Archive for agosto 2012

ANCORA C’E CHI SOSTIENE QUESTO: ASSURDO, EPPURE…..

C’E CHI GLI CREDE!

“La Terra non ruota”

(Come “dice” la Bibbia)

“La Terra non sta girando. Questo lo dicono gli scienziati, mentre la Terra e’ ferma….”. Il commento del video e’ in inglese, ma il discorso e’ intuitivo (appena avro’ tempo tradurro’ parte del commento). Ancora oggi si sostiene che la Terra e’ ferma e che “ovviamente” tutto il resto le gira attorno, come “dice” la Bibbia. Che ne pensate? Vi lascio con un pensiero: “Non e’ la Bibbia a sbagliare, ma chi la interpreta” (firmato: Galileo galilei). Ciao.

Marghian

BUON FERRAGOSTO!

“FERRAGOSTO”

Quando ero piccolo questa parola mi divertiva e mi incuriosiva insieme. “Agosto di ferro”, pensavo, “e’ perche’ a meta’ agosto fa caldissimo e magari e’ per questo che lo chiamano cosi’”.  Invece non e’ cosi’, mi sbagliavo e di grosso!  Piu’ avanti negli anni, leggendo, appresi che il termine “ferragosto” deriva dalla espressione latina “feriae Augusti” (le “ferie di Augusto”) che si e’ andata via via trasformando nella locuzione italiana “Ferragosto”. Le “feriae Augusti” indicavano una festivita’ che l’imperatore Augusto istitui’ in suo onore e che fu aggiunta alle festivita’ piu’ antiche che si celebravano durante lo stesso mese, come i “Consualia” in onore della divinita’ Conso, celebrazioni che cadevano intorno al 21 agosto e con le quali si “festeggiavano” il grano ed i raccolti, cui questa divinita’ sovrintendeva. Le “Consualia”  si celebravano con dei riti davanti ad un altare sotterraneo del “Circo massimo” e che, per queste occasioni, veniva portato in superficie. Le celebrazioni prevedevano inoltre le corse di cavalli e di altri animali da tiro. Di tutto cio’ rimane traccia, ancora oggi, in certe manifestazioni “equestri” come il Palio di Siena.

 

Le antiche “feriae Augusti” avevano chiaramente fini che oggi definiremmo “di propaganda plitica” (si rammentino ad esempio il “sabato fascista” e lo stesso “ferragosto fascista”, per fare un accostamento abbastanza chiarificatore), ma non mancava per questo il fine di collegare fra loro le feste agostane, si’ da avere un “periodo di ferie” antelitteram” che veniva chiamato “augustales” (le  agostali). I festeggiamenti prevedevano anche le corse di cavalli e di altri animali,  come ho gia’ descritto a proposito dei “Consualia”. I lavoratori avevano l’usanza di porgere gli Auguri ai loro padroni, che davano loro una specie di mancia o compenso. Questa usanza si prolungo’ nei secoli fino a che, nel Rinascimento, la Chiesa la rese obbligatoria all’interno dello Stato del Vaticano. Non e’ perco’ un caso che le “Ferias Augusti” siano diventate “la festa dell’Assunta”, come sempre accade per via delle sovrapposizioni di tradizioni e di culti, dal “pagano” al “cristiano. Fatte chiaramente le debite differenze.

Il Ferragosto e’ poi (diciamo soprattutto) periodo di vacanze e di gite fuori porta. Ferragosto e’ “le ferie per eccellenza”. Io…le ho prese a luglio, ma questo non fa’…. Storia.

(una canzone..per il mare di Agosto)

BUON FERRAGOSTO!!!

Marghian

FESTINA LENTE, UN MOTTO CHE DOVREMMMO APPLICARE. MA E’ ANCHE UNA MUSICA. LENTA, CHIARAMENTE, MA BELLA.

FESTINA LENTE

“Festìna lente” e’ una espressione in latino.  Tradotta letteralmente, la frase significa “sbrigati lentamente”. Lo scrittore romano Svetonio, vissuto tra il 70 dopo Cristo ed il 126  dopo Cristo.   attribui’ questo motto all’imperatore Cesare Augusto.  Pare pero’ che la citazione fatta da Augusto negli scritti di  Svetonio fosse in greco, “speude bradeos” di cui appunto “Festina lente” e’ la traduzione latina.  Questo motto fu adottato successivamente anche da Cosimo de’ Medici  che associo’ questa frase ad una “tartaruga con la vela”, che era l’emblema della sua flotta navale.

Il senso dato al motto e’ quello di efficienza e di prudenza insieme. “Sbrigati ma lentamente”, sii efficiente, svelto ma…con ponderatezza”. Un bel significato, “un consiglio” che  proprio oggi suona di estrema attualità.  La fretta, lo stress, la cultura dell’efficientismo e, direi del materialismo sfrenati non ci permettono di vivere serenamente. Anzi, le cose che facciamo-naturalmente di fretta- vengono svolte persino male. E non si ha tempo di curare i rapporti umani, tanto siamo presi dalle “cose pratiche”. Che sono importanti, che vanno fatte, ma con quella prudenza di “latina saggezza” che oggi non guasterebbe. “Festina lente” e’ la frase che dovrebbe risuonare in noi ogni qual volta che la fretta ci sopraffa’. E questo accade molto spesso a tutti noi. “Festina Lente”, dunque. Con grinta ed efficienza ma con…tranquillita’ e serenita’.

FESTTNA LENTE E’ ANCHE…

 UNA MUISICA.  LENTA, NATURALMENTE.

CIAO

Marghian

CURIOSITY IS ON MARS, BUT…CURIOSITY IS OURS

CURIOSITY E’ SU MARTE, MA LA CURIOSITA’…

E’ NOSTRA

Traduzione didascalie video

“Venticinque novembre 2011, un  razzo Atlas 5 fu portato nella rampa di lancio Complex 41”  (conto alla rovescia ). “Nel 2009 il rover  marziano Spirit si areno’ nella polvere, per via dello scarsa aderenza”. Il rover gemello Opportunità  e’ tuttora operativo, ma  deve fronteggiare  le forti tempeste di vento per riuscire a mantenere abbastanza liberi dalla polvere i pannelli solari che lo alimentano…” L’ambiente marziano potrebbe essere insidioso per l’ equipaggiamento che stiamo mandando li’..”.  “Presentazione…del Mars Rover Curiosity”.  “Obiettivi primari: studio del clima e della geologia marziana; stabilire se Marte abbia potuto mai supportare  la vita; studiare le caratteristiche del suolo marziano, trovare un luogo privilegiato,  in vista di una futura missione umana su Marte..” (traduz. Marghian)

*****/////*****

Il rover Mars Science Laboratory della Nasa, chiamato “affettuosamente” Curiosity, ha toccato il suolo di Marte quando qui in Italia erano  le sette e un quarto. L’atterraggio e’ riuscito perfettamente secondo i piani, con grande entusiasmo degli scienziati del JPL (Jet Propulsion Laboratory) di Pasadena, California. Da poche ore l’apparato si trova li’, e gia’ ha inviato immagini e dati.  Lo scopo dichiarato della missione, l’ennesima dal “Viking” del ’76, e’ di scoprire definitivamente se il pianeta Marte “ha avuto od abbia ancora i requisiti fisici, geologici e chimici atti ad ospitare la vita in qualche forma”. Dunque non  di “vedere la vita”, sarebbe troppo bello, ma vedere se questa puo’ esserci stata od esserci ancora, in luoghi e modi non individuabili direttamente. Ad esempio nel sottosuolo. Requisito essenziale per questo studio, la presenza (soprattutto passata ma anche presente) di acqua allo stato liquido.

Le possibilita’ che Curiosity, rispetto alle macchine che lo hanno preceduto, di scoprire delle cose in tal senso, sono maggiori. Innanzitutto questo rover supera gli altri nelle dimensioni (pesa una tonnellata ed e’grande tre volte i rovers Spirit ed Opportunity due volte piu’ largo di uno di questi), ed e’ equipaggiato con strumenti scientifici molto piu’ potenti ed avanzati.  Detta strumentazione e’ stata fornita dalla Comunita’ Scientifica Internazionale. Lanciato il 25 novembre del 2011 con un razzo Atlas 5, il rover Curiosity e’ giunto poche ore fa su Marte, dove tra le altre cose sara’ capace di prelevare campioni di suolo, anche da una certa profondita’, munito com’e di un braccio robotica per lo scavo e la perforazione della roccia con potenti laser ed il prelievo dei campioni che analizzera’, inviando  poi i dati sulla Terra. Altri strumenti sturieranno la meteorologia di Marte, come non e’ stato mai fatto prima, e di concerto con le sonde che orbitano attorno al pianeta ormai da anni, come la Mars Global Surveyor e la Mars Reconnaissance Orbiter (MRO) della Nasa .

La zona scelta e’ quella del cratere Gale, ritenuto dagli scienziati di notevole interesse sotto i molti punti di vista della ricerca e delle indagini scientifiche, ritenuto un luogo che con molta probalilita’  abbia contenuto acqua ed ancora ne contenga in profondita’, oltre ad altre caratteristiche geologiche che consentiranno di capire qualcosa di piu’ sulla storia del pianeta rosso. Se c’e stata l’acqua allo stato liquido in abbondanza su Marte, per quanto tempo c’e stata? Quanto tempo fa Marte avrebbe “perso” l’acqua della superficie e l’atmosfera piu’ densa che doveva avere? Quest’ultimo particolare  molto importante (una densa atmosfera, in passato, capace di mantenere l’acqua allo stato liquido) ed i tempi o le epoche in cui le condizioni di Marte erano simili a quelle della Terra sono fra le cose piu’ interessanti e dalle innumerevoli implicazioni. Vedremo, nel tempo, cosa ci dira’ “Curiosity” in un anno, un anno marziano,della durata di circa due anni terrestri, di osservazioni. Noi , intanto, aspetteremo…*curiosi.

CIAO

 Marghian

Diviso tra il lavoro ed il mare (piu’ lavoro che mare) trovo il tempo di dedicare…

LEGATA AD UN GRANELLO DI SABBIA

Non certo al lavoro (al quale dedico fin troppo tempo) ma…

AL MARE ED ALLA BELLA ESTATE

CIAO, AMICI ED AMICHE

Marghian

 

Quando canta..recita. Mi riferisco a…

CHARLES AZNAVOUR

(DEVI SAPERE)

SI’, CHARLES AZNAVOUR NEL CANTARE…RECITA.

Ho sentito questa canzone qualche giorno fa. La conoscevo. Ricordo che quando la sentii la prima volta, da ragazzo, riconobbi nel testo qualcosa di familiare. Nel libro scolastico di francese c’era, come lezione, anche…”ma questa e’ la poesia che ho imparato a scuola!”. Infatti e’…

http://www.youtube.com/watch?v=imP01QEkQRs

“Il faut savoir”

“Vorrei sapere, pero’..io non lo so”. Questa frase mi  porta a riflettere su come sia difficile mettere in pratica “le nostre saggezze”. Come canta anche Umberto Balsamo: “”credere in cio’ che fai in fondo e’ facile, ^fare cio’ in cui credi, sai…e’ piu’ difficile”. “devi sapere….nascondere il pianto”… eccetera… pero’…. io non lo so (fare)”. Una morale alquanto vera, non trovate?

 

Ciao

Marghian

VIAGGIO VERSO CIELI LIMPIDI

La vita è bella comunque e a prescindere!

Chi trova un amico trova un tesoro

La vita è il frutto della nostra immaginazione

Pensieri...solo pensieri...

Per alcune persone, i libri fanno la differenza tra felicità e infelicità, speranza e disperazione, una vita degna di essere vissuta e una orribilmente noiosa.Anjali Banerjee♦♦Nel serpente il veleno è nei denti, nella mosca è nel capo, nello scorpione nella coda, nel malvagio in tutto il corpo.

Marghian - Music blog

Just another WordPress.com site

Semprevento's Blog

Amo il vento e tutto ciò che accarezza

Cayenna

Essere se stessi contro ogni violenza

la vita va...

Just another WordPress.com site

MALI & LINO

Just another WordPress.com site

~ A l b a ~

camminando insieme a voi.....

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: