GARDALAND: SENTI QUANTE CAMPANE SUONANO!

HO LETTO UN POST  CHE DENUNCIA UNA COSA MOLTO GRAVE.

LO RIPORTO COSI’ COME L’HO LETTO NEL BLOG DELL’AMICA SILVIA IN FONDO AL CUORE

NON AGGIUNGERO’ UNA PAROLA, QUANTO LEGGERETE PARLERA’…ANCHE PER ME.

*  *  *

“Leggo e riporto integralmente quanto scritto nel blog dell’Amica Virginia”:
“Come ho scritto nel post precedente grazie agli amici Marco e Antonella, mi sono resa conto che la discriminazione vive e vegeta proprio dove non ti aspetti. E’ al via l’iniziativa di discriminazione al contrario: se Gardaland non accetta le persone con sindrome di Down, noi blogger non accettiamo Gardaland. E spero lo facciano più persone; in particolare penso a tutti coloro che sono la fonte primaria dell’esistenza di un parco di divertimenti, i genitori e i bambini, inconsapevoli alimentatori di una ” mostruosità “! Agli amici frequentatori di questo blog la preghiera di diffondere il messaggio con l’accortezza, se fosse possibile, di utilizzare lo stesso titolo, per i post che verranno scritti dopo di questo. Il motivo è semplice: bisogna fare in modo che l’iniziativa compaia sulle prime pagine dei motori di ricerca. Essere sulla quindicesima, significa non avere visibilità. Buona scrittura e aggiungete man mano i link di coloro che aderiscono!

Blogger che hanno aderito all’iniziativa:

Trisomia 21: ” Forse non sapete che ”
Trisomia 21: “Gardaland: “Le due campane: Attrazione accessibile a tutti. “
Trisomia 21: ” Gardaland: quando a rispondere è un bimbo con la forza della semplicità “Trisomia 21: ” Gardaland: la lunga storia infinita… tutto ha un limite però! “Mizaar: “I Down a Gardaland sono down”

Mizaar: “Gardaland’s saga”
Accanto al camino: “Gardaland, l’omino coi baffi e la macchina del tempo…”Tagli e intagli: “Merry go round……dov’è il posto per Jim Crow su questa giostra?”Vinofollia: “JURASSIC PARK =GARDALAND”
Buona Cucina: “A Gardaland qualcosa si è inceppato”
Unpodimondo: “Gardaland Halloween: Divertimento Mostruoso… per tutti ma per qualcuno ancora di più!”
Unpodimondo: “Ancora su Gardaland e le persone Down: due articoli da “Il Mattino di Padova” e “Affaritaliani.it”
Mentre aspetto:“Gardaland:Senti quante campane suonano!”Paperi si nasce: “Gardaland:Senti quante campane suonano!”L’Architettura è un fatto d’arte: “Gardaland: Senti quante campane suonano!”Non Solo Lilla: “Gardaland: Senti quante campane suonano!”
Silykot: “Gardaland: Senti quante campane suonano!”Sdreng boys: ” Gardaland: Senti quante campane suonano! “Libera…mente: ” Gardaland: Senti quante campane suonano! “
C’è di mezzo il mare: ” Gardaland: Senti quante campane suonano!
Terra e Libertà: ” Le assurde discriminazioni di Gardaland “
Arti e Bagagli “Gardaland: Senti quante campane suonano!
Chit: “Gardaland, parco divertimenti, ma non per tutti”

http://prettyinpink175.wordpress.com/2011/10/30/gardaland-senti-quante-campane-suonano/

http://buonacucina.wordpress.com/2011/10/30/gardaland-senti-quante-campane-suonano/

http://mariella1953.wordpress.com/2011/10/30/gardalandsenti-quante-campane-suonano/

INSERIRO’ TUTTI  I VOSTRI LINKS..e mi scuso sin da ora se ne manchero’ qualcuno o..lo ripetero’.——————————->CIAO!!!!

*  *  *

“COPIATELO E FATELO GIRARE, E’ UNA VERGOGNA! LEGGETE QUI:

“Gardaland “vietato” ai Down. Il Coordown: “Caso unico al mondo”

Dopo l’ennesimo caso di attrazione negata, il presidente Silvestre ricorda che il “divieto ai Down” non esiste in nessuno dei grandi parchi internazionali: “Applicazione discutibile del codice penale”. Si lavora ad un protocollo, ma Gardaland aderirà?

ROMA – “Quello di Gardaland è un caso unico al mondo. Nessun altro parco giochi in Italia o all’estero vieta espressamente le sue attrattive alle persone con sindrome di Down, piuttosto vengono spiegati gli eventuali rischi ai genitori, che scelgono di assumersi la responsabilità di far salire i figli sulla giostra”. È duro il giudizio di Sergio Silvestre, coordinatore nazionale di Coordown (Coordinamento nazionale delle associazioni delle persone con sindrome di Down) dopo la denuncia, raccolta da SuperAbile.it, di una madre che ha visto negare al figlio di 16 anni due attrattive del famoso parco giochi, solo perché down. “Non è la prima volta che raccogliamo storie come questa. Ma è un’eccezione unica, una situazione che capita soltanto in questo parco di divertimenti. Neanche in strutture grandi come Disneyland o Eurodisney abbiamo mai sentito casi simili”.

Secondo Silvestre quello che accade a Gardaland è un’applicazione “discutibile” del codice penale in fatto di responsabilità del parco giochi, che viola però la Convenzione Onu sui diritti delle persone disabili e tutta la normativa antidiscriminazione. Proprio per far fronte alle denunce che si sono susseguite nell’ultimo anno il Coordown ha chiamato a raccolta i gestori dei parchi giochi, insieme ai costruttori delle attrattive e ai responsabili della sicurezza per arrivare a un protocollo di intesa in cui raccogliere le regole di prevenzione. Tra i principali obiettivi quello di informare i genitori sugli eventuali rischi, “cosa che attualmente non succede quasi mai- sottolinea Silvestre-. Solo se informati gli accompagnatori dei ragazzi possono fare scelte realmente consapevoli. Il criterio da seguire è quello di sconsigliare eventualmente un’attrattiva, non certo di vietarla”. Per la stipula del protocollo hanno già dato la loro disponibilità importanti centri di divertimento come Minitalia Leolandia di Bergamo, Zoomarine (vicino Roma) e Acqualandia (a Jesolo). Contattata anche Mirabilandia (Ravenna) La firma è prevista a breve. Resta ancora un’incognita però l’eventuale adesione di Gardaland. Se questa non dovesse arrivare, le associazioni delle persone con sindrome di Down sono decise a dare ancora battaglia. Già un anno fa, del resto, il Coordown aveva minacciato apertamente il ricorso a “iniziative legali a tutti i livelli, compresa la possibilità di una class action”. (ec)  (13 settembre 2011)”

DA:http://www.superabile.it/web/it/Home/index.html

E DA: http://silvia23459.wordpress.com/ 

*———————–*      

E’ difficile che ioi faccia un post “copiando” e *citando la fonte. L’avro’ fatto una, due volte. Ma..*questa volta si. lo faccio, e molto volentieri. Perche’ si tratta di lanciare un MESSAGGIO, un *MESSAGGIO che ha una importanza fondamentale…per denunciare simili INGIUSTIZIE…che non sembrano neppure *figlie del nostro* tempo.  Eppure…lo sono.

Saluto Silvia, Virginia e tutti voi che avete aderito e che aderirete a questa iniziativa.

*————————01 novembre 2011———————*

*Sapete l’ultima? “Sei lesbica? Non puoi dare il sangue” (fonte: “Giornalettismo“)

*—————-Gia’…succede anche questo————-*

CIAO.

Marghian

Annunci