Posts from the ‘Humor’ Category

CANTO DI NATALE E…NATAL HUMOR

E’ NATALE (o quasi…)

E SARA’ UN

FELICE GIORNO

Infatti…

“Oh, felice giorno, felice giorno, quando Gesu’ lavo’,oh  quando lavo’ via  i miei peccati. Felice giorno..quando egli lavo’, qundo lavo’ via i miei peccati. Egli mi insegno’ a lavorare, guardare, e pregare..e la sua gioia sembra sempre presente ogni giorno… Felice giorno…quando gesu’ lavo’ via i miei peccati…Egli mi insegno’ a lavorare, a guardare, e pregare….Oh, felice giorno..”

(Celebre canto Gospel-Traduzione: Marghian)

E BABBO NATALE FARA’ LA SUA COMPARSA

Ma..anche a lui possono accadere disguidi…”stradali”

santaufo

Ma giuarda li’, con che cosa poteva andare a scontrarsi..in cielo?

Ma possiamo stare tranquilli, da qui allla notte del 24 dicembre slitta e renne saranno riparate..

E LUI CI SARA’ 

Per fare quello che ha sempre fatto…. nei campi di calcio.

GIA’, E COSA FA, BABBO NATALE, IN UN CAMPO DI CALCIO? 

SEMPLICE

(se non si legge bene- sotto- passateci il puntatore del mouse “per evidenziare” ..la risposta)

DONA-DONI!!!

MA..COME RIESCE, BABBO NATALE, A CONFEZIONARE TUTTI QUESTI DONI?

FORSE..QUESTA SCENETTA CI CHIARISCE QUESTO DUBBIO

Una scenetta con Franco Franchi e Ciccio Ingrassia. Ingrassia era “Babbo Natale” e ” si vantava”  con il pubblico: “io sono Babbo Natale, porto tanti doni ai bimbi, sono amato da tutti, io, Babbo Natale…” Entra in scena Franco Franchi:

“Ma che ti vanti e ti vanti…, “sono io che ti confeziono i regali, io che ti tengo ben pulita la slitta, accudisco alle tue renne, e sono sempre io ti dico quali regali dare, perche’ piu’ di te conosco i gusti dei bimbi..io, e nessuno dice nulla di me? Io sono..Mamma Natale, io che ti faccio tutto…non mi nomina nessuno, ma io sono Mamma Natale, ed e’ grazie a me che tu…”

D’improvviso si sente una voce dall’alto: “natalino, natalia, venite su da me, vi voglio parlare!!!”

(Ingrassia) “E’ lui, il Principale…cosa ci vorra’ dire?”. (Franco franchi) “Lui, il Principale…vedra’ che a te fara’ fare il BUE nel presepio, ti fara’ fare il bue!”
(Ingrassia): “ma.Mamma natale, come posso io fare il bue… se non ho le corna? (franchi): “eeeh..ci penso io!!!”  

Eh, le donne..sempre in ombra…

CIAO AMICHE ED AMICI

Marghian

PENSIERINO DELLA SERA: DUE AFORISMI (E UNA COSA DIVERTENTE)

“LA COSA PIU’ BELLA E’ QUELLA DI CUI  SI HA  MAGGIOR BISOGNO”

(Marghian)

“L’ESSENZA DI UNA COSA E’ LA COSA STESSA

(Marghian)

*—-*—-*

A proposito di “essenza” vi racconto questa. Noi sardi in genere non siamo dei geni nella lingua italiana. Un signore che vende delle cose con un furgoncino-venditore ambulante- passa (ancora oggi !) nel mio paese. Avevo 15 anni quando gia’ lo sentivo annunciare, dal suo furgone: “l’assenza di varechina a 50 lire il litro, l’assenza di varechina a 50 lire il litro, un litro un bicchiere regalato, vengano alla macchina, svelti! L’assenza di varecchina a…”.

  Una volta io gli dissi: “scusi, ma..se lei dice “l’assenza di varechina” credono tutti che di varechina non ce ne’! “L’essenza deve dire, non l’assenza!” . Lui mi disse alquanto seccato: “zitto tu, ragazzo, e lasciami lavorare! Che cosa ne capisci tu …di commercio!!!!”.

 E ancora oggi, magari mentre sto facendo un sonnellino pomeridiano, lo sento ancora gridare…”l’assenza di varechina a…”. ed io a dire: “e dagli con questa assenza di varechina!!!!” . MI spancio ancora dal ridere se penso alla sua obiezione: “cosa capisci tu.. :)di commercio!”. Ciao.

Marghian

SENTITE QUESTA!!!!

I..NEUTRENI DELLA GELMINI

*nei commenti….qui il video non si incorpora…  🙂 censura?

L’HO SENTITO RACCONTARE IERI DA MIO FRATELLO.

QUANDO SI DICE IGNORANZA – IN MATERIA E NON SOLO…-

SEGUIRA’ POST-O MODIFICHERO’ QUESTO,  SUI “NEUTRINI”. NEU..TRINI, NON

“NEU..TRENI”, SPECIFICHIAMO-per Mariastella!-, *CHE SI SONO RIVELATI VELOCISSIMI

*SENZA..MERITI DEI POLITICI. O…PER SFUGGIRE A QUESSTI?!

*////*/////*

OH, VI LASCIO….C’E’ VOYAGER…POI VI RACCONTERO’.  CIAO!!..!

*  *  *

 Ciao. Questa sera, 27 setembre, vediamo come stanno le cose da un punto di vista non  :)gelminiano.

*///////****////////*

Se verra’ confermata, e’ una scoperta scientifica sensazionale nel vero senso del termine: “rilevati neutrini che superano la velocita’ della luce (ovvero della radiazione elettromagnetica di cui la “luce” e’ una componente esigua nello spettro delle stesse, che vanno dalle onde radio ai raggi gamma, passando fra questi “estremi” per le frequenze di radiazione “infrarossa” non  percepibile dal nostro sistema cerebrovisivo,  “luce visibile” ed “ultravioletta”, anche questa non percepibile come “visione”).

Perche’ una simile scoperta e’ cosi’ importante  se non addirittura sconvolgente? La ragione sta nel fatto, ormai accertato ed accettato da tutto il mondo scientifico, che nulla di materiammente concreto-in fisica, nulla che abbia nua massa- puo’ superare, e forse neppure raggiungere, la velocita’ della luce, la quale costituisce un limite invalicabile in tutto l’universo. Avere scoperto che alcune particelle, per quanto in gran parte misteriose come lo sono i NEUTRINI, possano superare questo limite, mette in crisi gli stessi standards di spazio e tempo, massa ed energia. Perche’?

Non e’ difficile da capire. Basti pensare che   le nostre conoscenze  sulll’universo fondano le sue basi sulla equivalenza fra  massa ed energia (come dire che anche la massa stessa  e’ energia secondo la formula riassuntiva della “teoria della relativita’ ristretta “di Einstein -1905-, M= mc 2, dove C- elevato-  2 e’ il quadrato della velocita’ della luce), sul principio della “conservazione dell’energia” (prima legge della termodinamica) e  sulla struttura stessa di tempo e spazio, struttura che, sulla base della “Teoria della Relativita’ Generale”-1919-, secondo la quale la massa “curva” lo “spazio-tempo”  ed infatti il tempo e’ una “quarta dimensione della realta’ fisica”: ogni cosa deve esistere anche nel tempo per avere “consistenza”. Tutte queste constatazioni- esperimenti vari hanno confermato come vere le teorie di Einstein- impongono che la radiazione abbia una velocita’ finita, per quanto grande, quasi 300.000 cnilometri in un secondo, e che tale velocita’ non possa essere superata da entita’ fisiche che abbiano una massa (la “massa” e’ una grandezza che corrisponde a quella che e’ per noi la “concretezza della materia”, in una parola, il suo  “peso”), seppure esigua, come quella del NEUTRINO. Ed e’ proprio questa particella bellina bellina, dal “nome infantile”, la protagonista di questa ecezionale scoperta. Ma cosa e’ stato effettivamente  scoperto, e come? Questa scoperta, sara’ comfermata o confutata? Vediamo come stanno, per ora, le cose.

LA NOTIZIA E...LA PROTAGONISTA PRINCIPALE

Prima di tutto… lei. la particella in questione!   L’incriminata, possiamo dire scherzando-ma non troppo- in quanto LEI  metterebbe in crisi un pilastro fondamentale come la “relativita’” e quindi la stessa realta’ fisica tale da essere, quest’ultima, rivoluzionata.  Questa particella e’, come abbiamo visto, il cosiddetto “neutrino”. Fu Enrico Fermi che lo battezzo’ con questo nome carino, in analogia con una particella ben piu’ grossa-seppure piccolissima da far comunella in miliardi di miliardi in un decimillesimo di millimetro cubo!!!-: il neutrone, particella nucleare della stessa massa del protone..pardon, poco piu’. Infatti il neutrone, nel decadere (fuori dal nucleo e’ una particella instabile) genera un protone, un elettrone ed un.neutrino, anzi un…antineutrino, esiste anche l’antiparticella del neutrino.

Ma cosa e’ il…neutrino? Particella da sempre sfuggente, il neutrino e’ dotato di  massa, almeno oggi si crede, ma molto esigua (e’ come se paragonata a quella di un elettrone,  un neutrino peserebbe migliaia di volte meno!) I neutrini si formano nelle stelle, quando avvengono le reazioni nucleari di fusione di ogni quattro atomi di idrogeno in uno di elio, e pare che sia proprio la produzione di neutrini a far si’ che il sole non esploda, ma fonda idrogeni in elio in modo “controllato”. Ecco, i neutrini viaggiano, come la luce, nel vuoto, ma come fino ad ora si pensa, la loro velocita’ e’ inferiore a quella della luce- ogni cosa dotata di massa non la puo’ superare…e se il neutrino non avesse massa….non potrebbe comunque superarla.

I neutrini arrivano in continuazione dallo spazio, sono capaci di attraversarci- ma anche di attraversare tutta la Terra da parte a parte- talmente sono sfuggenti. Ecco perche’  nell”Istituto Nazionale di Fisica Nucleare del Gran Sasso esiste un.laboratorio dove degli strumenti…riescono a rilevare i neutrini che… sono stati “sparati” dal laboratorio del CNR di Ginevra.

Dopo aver attraverato 700 chilometri di roccia-che un po’ il “frena”- una minima parte, comunque milairdi di miliardi… arriva e gli strumenti li rilevano e..paff, i ricercatori capiscono anche con che velocita’ sono arrivati. Distanza, “orologio” dove partono, *orologio precisissimo dove arrivano dopo aver attraversato la roccia per centinaia di chilometri, non la roccia, non un tunnel-grande Mariastella… 🙂 studia pero”, eh?-.

Ecco, “tutto qui”, non mi soffermo in dettagli. Anzi no, qui sta il bello: risultato? Sono piu’ veloci della luce!!!! Questo e’ da vedere, ma se fosse…beh, vi dovrei parlare di cose che non sarebbero possibili nel mondo che conosciamo, possibilita’ tipo…capire la struttura del tempo-spazio, implicazioni date dal fatto che la velocita’ della luce e’ stata abbattuta (la stessa struttura dell’universo e la natura dei “quanti”, forse, ne sarebbe sconvolta…e  quella del tempo stesso, perche’ una particella piu’ veloce della luce…” dai Mariastella, procura soldi per treni o “neu-treni”  che..arrivano prima di partire!” ed e’ cosi’-non per supertreni finanziati dalla Gelmini…oh, del suo governo-….*una particella o segnale piu’ veloce della luce..arriva prima di partire o…prima di concludere il viaggio, come questi neutrini che, anticipando di qualche nanosecondo le aspettative, sono arrivate…”prima” del tempo, e con circa 15 metri di vantaggio rispetto alla luce, se questa fosse partita insieme ai neutrini-cosa non necessaria, basta calcolare quanto avrebbe impiegato la luce a percorrere la stessa distanza, valore che era senza dubbio un “parametro” gia’ stabilito come standard di confronto-.

Cosa significa “superare la velocita’ della luce”? In…soldoni-quelli della belezza della scienza, non quelli del governo- equivale a dire che…la tal cosa, particella o radiazione o…chissa’ che’…viaggia indietro nel tempo, “arrivando prima di partire” o…prima di arrivare. Se..se si confermera’ questo dato. Dato, non scoperta.

*Scoperta. Se questa si rivelasse tale-cioe’ con certezza assoluta, immune da smentite-, avrebbe aòtre profonde implicazioni, come la parzialoe spiegazione dellaa materia oscura-della quale i neutrini rivelerebbero un aspetto-.

La caretteristica dei neutrini, o di alcuni di essi, di superare la velocita’ della luce-sempre se cio’ sara’ confermato con certezza assoluta- implicherebbe necessariamente che qualcosa avviene  internamente agli stessi neutrini, e cioe’ nella loro intrinseca natura, e si capirebbe perche’, come constatato sperimentalmente, un neutrino di trasforma in un altro tipo di neutrino, modificando addirittura la massa, tale che un meutrino diventa  un altro neutrino. E’ interessante sapere che i neutrini non sono tutti eguali. hanno tutti carica neutra, ma queste particelle sono in certo senso la “controfigura” di altre: un neutrino e’ associato all’elettrone-neutrino elettronico, sempre pero’ di carica neutra- , od un neutrino muonico, ovverosia associato ad un’altra particella, detta “muone” o “mu-mesone” ( non sto qui a spiegare cosa sono i “mesoni”, vi scrivo solo che sono detti “mesoni” in quanto la loro massa e’ “intermedia”-da cui il prefisso “meso”- rispetto a quella del protone o del neutrone, essendo la massa del “mesone” circa 200 volte quella delll’elettrone e 800 volte inferiore a quella del protone..o del neutrone, di massa quasi eguale al primo-).

Le..conferme sperimentali sono necessarie, per dire “e’ cosi'”. galileo, pensate, provo’ infinite volte una cosa scontata…che le cose cadono, ma voleva vederci chiaro…in che modo? Con che velocita’? E.nel vuoto senz’aria?  Una piuma cade con la stessa accelerazione-costante- di un martello. Ma..nel vuoto.Gli astronauti “Apollo” gli resero omaggio facendo cadere proprio piuma e martello…che caddero insieme (poi vi racconto una barzelletta, tratta dalla “fisica scherzosa”) con una accelerazione di gravita’ costante e diversa, piu’ lenta….non c’era la Gelmini?  Forse….no, porella, si era sulla Luna dai! Queste cose le sa anche lei..spero, ma sì!!!

A parte questo…la riproducibilita’, il margine di errore umano strumentale  impongono di provare ancora e studiare i dati..specialmente per questa scoperta…scusa Mariastella, mi sa che questo tunnel e’ da controllare… oops, questa roccia dello spessore di piu’ di 700 chilometri,  uguali a metri…” Ma no, mariastella…questo lo sai!”.

*———————————*

CIAO, AMICI ED AMICHE..A DOMANI

Marghian

 

I GRUPPI SARDI SANNO ANCHE DIVERTIRE: “BANDA BENI”

I GRUPPI SARDI SANNO ANCHE DIVERTIRE:

“BANDA BENI”

Ciao. Il gruppo “BANDA BENI”, il cui nome significa “va bene”, “tutto a posto” era molto in voga negli anni ’70.  La caretteristica di questo gruppo sono state la prreparazione musicale e soprattutto l’ironia.  Molte loro canzoni sono dei “remake”, dei “riadattamenti” (oggi li chiamiamo “covers”) di brani celebri come ad esempio “Yesterday” dei Beatles che loro cantavano con il titolo di “ariseu”, ieri, appunto. Ma con un testo tutto diverso, “alla loro maniera” ironica e divertente. Ve la faro’ sentire, riassumendovi la traduzione in un commento. Ma per questo post ho scelto una canzone tutta loro, ironica e divertente….direi anche “graffiante” come capirete dalla traduzione del testo. la canzone e’ “ZIU LILLICCU” che a tradurlo…beh, sarebbe proprio… “zio lilliccu”, un “nomignolo ed insieme un diminutivo  tipico sardo che si applica a diversi nomi (“Lillu” o “lilliccu” starebbe per “franceschino”, o “giuseppino” od altro nome. nel testo compariranno altri “nomignoli” di questo tipo, applicabili anch’essi a diversi nomi (ad esempio, un certo signor Licu del mio paese  si chiamava in realta’ “leonardo”). Nomignoli che non richiamano direttamente al nome, come puo’ fare che so.”nino” che porta a pensare ad “antonio”. Qualche esempio di questo tipo lo troviamo anche nell’italiano: “mimmo” vi richiamerebbe, se non lo sapeste..a Domenico? Ecco lo “spirito” di questi nomignoli come “liccu, balliccu, chiccu”, esattamente come “mimmo” per “domenico”: apparentemente non ci appiccica. Vi traduco il testo de ZIU LILLICCU-ah, dovete sapere che “ziu” da noi sta anche per “signor”: “ziu giovanni” e'” zio giovanni” ma sta anche  per ” signor giovanni”-. La canzone come sentirete, contiene anche delle parole in italiano, ma per mia comodita’ ve la trascrivero’ tutta,  evidenziando in “neretto” le strofe tradotte dal sardo, cosi’ vi sara anche piu” facile seguire il cantato….e la traduzione.

LA CANZONE: “Quattro chili di pera, una cassa di melanzane al mercato, un chilo di fagiolini, quattro chili di pesche marce. Bevi vino a piu’ non posso, mangia formaggio senza pane dal mattino. E’ la vita del “galante” senza tasche e senza tanta umanita’.

Dal mattino, con l’asino, il berretto in testa, a lavorare. Un “ratto”-merdona, un panino, un litro di vino e’ cio’ che ho da mangiare. I fanciulli sempre a scuola non li voglio piu’ vedere qui a “marrar”-italianizzazione de “marrai“, zappare-: (piuttosto) un dottore, uno scienziato, e quell’altro che se ne rimane coricato.

Raccogliendo carciofini, con la schiena al sola, ma puoi credere! Dieci calli nei piedi, una coscia (gonfia, ingrossata)  come una pecora. Dice bene, lei, dottore: “ma si curi…non lo sa che puo’ morire?” Io lavoro le sue vigne, nel frattempo lei mi venga a seppellir.

Bella e’ si’ la vita, ma quando si puo’ mangiare…cosi’ mi diceva quando ero piccolino la mia mamma (“mammai”…”mammina”)  :)Oh, Yes.

Lavorando nella vigna con *Balliccu, Fisineddu e Srabadoi-salvatore- (i “nomignoli ” dei “colleghi”), quattro ore sudando al sole per spartirci un *pane (coccoi..un tipo di pane). “Gliel’ho detto, venga via “di” quella vigna, che’ non le conviene piu’ (il “dottore” di prima). Gli ho risposto “statti zitto, se no ti prendo a pedate nel sedereAh,guarda tu, la faccia da schiaffi-da suola..di scarpa- di chi denaro ne ha molto. Liberta’ ci vuole solo, per noi tutti non esiste piu’ galera. Stiamo uniti nella lotta, vero che lo dicono-i politici– di mattina e di sera. Che il diavolo se li porti, e la terra non li riveda mai piu’.

Cosi’ noi siamo in questo mondo aspettando l’ora di morire per dire “ah!-“finalmente!”-. Noi poveri, nella vita lavoriamo e non diciamo neanche “bah”-“non ci e’ permesso esprimere neppure un lamento-“. C’e chi rede su questa terra, c’e chi piange a diluvio ogni giorno… e’ per questo che aspettiamo Gesu’ Cristo per poterlo proprio vedere!

“Bella e’ si la vita, ma quando si puo’ mangiare, Cosi’ mi diceva quando ero piccolino la mia mamma”. Lavorando nella vigna con *Balliccu, Fisineddu e Srabadoi, quattro ore sudando al sole per spartirci un pane. “Gliel’ho detto, venga via “di” quella vigna, che’ non le conviene piu’ Gli ho risposto… “statti zitto, se no ti prendo a pedate nel sedere” (Banda Beni- Traduz. Marghian).

E qui, la parodia di Yesterday.

“Ieri, passeggiando nella piazza del paese di di Samugheo, non ti dico che cosa ho fatto io, ieri a Samugheo. L’altro giorno, di sicuro proprio l’altro giorno, tu eri viva (presente) e non ti sei fatta vedere. Oh, l’altro giorno….non ti sei fatta vedere. Io so cosa e’ stato, ma io non te lo dico (no tiddu nau)…sei tu che mi hai visto e non mi hai nemmeno “odorato” (fragai..odorare ma anche “considerare”, “dare importanza”; fragai e’ usato anche per “corteggiare”…”cercare un amore”). Ieri, te lo gioro ero proprio io…se mi scappa poi te lo dico, a Samugheo, cosa e’ successo. tu lo sai…che pero’ non mi devi “stropicciare”-trattare male-…io so che a ballare sei andata con – il mio- compare. Ieri, tu mi hai offeso ma ora te lo dico: ero proprio nella piazza di samugheo, e mi sono  tutto….”**omissis”..***si capisce!!!!!

TENETE CONTO: NON E’,🙂 E SI NOTA..IL TESTO DI “YESTERDAY” ma una loro IRONICA RIVISITAZIONE  con tutt’altro SIGNIFICATO-  a parte il titolo.

*CIAO. 🙂

Marghian

AMICI, STO PIAN PIANO IMPARANDO A GUIDARE QUESTA..

 

“wordpress”

VOLKSWAGEN!!!!

/___________________/

HANNO….. LO STESSO MARCHIO!!!!

Ciao, amici. Voglio salutarvi con questo post (ma…ma guarda li’..”post” e’ l’anagrama di ..*spot!  *Manco l’avessi fatto ap..POST..a!) un po’ scherzoso basato questa coincidenza nel logo di “Worpress”  con quello della “Wolksvagen”,  ma anche per dire che, effettivamente, e’ stato per me come “cambiare macchina”-pardon, “marca”-. E pian piano, appunto, devo imparare a guidare per le strade di qeusto sito, nei cui blogs siamo tutti “neopatentati”.

Ho ancora alcune cose da imparare, alla guida di questa WW (“blogroll” e’ una di queste cose per esempio). Ma piano, piano..come nella guida, in questa “FOLKS- WAGEN”.

E ci si deve adeguare alle “normative”  indicateci di WordPress, la nostra… .

VOLKSWAGEN!

*FIAT (e questo e’ il colmo…) VOLUNTAS  SUA*

(***)

Ed ora vi saluto,  che’ ce’ *Sanremo!

CIAO E BUON WEEK END, AMICI ED AMICHE.

Marghian

 

VIAGGIO VERSO CIELI LIMPIDI

La vita è bella comunque e a prescindere!

Chi trova un amico trova un tesoro

La vita è il frutto della nostra immaginazione

Pensieri...solo pensieri...

Per alcune persone, i libri fanno la differenza tra felicità e infelicità, speranza e disperazione, una vita degna di essere vissuta e una orribilmente noiosa.Anjali Banerjee♦♦Nel serpente il veleno è nei denti, nella mosca è nel capo, nello scorpione nella coda, nel malvagio in tutto il corpo.

Marghian - Music blog

Just another WordPress.com site

Semprevento's Blog

Amo il vento e tutto ciò che accarezza

Cayenna

Essere se stessi contro ogni violenza

la vita va...

Just another WordPress.com site

MALI & LINO

Just another WordPress.com site

~ A l b a ~

camminando insieme a voi.....

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: