlo di reincarnazione….. – Tutta un’altra cosa. Sapete che c’è  una teoria che dice che il tempo e’ ciclico,  e che l’universo si gonfia (infatti adesso e’ in espansione, non e’ una battuta) fino ad un massimo e che dopo, ad un certo punto smette di crescere e si contrae sempre di piu’ fino a zero e ricomincia di nuovo a gonfiarsi, a crescere, in un altro ciclo del tempo? E’ la cosiddetta teoria dell’universo ciclico. Qualcuno su questo calca ulteriormente la mano e sostiene che, se così  e’, ad ogni ciclo temporale noi viviamo tutti la stessa vita. Con delle piccole varianti si intende; varianti e variabili  legate alle incertezze e alle potenzialità della meccanica quantistica nel mondo subatomico, dove spazio e tempo non hanno valore, o ne hanno di diversi – scrivero’ qualcosa di piu’ lunghetto su questo mondo affascinante dei quanti).

E’ l’ipotesi degli universi in successione, alternativa a quella (piu’ “famosa” e immediata per l’immaginario) degli “universi paralleli” (vedete le “schede” sotto) . Ecco quindi che, quando ritonera’ il 1952, ad aprile saro’ nuovamente concepito; e nel 1953 del prossimo ciclo, a gennaio, la nascita. E avro’, magari, anche io un amore 🙂

(****)

  • Siamo ovviamente nel mondo delle pure teorie, e la mia considerazione sul rivivere vite future e’ una semplice battuta. Ma,oltre la battuta, come cantavano Wilma Goich e Edoardo Vianello, “i Vianella”, “la speranza nun costa gnente”, in romanesco.

********

Alcune “schede”

big crunch

Che l’universo sia in espanzione e’ cosa ormai certa.

Piuttosto, non si capisce “dopo”, cosa accadra’. Nella scheda sotto, spiego i possibili “destini” del cosmo”, oltre a quello gia’ accennato del posibile “grande collasso”. Sono tutte possibilita’ teoriche.

ciclic universe

Spero si legga bene lo scritto. Cliccando sull’immagine ci si riesce.

UNIVERSI COME BOLLE DI UNA SCHIUMA

-o come tanti ripiani, uno sull’altro

universi

Comprendo che la lettura e’ faticosa. Il programma non mi dava colore migliore

Fra le teorie che vi ho brevemente esposte in disascalia, quella dei diversi piani di esistenza e’ la mia preferita: da’ adito a riflessioni che considerano la sfera meta- extrafisica, che e’ tutt’altro che un aspetto da scartare. Esso, apre ulteriormente il ventaglio delle possibilita’. E quindi, delle speranze.

////

  • Beh, il post a cose fatte, proprio una pillola non e’. E’ una flebo proprio  🙂

E’ comunque una “pillola”, rispetto a quanto vi potevo ancora scrivere. Su questa cosa degli universi ho molto ancora da raccontarvi, e  lo faro’.

Il post e’ fatto “a sa cùa”, di nascosto. “Alla nascosta” sarebbe, letteralmente.

Marghian

 

 

 

 

SEGNALI DI VITA – TRANQUILLI, E’ SOLO UNA CANZONE

FRANCO BATTIATO

SEGNALI DI VITA

E’ soltanto una canzone, infatti 🙂 .

Ma l’argomento e’ “quello”, anche nelle immagini del video.

Da domani, fino al 12 di agosto, saro’ a Torino.

Forse riuscirò a scrivervi qualcosa anche da li’

(Almeno i commenti, ma non escludo qualche post)

A PRESTO

Marghian

UN INTERVALLO, EDUN SALUTO

CIAO. VOGLIO  -PER ORA- SOLTANTO SALUTARVI, CON  QUESTO VIDEO

Queste immagini sono commentate musicalmente nientemeno che con il Concerto di Aranjuez

 Concerto d’Aranjuez (Concierto de Aranjuez), che senz’altro conoscete, e che e’ probabilmente l’opera più celebre di un certo Joaquin Rodrigo, uno dei compositori più famosi del dopoguerra. State ascoltando anche un mio brano,  VOLUTAMENTE  COPIATO da “Aranjuez” 

Vi prometto che scrivero’ “qualcosa”, appena mi sara’ possibile 🙂

CIAO

Marghian

LA TERRA VISTA DALLO SPAZIO

DOPO STELLE, E MONDI LONTANI, DIAMO UNO SGUARDO AL NOSTRO PIANETA

*         *         *

LA TERRA, VISTA DALLO SPAZIO, E’ STUPENDA

DA QUESTO PUNTO DI OSSERVAZIONE NON SI VEDONO I CONFINI TRA LE NAZIONI

ED E’ BELLISSIMO

CIAO

Marghian

❀ Rоѕa ❀

♥ Chiunque può simpatizzare con il dolore di un amico,ma solo un animo nobile riesce a simpatizzare con il suo successo ♥

MI...semplicemente ♪☕♫

Le belle parole dei saggi e dei poeti di tutto il mondo mi aiutano spesso a dire quello che non so esprimere

Chi trova un amico trova un tesoro

La vita è il frutto della nostra immaginazione

Marghian - Music blog

Just another WordPress.com site

Semprevento's Blog

Amo il vento e tutto ciò che accarezza

Cayenna

Essere se stessi contro ogni violenza

la vita va...

Just another WordPress.com site

MALI & LINO

Just another WordPress.com site

~ A l b a ~

camminando insieme a voi.....

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: