Archive for maggio 2014

NELLE LUNE DEL SISTEMA SOLARE, FIUMI E LAGHI DI METANO, VULCANI CHE SPUTANO QUASI ESCLUSIVAMENTE ACQUA, ED OCEANI SOTTO LE CROSTE GHIACCIATE – PRIMA PARTE

SISTEMA SOLARE: MONDI GHIACCIATI

PRIMA PARTE

enceladus_ice_moon“Enceladus”-ice moon”

*        *

 Una delle più piccole lune di Saturno, Enceladus, potrebbe nascondere sotto la sua superficie un grande oceano di metano dal fondale roccioso e potenzialmente in grado di ospitare la vita” è quanto scrive la prestigiosa rivista “Science” in uno dei suoi recenti articoli. “La scoperta- continua ancora l’articolo- parla italiano, e si deve al gruppo di Luciano Iess dell’università “La sapienza” di Roma sotto il patrocinio dell’ASI, l’agenzia spaziale italiana.

Infatti, lo studio che e’ stato condotto in collaborazionie con il famoso Californan Institute of Tecnology e con il “Jet Propulsion Laboratory di Pasadena (distretto di Los Angeles) della Nasa, ha confermato l’esistenza di un vasto “oceano” d’acqua, uno “strato” d’acqua allo stato liquido ricoperto dalla “crosta” ghiacciata-anzi, per l’esattezza fatta di solo ghiaccio!- della piccola luna. Stando a quanto dichiarato a “Science” da Iess, ”I dati sono sorprendenti”, e c’e una ragionevole certezza aggiunto – che in quell’oceano nascosto possa esistere un ambiente potenzialmente favorevole alla vita”.

 Personalmente, lo scienziato ritiene che la probabilità di esistenza della vitaa sia molto bassa, ”ma non tanto bassa da poterla escludere del tutto; anche una piccolissima probabilità sarebbe un risultato straordinario’ ha poi dicniarato. I ricercatori hanno spiegato che, a favore della possibile esistenza di qualche forma prebiotica, è fondamentale il fatto che l’oceano di Encelado poggi su un fondale roccioso, in quanto questo implica che l’acqua sia a contatto con dei minerali, ad esempio silicati: una condizione cioè nella quale potrebbero verificarsi fenomeni complessi con reazioni chimiche e fisiche di notevole interesse.

 Un oceano, dunque, esteso forse quasi quanto tutta la superficie visibile della piccola luna di ghiaccio, satellite di Saturno, che ha un diametro di circa 500 chilometri. La piccola luna Enceladus aveva attirato l’attenzione degli studiosi e ricercatori di tutto il mondo, dopo la scoperta di misteriosi “geyser” che si sprigionavano da lunghe spaccature sul ghiaccio della sua superficie; spaccature che glòi scienziati hanno battezzato “graffi di tigre”. Getti d’acqua e vapore ricchi di sali, scoperti nel 2005 nel polo Sud della luna di Saturno grazie alla missione Cassini (tuttora in corso), alla quale l’Asi collabora con Nasa ed Esa, la gia’ citata “Agenzia Spaziale Europea”. “Un fenomeno sorprendente”, ha osservato il principale responsabile della ricerca Luciano Iess , e ciò in quanto, nonostante una temperatura alla superficie di meno 180 gradi, Encelado sia un corpo assolutamente freddo, possiede comunque una sorgente di energia in grado di sciogliere il ghiaccio, mantenendo internamente all’oeano l’acqua allo stato liquido”.

 La sonda Cassini, all’epoca, aveva rilevato nei getti d’acque e di vapore la presenza di materiale organico- e cioe’ alcuni “condimenti” della vita, se pure non ancora “la vita”.  Enceladus, dunque, è “sotto i riflettori” della sonda “Cassini”. Giunti a questo punto della questione, dunque, studiare la struttura interna di questa piccola luna è diventato il nuovo “target” di “Cassini” , che da dieci anni ormai “ronza” attorno a Saturno, esplorando anche i suoi mitici anelli e le sue lune con strumenti che continuano ancora a lavorare in modo impeccabile. E si prevede che la missione andrà ancora avanti per altri tre anni, fino al 2017. Gli “occhi” di “Cassini” hanno “visto” che l’oceano nascosto si trova a circa 30-40 chilometri sotto il polo Sud di Enceladus, con una massa d’acqua estesa almeno fino ad una latitudine di 50 gradi . Ma, per i ricercatori, non si può affatto escludere che il “mare di Enceladus si estenda sotto tutta l’intera sua superficie.

Il “metodo usato per la scoperta è il seguente: sono state le misure dell’attrazione gravitazionale esercitata da Enceladus sulla sonda ad aver permesso la scoperta. Infatti, nel “polo sud” della luna c’è una depressione profonda un chilometro, i ricercatori si aspettavano una minore attrazione della gravità, invece hanno constatato che così non era. La spiegazione di tale risultato inatteso si trova nel fatto che “in profondità esiste una massa più densa del ghiaccio, una massa d’acqua”. La sonda Cassini continuerà a raccogliere nuovi dati, grazie alle sue ancora brillanti prestazioni. “Pero’”, spiegano Iess e colleghi, “ nel 2017, anno in cui è previsto il termine della missione,  la sonda non potrà comunque andare avanti per mancanza di carburante e precipiterà nell’atmosfera di Saturno”.

  *——————–*——————-*

Ho riportato la notizia di queta scoperta , cosi’ come l’ho appresa leggendo nel web. La notizia risale al 4 aprile scorso. Ho riportato qualche stralcio delle parole “testuali” dell’articolo apparso su “Science”. “Oceano di acqua liqnida ricca di sali sotto la superficie di una luna di Saturno”. Una novità? Enceladus un caso unico? No, come vedremo nella *seconda parte.

 CIAO

Marghian

Annunci

UNA VOCE DALLA MIA TERRA: MARIA LUISA CONGIU- “PINTURAS”

E’ una tra le tante-belle- voci sarde. E’ la voce di

MARIA LUISA CONGIU

(Con la collaborazione vocale di Pier Luciano Pigliaru)

Nel vastissimo repertorio della cantante folk Maria Luisa Congiu ho scelto

 

PINTURAS

(Dipinti)

“Dimmi che cosa sei tu, dimmi che cosa sono io, in questa vita che fugge via senza fermarsi mai, senza sosta. Dimmi quando, dove , e dimmi.. da te lo crederò. Se la vita potesse essere fermata come in un dipinto per ammirarla, io vi imprimerei questo momento di sguardi e carezze, con i cuori che son stanze di amore, che palpitano insieme. Imprimerei l’amore sacro che ci unisce in questa armonia, circondato dalla musica,di dolci sospiri e poesia. L’hai visto quel dipinto, magico in una tela? Ha fermato il tempo , con la mano di “Raffaello”,”Leonardo”, “Giotto”. Hai visto quanta dolcezza nei tratti di una figura angelica? Se questo sembri svelare segreti a chi la guarda, non posso dirlo. Fermano il tempo che è passato, fermano momenti di qualche vita, dando a chi li ha impressi, la fama di mano da Dio benedetta. Io vorrei fermare lo spavento di quando dormendoti accanto, mostri agli occhi l’incanto delle tue membra pure come la neve. Dimmi tu, pittura, dimmi, non c’è confine, se la tela è fatta di musica ed il pennello è di poesia. Tu sei cielo senza una nuvola, di fiori e colori tu sei, sei l’aria con le stelle che splendono, la luna, il sole, il mio dipinto. Imprimiamo l’amore sacro che ci unisce in questa armonia, circondato dalla musica, dolci sospiri e poesia. Questo canto immortala l’amore, come un raro e notevole pittura su tela, dove io e te siamo il pittore che con le mani unite imprimono le scene della vita, la vita” (Testo di Maria Luisa Congiu)

CIAO

Marghian

LA FESTA-ED I PROBLEMI- DEL LAVORO

PRIMO MAGGIO

“LA CANZONE POPOLARE”, DI IVANO FOSSATI, RIASSUME

SIGNICATIVAMENTE L’ATMOSFERA DELLA RICORRENZA DEL

PRIMO MAGGIO. RICORRENZA CHE  IN QUASI TUTTO IL MONDO E’

RICONOSCIUTA  COME “LA FESTA DEL LAVORO”

quarto stato“Il quarto stato”

E’ una festa che nasce dalle lotte e dagli impegni  dei movimenti sindacali e del mondo dei lavoratori. Lotte che hanno portato alla conquista di diritti fondamentali. La lotta era inizialmente improntata soprattutto alla conquista del diritto alle otto ore di lavoro giornaliero. Le lotte per questo fondamentale diritto portarono alla emanazione di una legge che, nel 1866, fu approvata in America, nello stato dell’Illinois. L’”Associazione Internazionale dei Lavoratori”, conosciuta con il nome di “Prima Internazionale” si impegno’ affinchè leggi analoghe venissero approvate anche in Europa. Ci fu, nel settembre del 1882, sempre negli Stati Uniti, una manifestazione organizzata dai “Knights Of Labour”, i “cavalieri del lavoro”, una associazione che vide la luce nel 1869. Nel 1884. Questa associazione promosse un’altra massiccia manifestazione che porto’ poi ad una risoluzione che fu approvata all’unanimità, e che chiedeva che “quella manifestazione” si ripetesse annualmente in un giorno stabilito. Movimenti sindacali e di lavoratori vicini alle organizzazioni anarchiche  nonche’ alla stessa’”Associazione Nazionale dei Lavoratori” portarono alla scelta, come data della festività, il primo giorno di Maggio. Ma furono i gravi incidenti che nei primi giorni di maggio del 1866 si verificarono a Chicago a “consacrare definitivamente il primo maggio come festa del lavoro”.

Eventi questi noti come rivolta di hav Market e che culminarono con la reazione della polizia che sparo’ sui manifestanti causando molte vittime. Altri eventi di questo genere seguirono, altre rivolte e rivendicazioni operaie che, attraverso gli anni, hanno permesso al mondo dei lavoratori di far maggior “breccia” nel complesso cammino della lenta conquista dei fondamentali diritti. Questa ricorrenza del primo maggio è quindi dedicata al mondo del lavoro, un mondo fatto di tantissimi uomini e di tantissime donne che ogni giorno utilizzano il loro tempo e le loro energie per portare avanti l’esistenza con fatica e dedizione, sapendo di essere degne di peter operare in una società che sia sempre piu’ capace di offrire una vita piu’ giusta e dignitosa. Ecco che, ancora una volta, si alza quella “canzone popolare” che da forza alle braccia e coraggio allo spirito di ogni persona che lavora e da speranza anche a chi vuole lavorare. Si, il primo maggio è anche la festa di chi ambisce a trovare un lavoro.

Non lo è, certo, per chi vive i suoi drammi legati alla sfera lavorativa ed economica. Non e’ di certo una festa per chi lavora da sfruttato. E’, proprio per loro, un augurio, come lo è per chi lavora con criteri che si possono definire”umani”: quello di migliorare, sia nel lavoro stesso  che in ogni altro aspetto della vita umana e sociale.

CIAO

Marghian

 

MI...semplicemente ♪☕♫

Le belle parole dei saggi e dei poeti di tutto il mondo mi aiutano spesso a dire quello che non so esprimere

Con scudo e anfibi...

in direzione ostinata e contraria (Faber)

VIAGGIO VERSO CIELI LIMPIDI

La vita è bella comunque e a prescindere!

Chi trova un amico trova un tesoro

La vita è il frutto della nostra immaginazione

Pensieri...solo pensieri...

Per alcune persone, i libri fanno la differenza tra felicità e infelicità, speranza e disperazione, una vita degna di essere vissuta e una orribilmente noiosa.Anjali Banerjee♦♦Nel serpente il veleno è nei denti, nella mosca è nel capo, nello scorpione nella coda, nel malvagio in tutto il corpo.

Marghian - Music blog

Just another WordPress.com site

Semprevento's Blog

Amo il vento e tutto ciò che accarezza

Cayenna

Essere se stessi contro ogni violenza

la vita va...

Just another WordPress.com site

MALI & LINO

Just another WordPress.com site

~ A l b a ~

camminando insieme a voi.....

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: