MI CHIEDO SE L’UNIVERSO E’ UNO SOLO O…

NE ESSTONO ALTRI?

E ANCORA: LA REALTA’ E’  FORSE…

INTERATTIVA?

(psicologia quantistica)

L’universo e’ qualcosa che fa letteralmente girare la testa solo se si considera quanto questo sia grande. La mente umana si perde davanti ad una tale immensita’. Solo a guardare il cielo pieno di stelle, e nel pensare che queste sono solo alcune migliaia e non fra le piu’ lontane,  sapendo che queste sono miliardi di miliardi difficilmente si resta indifferenti. L’universo, cosi’ grande e vasto, strutturato in galassie e ammassi di galassie in numero di miliardi e distribuite su distanze di miliardi di anni-luce,  crea in noi fascino e confusione. La nostra Terra non e’ che una piccola sfera azzurra nel vuoto cosmico, con un volume di trecento trenta mila volte inferiore a quello del Sole, dal quale dista 150 milioni di chilometri, ed il Sole, una stella fra tante, dista ben quatro anni luce dalla stella piu’ vicina, che e’ una delle tre, quattro mila che vediamo ad occhio nudo nelle notti senza le nuvole. Una grandezza da farci restare pieni di stupore. L’universo, un pulviscolo di cui Terra, Sole, pianeti e asteroidi e comente del nostro sistena solare e le stelle stesse sono solo dei minuscoli granelli. Eppure tutta questa immensita’ e grandezza potrebbe non costituire tutto l’universo, o piu’ precisamente, potrebbe esistere qualcosa oltre questa grandezza. Un altro universo, ed un altro..ed un altro ancora..forse infiniti altri universi. Non lo sappiamo, ecco perche’ io MI CHIEDO se l’universo e’ solo questo, il nostro universo, o questo non e’ che una parte della realta’, una “bolla di spazio, di tempo, di materia e di energia confinata in una dimensione, anzi in piu’ dimensioni, una specie di “supersfera” a piu’ dimensioni spaziali ed una temporale, una entita’ distinta da altre..ma non unica. Mi chiedo: ci sono altri universi? Di cosa sono fatte tutte le cose nel nostro universo? E negli altri? E se ci sono altri universi, sono diversi dal nostro? O, come mi sovviene pensare, tra tante “possibilita’” gli universi sono simili fra loro o meglio “raggruppabili” in universi simili..come in “famiglie” di universi? “Universi fatti di materia organizzata in galassie simili alle nostre”, “universi costituiti solo da “vuoto quantico”, “universi che sono in contrazione” a differenza del nostro che si espande, “universi di antimateria”, ed altri con caratteristiche non da noi immaginabili..e ancora..altre “famiglie di universi”. Mi chiedo: esistono altri universi? Quali leggi fisiche, quali dimensioni e grandezze li regolano e li fanno esistere? Quale e’ nel nostro universo la giusta teoria? Esiste la “supergravita’”, esistono le “stringhe” che vibrando a mo’ di corde di violino, creano come “proiettori” nello spazio..le particelle che formano le cose?

Gli universi, cosi’ costituiti, sono in comunicazione fra di loro? Sono disseminati in uno spazio piu’ grande, ognuno come una stella a se’ oppure…sono tutti nello stesso luogo, “uno dentro l’altro” diversi solo come vibrazione intrinseca? Quale e’ la struttura dello spazio? E’ curvo verso se’ stesso o ha una curva negativa, come quella di una sella..che lo portera’ ad una espansione indefinita? L’universo, e dunque anche altri, si trovano dentro una delle “brane” adiacenti fra loro? Le dimensioni dello spazio sono piu’ di tre, come illustrato in uno dei video. I fisici stanno cercando di far “tornare i conti” e su questo lavoro si aggiungono altre dimensioni spaziali, ferma restanto, per adesso, una sola dimensione temporale, “la quarta” della fisica einsteiniana”. “La quarta” prima della concezione di un universo ora a  dieci dimensioni, ora a undici, ora a quarantadue dimensioni, come vuole la teoria del “supermondo” secondo la quale ad ogni particella -bosone e’ associata una corrispondente  “superparticella”- fermione (Elettrone-Selettrone, protone Sprotone, neutrino -neutralino….). L’universo che origina da vibrazioni quantistiche che avvengono in “subspazi”-dimensioni nascoste-, particelle virtuali percio’ non osservabili che generano effetti reali, “energia del vuoto”, e ancora piu’ in profondita’, in spazi sempre piu’ piccoli. Esiste qualcosa al di sotto delle grandezze piu’ piccole raggiungibili, che sono quelle di Planck? E’ li’ che si annida…l’essenza dello spazio, della materia, della massa e dell’energia? demtro la grantezza di Planck l’energia puo’ essere infinita?  Puo’ esistere invece…una sola superstringa o supergravta’ che tiene il tutto?

 *   *

E mi chiedo ancora: la realta’di questo e di altri universi e’ assoluta, indipendente dalla nostra esperienza o….la nostra esperienza e’ necessaria alla sua e loro esistenza? L’universo, e’ in pratica…interattivo? Possiamo noi, con il nostro pensiero, modificare la realta’ dandole una versione diversa a seconda di come noi, nell’intimo dell’anima o nella percezione soggettiva, vediamo le cose? Oppure ancora, tutto esiste in tutto come in un ologramma? In una sola particella (o piccola porzione di spazio e di tempo)…esiste anche tutto il resto? Dove portera’ tutto questo? Io mi chiedo. E..voi? Ciao.

Marghian

Annunci