Archive for luglio 2013

LA STRUTTURA DEL NOSTRO SISTEMA SOLARE POTREBBE COSTITUIRE “LA NORMA” E NON “L’ECCEZIONE”

IL NOSTRO SISTEMA SOLARE COSTITUISCE, FORSE, “LA REGOLA” E NON L’ECCEZIONE

other planet

Rappresentazione artistica di un “pianeta extrasolare” e della sua “stella madre”

*in questa immagine possiamo “ravvisare” il “passaggio”, su “disco solare alieno”, di un pianeta “interno”*

Fenomeno simile al “passaggio di Venere sul disco solare”

*     *     *

Ciao. Una decina di pianeti orbitanti attorno ad una stella “madre” (perche’ il sistema solare-cosi’ come anche gli altri sistemi planetari- si e’ formato dall’evoluzione di un “disco” fatto di gas, polveri, e “planetesimi”, i frammenti rocciosi che si “fondono insieme” a formare pianeti e “lune”..). E’ questo l’”identikit” di un sistema solare tipo il nostro. Da decenni, cioe’ da quando sono stati individuati  dei“sistemi solari in evoluzione” ad oggi, con la scoperta di decine di altri “sistemi solari” gia’ formatisi, gli scienziati ma anche noi, “uomini della strada”, ci chiediamo se gli “altri sistemi planetari” sono simili al nostro sistema solare o se non vi siano, invece, differenze anche notevoli, tali da precludere quella che e’ una delle massime speranze del nostro tempo: l’esistenza di vita su altri pianeti, oltre alla Terra, il pianeta sul quale viviamo, immersi in quel meraviglioso “eco-sistema” che chiamiamo “la vita”, fatto di varie forme viventi, dalle piante ai pesci, dagli insetti a noi, il tutto grazie alle “condizioni giuste” come noi le conosciamo e le consideriamo tali- non avendo, pero’, altri “termini di paragone”- se non quello, molto ristretto su sala cosmica, che “sulla Terra la vita c’e” , mentre ad esempio su Marte, o su Venere, “la vita non c’e” (o almeno questa  non e’presente in modo cosi’ evidente come sul nostro pianeta; potrebbero trovarsi li’ soltanto dei microrganismi, e la vita sarebbe visibile, davvero,  “solo al microscopio”).

 Ma una ricerca portata avanti circa un anno fa dal centro di astrofisica dell’universita’ di Porto, in Portogallo, ricerca condotta in collaborazione con l’universita’ di Ginevra in svizzera (li’ la scienza e’ di casa, si pensi all’acceleratore LCD), mostra come nei sistemi planetari “extrasolari” le orbite dei pianeti siano allineate (e cioe’ giacenti piu’ o meno sullo stesso piano orbitale) esattamente come, nel nostro sistema solare, lo sono le orbite di Mercurio, Venere, la Terra, Marte, Giove, eccetera. L’equipe di ricercatori analizzo’ le inclinazioni delle orbite dei pianeti in riferimento a dei dati dell’osservazione di stelle simili al Sole per mezzo del satellite Keplero e dello spettrografo HARPS.

 Nell’universo, dunque, ci sono tanti sistemi solari simili a quello di cui noi facciamo parte. I risultati, che  furono pubblicati su riviste scientifiche prestigiose come “Astronomy” e “Astrophisics”, mostrano come le orbite dei pianeti raramente si “discostino” dallo “standard” cui il nostro sistema solare ci ha abituati; questo da’ forza all’idea che i sistemi solari si formino da un “disco” di materia. La struttura dei sistemi solari che sono stati studiati si mostra molto simile a quella del nostro sistema solare. “Cio’ dimostra come le modalita’ di formazione del nostro sistema solare sia una cosa comune, quasi “la norma” e non l’eccezione”, affermo’ uno dei ricercatori del centro di astrofisica portoghese, “questo-disse ancora lo studioso-“potra’ esserci di aiuto nello studio degli altri sistemi solari, in particolare per cio’ che concerne l’individuazione di pianeti “candidati” ad ospitare la vita, su di pianeti simili alla Terra (il riferimento, naturalmente, e’ alla vita come noi la conosciamo).

 Quasi ad avallare quanto esposto sopra, l’astronomo Mirko Tuomi ha analizzato i dati disponibili su una stella in particolare, la cui sigla e’ HD10180, dati ottenuti tramite uno strumento chiamato “cercatore di pianeti a velocita’ radiale”, e studi piu’ recenti hanno rilevato che la stella, distante “solo” 130 anni-luce e per questo “piu’ facilmente osservabile” e che si trova nella costellazione del “serpente di mare”, possiede ben sette pianeti. Da studi ancora piu’ dettagliati, risulterebbero esserci ancora altri due pianeti, nove in tutto, come nel nostro sistema solare (anche se nel nostro sistema solare, Plutonee’ stato “declassato” dagli astronomi  al rango “inferiore” di “pianeta nano” o di KBO-kuiper belt Object-“oggetti della cintura di Kuiper…un planetoide, insomma ..).

Ma io non credo, personalmente, che il numero di pianeti di un sistema solare sia determinante per “candidarlo” ad ospitare la vita (e’ sbagliato il ragionamento “o sono nove..o non c’e la vita”).

 I pianeti di quel sistema avrebbero dimensioni variabili fra 60 volte la massa della Terra (si pensi ad un pianeta come Giove, o Saturno…) ad uno che avrebbe una massa di sole 2,4 masse terrestri; uno dei piu’ piccoli fra i pianeti scoperti. Gli ultimi due pianeti- in ordine di “data della scoperta”- avrebbero masse rispettivamente di 1,9 e di 5,1 volte quella del nostro pianeta. Altra cosa interessante e’ che Questi due “nuovi pianeti” orbitano intorno alla stella HD10180 rispettivamente in 10 giorni ed in 68 giorni. Da questi dati si desume che questi pianeti sono molto vicini alla stella madre. Questo e’ un particolare importante, perche’ oggi noi siamo in grando di scovare pianeti extrasolari solo indirettamente, e quelli piu’ vicini alle rispettive stelle madri (e quelli piu’ grossi, “tipo Giove”) sono individuabili con minore difficolta’.

 CIAO

 Marghian

NELLE SERE D’ESTATE, CHE BELLO, SOTTO IL CIELO D’IRLANDA, ASCOLTARE…

“WELCOME POOR PADDY HOME”

(Canzone folk irlandese)

DANA HALEVI

(Cantante folk israeliana)

“Sono un vero nativo irlandese, Non potro’ negare mai quello che sono. Sono nato nella dolce cittadina di Tipperary distante tremila miglia. 

Allegria, allegria per me, ragazzi, mai piu’ desidero vagabondare Perche’ il sole splendera’ nel tempo del raccolto per dare il benvenuto al povero Paddy a casa.

Le ragazze sono allegre e vivaci, Loro ti prenderebbero per mano, dicendo “Jimmy, mio caro, vuoi venire con me?” per dargli il benvenuto  a casa.
 
Allegria, allegria per me, ragazzi, mai piu’ desidero vagabondare,  Perche’ il sole splendera’ nel tempo del raccolto
per dare il benvenuto al povero Paddy a casa.

Entrarono nella  nazione straniera, e si sparsero per ttto il paese..il cavallo, la mucca, la capra, pecora e la scrofa
Ed incapparono nelle mani degli stranieri

Allegria, allegria per me, ragazzi, mai piu’ desidero vagabondare, perche’’ il sole splendera’ nel tempo del raccolto
per dare il benvenuto al povero Paddy a casa”.

Lo scozzese può vantarsi del cardo, E l’Inghilterra della rosa. Ma Paddy può vantarsi dell’Isola di Smeraldo
Dove il caro, piccolo trifoglio, cresce” 

 Allegria, allegria per me, ragazzi, mai piu’ desidero vagabondare perche’ il sole splendera’ nel tempo del raccolto per dare il benvenuto al povero Paddy a casa” (Taraduzione Marghian).

/******************/

Ho scoperto questa canzone per caso, ascoltando musica su You Tube. Mi sono divertito a farne anche una mia versione “strumentale”.

E’  COSI’ BELLO, NELLE SERE D’ESTATE,  ASCOLTARE LA MUSICA ED I CANTI

SOTTO IL CIELO D’IRLANDA

CIAO, AMICHE ED AMICI

Marghian

VIAGGIO VERSO CIELI LIMPIDI

La vita è bella comunque e a prescindere!

Chi trova un amico trova un tesoro

La vita è il frutto della nostra immaginazione

Pensieri...solo pensieri...

Per alcune persone, i libri fanno la differenza tra felicità e infelicità, speranza e disperazione, una vita degna di essere vissuta e una orribilmente noiosa.Anjali Banerjee♦♦Nel serpente il veleno è nei denti, nella mosca è nel capo, nello scorpione nella coda, nel malvagio in tutto il corpo.

Marghian - Music blog

Just another WordPress.com site

Semprevento's Blog

Amo il vento e tutto ciò che accarezza

Cayenna

Essere se stessi contro ogni violenza

la vita va...

Just another WordPress.com site

MALI & LINO

Just another WordPress.com site

~ A l b a ~

camminando insieme a voi.....

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: