Posts from the ‘attualita’’ Category

METEORITI E ASTEROIDI, PIETRE NEL CIELO, ANCHE MOLTO GROSSE, ED ANCHE PERICOLOSE

Nel monte prospiciente un paese a soli quattro chilometri dal mio,  c’è una grossa roccia, alta più di trenta metri, levigata. A seconda di come le batte il Sole, sembra una roccia di argento;  si vede anche dal mio paese. Ha un nome bellissimo, “sa pedra Luxia”(la X in sardo = G dolce, alla francese). La pietra lucente. Un mio amico, quando inveisce contro qualcuno (presente o contumace che sia) dice spesso questa frase, “perda manna e pittia, sa prus pittia coment’a sa perda Luxìa” (“che ti/gli si lancino pietre grandi e piccole, la piu’ piccola che sia come “la pietra lucente”)-

Una sera in una pizzeria disse questo rivolto ad uno e io gli dissi: “essu tiàu”-ehi, diamine-, poi soggiunsi dicendogli ridendo :” ma castia ca podid essi eh?”- “ma guarda che questo è possibile eh? Hai mai sentito parlare di asteroidi? Cind’esti prus mannus meda de “sa Pedra Luxìa naras tui” Ce ne sono di molto piu’ grandi della “Pietra Lucente”,dici tu”.

Vi ho raccontato questa cosa per sorridere un po’ 🙂

METEORITI E ASTEROIDI, PIETRE NEL CIELO. GROSSE, E PERICOLOSE

(Ma abbiamo gli strumenti e le idee per tenerle a bada)

Ce ne parla in questo video Brian May, il chitarrista dei Queen. Oltre ad aver suonato con Freddy Mercury, ha conseguito una laure in astrofisica, ed ha collaborato alla missione New Horizons su Plutone.
May è anche promotore dell “Asteroid Day”, che – me n’ero scordato-, ricorre il 30 giugno. Giorno scelto perché’ nel 1908, il 30 giugno, a Tunguska in Svezia esplose “qualcosa” in cielo, che provocò lo sradicamento di decine di milioni di alberi, con la relativa fortuna di aver fatto poche vittime. Per avere una idea del potere distruttivo di quell’evento, se l’oggetto, del diametro di una sessantina di metri (non si sa se un asteroide, un frammento di cometa, un frammento di antimateria od una astronave aliena a motore ad antimateria secondo i più arditi) fosse esploso sopra Roma o New York avrebbe raso al suolo le città. Esplose nel cielo, perché’ a Tunguska non si trovò alcun cratere.
Ci sono asteroidi di ogni tipo e natura, compatti o solo miliardi di frammenti aggregati per gravità , comete (prevalentemente fatte di ghiaccio e polveri), ma quelli che a noi interessano maggiormente sono i cosiddetti asteroidi “Neo”, “Near”-vicino- “Earth”- “alla Terra”- “objects”-oggetti-, oggetti che passano vicino alla Terra. Sono circa 25000 quelli censiti, e ci tranquillizza la probabilita’ bassa di impatto. Solo 8000 di questi 25000 hanno la probabilità di una su mille di impattare, gli altri hanno probabilita’ molto piu’ basse.
Il rischio impatto con gli asteroidi e’ fra le emergenze planetarie, insieme a clima, guerre, fame. Il problema e’ serio, anche se le probabilità’ basse sono (relativamente) tranquillizzanti. Ma occorre lavorarci.
Come difenderci? Allora, interferenza a distanza, una grossa sonda che passando vicino all’oggetto pericoloso, riesca a deviare con la sua gravità, l’asteroide. Di pochissimo, ma su lunga distanza, devierebbe di parecchio dalla Terra. Poi c’è lo schianto mirato, colpire con una sonda (senza esplosivi ma solo per la forza cinetica) un asteroide, cambiarne la velocità o deviarne la direzione. Poi, la tanto odiata bomba atomica potrebbe salvare l’umanità. Un ordigno nucleare, fatto impattare su un grosso asteroide e farlo a pezzettini, i quali pezzettini si distruggerebbero con l’attrito con l’atmosfera terrestre.
Ah, questa ve la scrivo per farvi sorridere un po’. Ma è una proposta fatta da scienziati seri, non da comici in una scenetta. Tingere di chiaro l’asteroide, di modo che con un maggior potere riflettente, sia frenato, accelerato o deviato dalla luce del Sole. Vi immaginate, “cercansi astronauti imbianchini per verniciare pericoloso asteroide che…..” 🙂

Okay  lascio parlare Brian May 🙂

CIAO

Marghian

Le mie cazzatine facebook- Piccola digressione sul terrapiattismo

Ciao. Il post su Facebook e’ molto piu’ breve:  nello scritto, li'” manca” la digressione sulla “Terra Cava” che ho improvvisato adesso,  e  le due  relative immagini relative, che qui  ho aggiunto.

*******

TERRA PIATTA, TERRA OVALE, TERRA CIRCOLARE, TERRA CAVA

Povera Terra, cosi’ le creiamo una crisi di identita’…

  • senza contare che, se è piatta non, può essere cava. Ragazzi, sara’ un bel match, lo scontro fra terrapiattisti e terracavisti. E noi terratondisti, che si fa? A goderci lo spettacolo.   🙂 – Questo sembra l’orientamento:“non solo “Earth First” (prima la Terra), parafrasando Trump, ma “Earth Alone”, “la Terra sola”.

FORSE E’  QUESTA LA “MAIN REASON” DEL MOVIMENTO TERRAPIATTISTA

flat earth

E’ bella pero’, concediamo almeno questo al vecchio modello della Terra piatta

La forma piatta della Terra farebbe comodo a molti.

Terrapiattismo =antropcentrismo= geocentrismo. “Eart Alone”, “La Terra sola”

 Si parla tanto di terra piatta. Idea promossa da sparuti gruppi spontanei quanto sprovveduti, o dietro c’ è qualcosa/qualcun altro? Terra piatta, Sole e stelle luminari per la Terra. E’ questa, in sostanza, l’idea.  Sapete perché’, il terrapiattismo? Mi sono fatto una modesta opinione.
Perché’, con la terra piatta e sole luna e stelle come solo dei luminari per la Terra, e’ piu’ facile credere in dogmi imposti, dogmi creazionistici “alla testimoni di Geova”, ma non solo dei testimoni di Geova, e ad altri inculcamenti, appiattendo (caso di scriverlo) le menti ed eliminando dal pensiero umano fattori “di disturbo”, , come ad esempio l’idea della vita nell’universo. “Extraterrestri? No, non esistono I pianeti, I cosiddetti pianeti e le stelle sono solo dei luminari, la Terra è Il Mondo e l’uomo è il re del Creato”‘ /Quando sono nate le principali religioni, guarda li’, la concezione era questa. E se la Terra non era proprio piatta, poco ci mancava. Era al centro di tutto.
A parte questo, I terrapiatttisti ci guadagnano con convegni pubblicazioni e donazioni dei “seguaci”.’

C’E’ CHI ANCORA PENSA CHE LA TERRA SIA CAVA

terra cava

C’è poi da dire che non è escluso che si risveglino, e scendano in campo anche i terracavisti. Perché’ la rivalità è grande: se la Terra è piatta, non può essere cava, e viceversa. O forse no? La terra piatta sarebbe in realtà “conica”, con la base come superficie abitata e il cono che va verso il basso. Allora può essere anche cava. E cosa ci sarebbe, nel cono che sta sotto di noi? Semplicissimo; i nove gironi infernali di Dante. Che on aveva inventato niente. Gli antichi maya immaginavano sotto la Terra un mondo “dei morti” o comunque un mondo sotterraneo proprio a nove livelli. Questo però è interessante. La stessa idea avuta in centro America e in Italia- o meglio, nel mondo cristiano  del Medioevo. Dante e Maya vissuti prima di Colombo, per cui non regge l’ipotesi dello “scambio culturale” per spiegare questo. .Mi fermo qui, altrimenti sembro parteggiare per la Terra piatta  e cava.  

terra cava 2

BELLA EH?

Ma ragazzi, come si regge una cosa cosi’? Una crosta sottile, separata dal nucleo (un piccolo sole caldo) da uno spazio vuoto, con le sollecitazioni mareali dovute al Sole e alla Luna. E poi, come si formerebbe un pianeta cosi’? Forse con una gravita’ che e’ anche repulsiva? Hanno pensato anche a questo, con la rotazione e con la gravita’ negativa  una crosta viene a formarsi nello strato esterno, e cio’ che e’ dentro forma un piccolo Sole. Dentro la crosta, “a testa in giu’ rispetto a noi, vivrebbero degli esseri “superiori”- gli Ariani per esempio, la parte esoterica del nasismo credeva ini questo, le missioni in Tibet erano per la ricerca dell’Ingresso al mondo sotterraneo. Ma come potevano vivere, “rovesciati” rispetto a noi? – “Per la forza centrifuga della Terra che gira loro, e per gravita’ noi”. Credo fosse questa l’idea “scientifica” . Ci hanno creduto anche molti scienziati, in passato. Edmond Halley, quello della Cometa, mi sembra ne fosse convinto asserttore.  Allora, era da capire. Persino il logico ideatore dell’invstigatore super scettico “Sherlock Holme”, Sir Arthur Conan Doyle, credeva nelle fate. Si’, una foto di fate (la piu’ famosa), era ritenuta autendica da Doyle. Sicuramente pensava che le fate venissero da qualche mondo sotterraneo. “Il piccolo popolo”, una concezione tipicamente anglo celtica. Ma oggi, come si puo’ credere? Non diciamo dei negazionisti sui cambiamenti climatici. Carlo Rubbia, premio Nobel per la fisica, nega i cambiamenti climatici (guardate a proposito il suo video), attribuendoli a normali cicli di caldo- freddo. Io penso che certi movimenti abbiano l’intento di..creare movimenti, di modo che vadano avanti certe politiche e non altre. E le masse, meglio che siano addormentate da nostalgiche teorie strane del passato, condite con il panem et circenses di spettacoli di varieta’ e partite di calcio.

CIAO

Marghian

GARDALAND: SENTI QUANTE CAMPANE SUONANO!

GARDALAND: SENTI QUANTE CAMPANE SUONANO!

HO LETTO UN POST  CHE DENUNCIA UNA COSA MOLTO GRAVE.

LO RIPORTO COSI’ COME L’HO LETTO NEL BLOG DELL’AMICA SILVIA IN FONDO AL CUORE

NON AGGIUNGERO’ UNA PAROLA, QUANTO LEGGERETE PARLERA’…ANCHE PER ME.

*  *  *

“Leggo e riporto integralmente quanto scritto nel blog dell’Amica Virginia”:
“Come ho scritto nel post precedente grazie agli amici Marco e Antonella, mi sono resa conto che la discriminazione vive e vegeta proprio dove non ti aspetti. E’ al via l’iniziativa di discriminazione al contrario: se Gardaland non accetta le persone con sindrome di Down, noi blogger non accettiamo Gardaland. E spero lo facciano più persone; in particolare penso a tutti coloro che sono la fonte primaria dell’esistenza di un parco di divertimenti, i genitori e i bambini, inconsapevoli alimentatori di una ” mostruosità “! Agli amici frequentatori di questo blog la preghiera di diffondere il messaggio con l’accortezza, se fosse possibile, di utilizzare lo stesso titolo, per i post che verranno scritti dopo di questo. Il motivo è semplice: bisogna fare in modo che l’iniziativa compaia sulle prime pagine dei motori di ricerca. Essere sulla quindicesima, significa non avere visibilità. Buona scrittura e aggiungete man mano i link di coloro che aderiscono!

Blogger che hanno aderito all’iniziativa:

Trisomia 21: ” Forse non sapete che ”
Trisomia 21: “Gardaland: “Le due campane: Attrazione accessibile a tutti. “
Trisomia 21: ” Gardaland: quando a rispondere è un bimbo con la forza della semplicità “Trisomia 21: ” Gardaland: la lunga storia infinita… tutto ha un limite però! “Mizaar: “I Down a Gardaland sono down”

Mizaar: “Gardaland’s saga”
Accanto al camino: “Gardaland, l’omino coi baffi e la macchina del tempo…”Tagli e intagli: “Merry go round……dov’è il posto per Jim Crow su questa giostra?”Vinofollia: “JURASSIC PARK =GARDALAND”
Buona Cucina: “A Gardaland qualcosa si è inceppato”
Unpodimondo: “Gardaland Halloween: Divertimento Mostruoso… per tutti ma per qualcuno ancora di più!”
Unpodimondo: “Ancora su Gardaland e le persone Down: due articoli da “Il Mattino di Padova” e “Affaritaliani.it”
Mentre aspetto:“Gardaland:Senti quante campane suonano!”Paperi si nasce: “Gardaland:Senti quante campane suonano!”L’Architettura è un fatto d’arte: “Gardaland: Senti quante campane suonano!”Non Solo Lilla: “Gardaland: Senti quante campane suonano!”
Silykot: “Gardaland: Senti quante campane suonano!”Sdreng boys: ” Gardaland: Senti quante campane suonano! “Libera…mente: ” Gardaland: Senti quante campane suonano! “
C’è di mezzo il mare: ” Gardaland: Senti quante campane suonano!
Terra e Libertà: ” Le assurde discriminazioni di Gardaland “
Arti e Bagagli “Gardaland: Senti quante campane suonano!
Chit: “Gardaland, parco divertimenti, ma non per tutti”

http://prettyinpink175.wordpress.com/2011/10/30/gardaland-senti-quante-campane-suonano/

http://buonacucina.wordpress.com/2011/10/30/gardaland-senti-quante-campane-suonano/

http://mariella1953.wordpress.com/2011/10/30/gardalandsenti-quante-campane-suonano/

INSERIRO’ TUTTI  I VOSTRI LINKS..e mi scuso sin da ora se ne manchero’ qualcuno o..lo ripetero’.——————————->CIAO!!!!

*  *  *

“COPIATELO E FATELO GIRARE, E’ UNA VERGOGNA! LEGGETE QUI:

“Gardaland “vietato” ai Down. Il Coordown: “Caso unico al mondo”

Dopo l’ennesimo caso di attrazione negata, il presidente Silvestre ricorda che il “divieto ai Down” non esiste in nessuno dei grandi parchi internazionali: “Applicazione discutibile del codice penale”. Si lavora ad un protocollo, ma Gardaland aderirà?

ROMA – “Quello di Gardaland è un caso unico al mondo. Nessun altro parco giochi in Italia o all’estero vieta espressamente le sue attrattive alle persone con sindrome di Down, piuttosto vengono spiegati gli eventuali rischi ai genitori, che scelgono di assumersi la responsabilità di far salire i figli sulla giostra”. È duro il giudizio di Sergio Silvestre, coordinatore nazionale di Coordown (Coordinamento nazionale delle associazioni delle persone con sindrome di Down) dopo la denuncia, raccolta da SuperAbile.it, di una madre che ha visto negare al figlio di 16 anni due attrattive del famoso parco giochi, solo perché down. “Non è la prima volta che raccogliamo storie come questa. Ma è un’eccezione unica, una situazione che capita soltanto in questo parco di divertimenti. Neanche in strutture grandi come Disneyland o Eurodisney abbiamo mai sentito casi simili”.

Secondo Silvestre quello che accade a Gardaland è un’applicazione “discutibile” del codice penale in fatto di responsabilità del parco giochi, che viola però la Convenzione Onu sui diritti delle persone disabili e tutta la normativa antidiscriminazione. Proprio per far fronte alle denunce che si sono susseguite nell’ultimo anno il Coordown ha chiamato a raccolta i gestori dei parchi giochi, insieme ai costruttori delle attrattive e ai responsabili della sicurezza per arrivare a un protocollo di intesa in cui raccogliere le regole di prevenzione. Tra i principali obiettivi quello di informare i genitori sugli eventuali rischi, “cosa che attualmente non succede quasi mai- sottolinea Silvestre-. Solo se informati gli accompagnatori dei ragazzi possono fare scelte realmente consapevoli. Il criterio da seguire è quello di sconsigliare eventualmente un’attrattiva, non certo di vietarla”. Per la stipula del protocollo hanno già dato la loro disponibilità importanti centri di divertimento come Minitalia Leolandia di Bergamo, Zoomarine (vicino Roma) e Acqualandia (a Jesolo). Contattata anche Mirabilandia (Ravenna) La firma è prevista a breve. Resta ancora un’incognita però l’eventuale adesione di Gardaland. Se questa non dovesse arrivare, le associazioni delle persone con sindrome di Down sono decise a dare ancora battaglia. Già un anno fa, del resto, il Coordown aveva minacciato apertamente il ricorso a “iniziative legali a tutti i livelli, compresa la possibilità di una class action”. (ec)  (13 settembre 2011)”

DA:http://www.superabile.it/web/it/Home/index.html

E DA: http://silvia23459.wordpress.com/ 

*———————–*      

E’ difficile che ioi faccia un post “copiando” e *citando la fonte. L’avro’ fatto una, due volte. Ma..*questa volta si. lo faccio, e molto volentieri. Perche’ si tratta di lanciare un MESSAGGIO, un *MESSAGGIO che ha una importanza fondamentale…per denunciare simili INGIUSTIZIE…che non sembrano neppure *figlie del nostro* tempo.  Eppure…lo sono.

Saluto Silvia, Virginia e tutti voi che avete aderito e che aderirete a questa iniziativa.

*————————01 novembre 2011———————*

*Sapete l’ultima? “Sei lesbica? Non puoi dare il sangue” (fonte: “Giornalettismo“)

*—————-Gia’…succede anche questo————-*

CIAO.

Marghian

AMAZON, UNA CANZONE ED UN MESSAGGIO..

AMAZON

(“Amazon River)

UNA CANZONE ED UN  MESSAGGIO, OGGI CHE LA TERRA E’ MINACCIATA

NON ..DAGLI ALIENI, CHE SE ESISTONO NON HANNO INTENZIONE DI NUOCERE!

MA DA NOI

“C’e un fiume che scende dalle montagne. Quel fiume e’…tutti i fiumi. E tutti  i fiumi del mondo sono in quel fiume! C’e un albero che sta li’ nella foresta. In quell’albero sono tutte le foreste del mondo, e tutti gli alberi sono in quel singolo albero. C’e un fiore che germoglia nel deserto, ed in quel germoglio ci sono tutti i fiori del mondo, e tutti i fiori..sono in quel singolo fiore. C’e un uccello che canta nella giungla, e  nel canto di quell’uccello e’ tutta la musica,  ed ogni canzone…e’ in questa canzone. E’ la canzone della vita, e’ il fiore della fede, e’ l’albero della tentazione, e’ il fiume del non pentimento e del non rimpianto per i nostri errori  (*no regret= *nessun rimpianto-risentimento-rammarico).

C’e un bambino che piange nel ghetto, e quel bambino e’ tutti i nostri figli.  Ogni nostro figlio e’ in quel bambino. una visione risplende nel buio, e in quella visione stanno tutti i nostri sogni. Tutti i nostri sogni sono in quella visione.  Essa e’ la visione del Paradiso, e’ il bambino della promessa, e’ l’albero della tentazione, e’ il fiume della accettazione. facciamo che tutto questo sia una voce per le montagne, facciamo che tutto questo sia una voce per i fiumi, e che sia una voce per le foreste, e che sia una voce per i fiori, e che sia anche una voce per i deserti, e per gli oceani, ed  una voce per i bambini. Facciamo che tutto questo sia una voce per tutti coloro che sognano, che sia una voce per …non aver nessun rammarico” *(no regrett= nessun rammarico, o pentimento, non “nessun rìifiuto” come ho …erroneamente tradotto prima)*

(John Denver- traduzione Marghian)

8______________________________________8

Ciao. Ascolto “Amazon” ogni tanto, da un cd che ho in macchina. Poco fa, tornando da Oristano, canticchiavo “Amazon”,  e nel farlo, ho vissuto con una certa intensita’ il messaggio del testo. La musica tra l’altro e’ molto bella. Per curiosita’ vi scrivo anche che la sezione di flauti del brano, ricorda molto certi brani sardi,  dove i flauti vengono suonati proprio in questo modo.

Come  si nota chiaramente, “Amazon” e’ una canzone a carattere “ecologico”, sull’ambiente. ma la poesia del testo, unita alla voce di Denver, ne fanno qualche cosa di piu’: un messaggio, una preghiera…oserei dire un accorato appello, pur nella allegrezza della canzone. Oggi, che la nostra Terra e’ minacciata. “Non dagli alieni”-come scrivo ironicamente nei titoli, in riferimento alla paura esagerata di “tale eventuale minaccia” diffusa nelle gente. “Loro” qualora esistessero, proverebbero anzi, per noi, una gran pena. La loro perplessita’ sarebbe enorme, per via del nostro modo sbagliato di vivere persino “with regret” , con il dispiacere ( per aver rovinato la natura, di aver rifiutato lo straniero, emarginato il “diverso” e persino con il rifiuto…delle nuove idee).

*Le guerre, gli odi, l’inquinamento, il disboscamento selvaggio (per ccombattere il quale l’indio Chico Mendez si fece torturare ed uccidere), l’uso sbagliato delle forze tremende della natura (nucelare) che arricchiscono pochi potenti, a danno dell’umanita’, e del pianeta  in cui noi tutti viviamo. Ciao.

Marghian

COMMEMORAZIONE DELL’UNITA’ DELL’ITALIA, IL GIORNO DOPO

IERI SI E’ CELEBRATA L’ ITALIA UNITA. MA…

“Si puo’ sperare che il mondo t0rni a quote piu’ normali

Che possa contemplare il Cielo e i fiori…che non si parli piu’  di dittature”

(Franco Battiato)

…LA SITUAZIONE DI OGGI  E’ QUESTA, AMICI.

E’ STATA UNA BELLA COMMEMORAZIONE. TUTTI,  PUR SE IN MISURA DIVERSA, VI ABBIAMO PARTECIPATO.  MA LA SITUAZIONE ITALIANA, NEL CONTESTO DI UN’ALTRA, PIU’ VASTA E GLOBALE,  E’ QUESTA.  MA, AD ONTA DI TUTTO CIO’, E’ STATA UNA GAIA, SPLENDIDA FESTA.  AD ONTA DI CHI…NON VUOLE IL BENE DELL’ITALIA. E NEMMENO IL BENE DEL MONDO. MA SOLO IL PROPRIO. LASCIO AD ALTRI PERO’, IL COMPITO DI DIRE SINO A CHE PUNTO TUTTO  CIO’ ….SIA BENE.

CIAO.

Marghian

IL SOLE E’ TRAMONTATO…SULL’ALBA, IN GIAPPONE

NI…PON

(SOLE..NASCENTE)

EPPURE IL SOLE….E’ TRAMONTATO… SULL’ALBA DELL’ORIENTE

(/*-*-*-*-*-*-*-*/)

“Perche’ sei cosi’ scuro, e cosi’ triste, o sole che sorgi?”

“Perche’ il mondo al quale io do la mia luce, sta piangendo.

Per questo, figlio mio, non ho voglia di splendere”

(Marghian)

8*******************8

CARI AMICI

Siamo tutti profondamente addolorati ed angosciati per la tragedia che in queste ore ha colpito il Giappone, terra da noi cosi’ lontana nella geografia e nella diversita’  di cultura e di tradizione, e  pure cosi’ vicina nella….comune  natura umana.

in Italia erano le 6 del mattino, e l’alba  ha illuminato le nostre prime, pigre azioni. Ci siamo alzati dal letto, siamo entrati  in doccia, abbiamo fatto colazione e siamo corsi incontro al nuovo giorno, ora con rinnovato entusiasmo, ora con svogliatezza e gli occhi e la mente ancora ancorati agli ultimi sogni e all’ultimo tratto di sonno prima del “riiing” della sveglia.

Alle otto meno 10 ho aperto il cancelletto dell’ufficio, ho iniziato la mia giornata di lavoro.

Dall’altra parte del mondo, la natura si e’ scatenata come fa’ da sempre, in tutto il mondo, con una forza spaventosa. Il “drago che muove la Terra” si e’ svegliato, agitandosi freneticamente, ed i suoi terribili spasmi hanno scosso il mondo…la terra ha tremato, il mare ha invaso con violenza inaudita le coste, le citta’, la gente. Gente che come noi e piu’ di noi iniziava a lavorare…gente che si e’ vista la “furia del drago” abbattersi su di loro.

Il drago, che e’ per loro una figura benefica e tremenda insieme, che e’ portatore di sapienza e di vita, ma anche di morte, si e’ risvegliato in Giappone.

L’arcipelago nipponico che si trova in mezzo a quattro zolle continentali in attrito fra di loro (la “cintura di fuoco”), e per questo motivo soggetta a terremoti e maremoti-il maremoto e’ l’effetto secondario di un terremoto con epicentro in mare- e’ stato anche questa volta “pressato” dall’azione tremenda dello spostamento delle masse continentali. Masse che si muovono molto lentamente, qualche centimetro all’anno, ma che nel tempo accumulano energia geologica in “certi punti” generando….cio’ che in questi giorni e’ terribile attualita’, cronaca, numeri e….dolore.

Fenomeni naturali che ci danno la vita, che hanno creato continenti, isole, mari, ma…che ogni tanto ci chiedono un…prezzo da pagare. Il fondo del mare contiene delle “spaccature” ed e’ grazie a queste che la terra si “rinnova”. In certe spavvature la terra “affonda” ridiventando “lava”, in altre…emerge della lava che si solidifica e diventa…terra solida. E’ il motore della Terra, sotto la cui superficie un nastro di materia fusa ruota, si immerge, riemerge….ed e’ per qeusto motivo che i continenti si “muovono” e persino esistono. Tutto, terra, mare, galleggia su un “magma” fuso dello spessore di tremila chilometri….un ocenao fuso, che e’ il…..”mantello terrestre”.

Tutto questo, amici, rende ancora piu’ incomprensibile l’accadere di una tragedia come un terremoto cosi’ devastante. I vulcani che eruttando hanno “sputato” acqua ed altre sostanze generando roccia in superficie e..tanti vapori creando mare ed atmosfera; le faglie continentali, le dorsali oceaniche che fanno muovere e vivere i continenti,  esalazioni di materia calda che ci regala le terme, l’aria che ci protegge dalle radiazioni nocive che arrivano dal Sole, lasciando passare quelle che ci fanno vivere.

Tutto questo ci regala la Terra, e lo fa’ proprio con queste  forze tremende in gioco. Eppure, queste stesse forze meravigliose, ci danno anche….si, anche i terremoti.

Proprio perche’ da una parte le forze vulcaniche del sottosuolo hanno creato la Terra….dall’altra ci danno la morte, le disgrazie, le calamita’.

Queste cose i GIAPPONESI le sanno meglio di noi.  Convivono con i terremoti da sempre. Ma anche questa gente, anche i giapponesi, sono esseri umani che…soffrono per queste cose. E muoiono.

La parola “tsunami”…..e’ cosi’ bella nel suo significato, una parola che e’ quasi ..poesia. “Onda…del….porto”. Ma….ecco, l’onda del porto…distrugge il porto, le navi, e va oltre seppellendo citta’, campi, travolge gente uccidendone una parte, lasciando nel dolore l’altra.

Ecco, amici. E’ accaduto. E tutto questo fa’ precipitare nell’angoscia di fronte all’impotenza e al dolore. Non ci resta che pregare per loro, ma col silenzio del cuore…mentre le nostre mani operose devono prodigarsi ad aiutare, nei limiti delle possibilita’.

Le LORO mani operose stanno gia’ lavorando. I giaponesi, gente bella e laboriosa, che ha una cultura di un valore immenso. La filosofia, l’arte, la tecnologia…ma soprattutto l’umanita’ di questa gente, che seppur piegata, non si arrendera’.

Il sole e’ tramontato sull’Alba, in Giappone…la terra del sole che si leva.

NI-PON significa ALBA e….nella terra dell’Alba…questa risorgera’. E….pur nel dolore e nella sofferenza dei postumi di  una tale disgrazia, questa gente fiera dira’ che…..”un nuovo giorno e’ cominciato…per noi”.

Speriamo che..l’alba di  qeusto… nuovo giorno  sia presto, e che il DRAGO si addormenti, e non si risvegli mai piu’…se non per dare….quel bene e quella sapienza che, per loro, e’ un..suo dono. Un dono che essi coltivano, anche…e forse soprattutto, nei momenti difficili. Come lo e’ questo, dove ancora…la terra trema.

CIAO AMICI

Marghian

 

❀ Rоѕa ❀

♥ Chiunque può simpatizzare con il dolore di un amico,ma solo un animo nobile riesce a simpatizzare con il suo successo ♥

MI...semplicemente ♪☕♫

Le belle parole dei saggi e dei poeti di tutto il mondo mi aiutano spesso a dire quello che non so esprimere

Chi trova un amico trova un tesoro

La vita è il frutto della nostra immaginazione

Marghian - Music blog

Just another WordPress.com site

Semprevento's Blog

Amo il vento e tutto ciò che accarezza

Cayenna

Essere se stessi contro ogni violenza

la vita va...

Just another WordPress.com site

MALI & LINO

Just another WordPress.com site

~ A l b a ~

camminando insieme a voi.....

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: