Archive for luglio 2011

I GRUPPI SARDI SANNO ANCHE DIVERTIRE: “BANDA BENI”

I GRUPPI SARDI SANNO ANCHE DIVERTIRE:

“BANDA BENI”

Ciao. Il gruppo “BANDA BENI”, il cui nome significa “va bene”, “tutto a posto” era molto in voga negli anni ’70.  La caretteristica di questo gruppo sono state la prreparazione musicale e soprattutto l’ironia.  Molte loro canzoni sono dei “remake”, dei “riadattamenti” (oggi li chiamiamo “covers”) di brani celebri come ad esempio “Yesterday” dei Beatles che loro cantavano con il titolo di “ariseu”, ieri, appunto. Ma con un testo tutto diverso, “alla loro maniera” ironica e divertente. Ve la faro’ sentire, riassumendovi la traduzione in un commento. Ma per questo post ho scelto una canzone tutta loro, ironica e divertente….direi anche “graffiante” come capirete dalla traduzione del testo. la canzone e’ “ZIU LILLICCU” che a tradurlo…beh, sarebbe proprio… “zio lilliccu”, un “nomignolo ed insieme un diminutivo  tipico sardo che si applica a diversi nomi (“Lillu” o “lilliccu” starebbe per “franceschino”, o “giuseppino” od altro nome. nel testo compariranno altri “nomignoli” di questo tipo, applicabili anch’essi a diversi nomi (ad esempio, un certo signor Licu del mio paese  si chiamava in realta’ “leonardo”). Nomignoli che non richiamano direttamente al nome, come puo’ fare che so.”nino” che porta a pensare ad “antonio”. Qualche esempio di questo tipo lo troviamo anche nell’italiano: “mimmo” vi richiamerebbe, se non lo sapeste..a Domenico? Ecco lo “spirito” di questi nomignoli come “liccu, balliccu, chiccu”, esattamente come “mimmo” per “domenico”: apparentemente non ci appiccica. Vi traduco il testo de ZIU LILLICCU-ah, dovete sapere che “ziu” da noi sta anche per “signor”: “ziu giovanni” e'” zio giovanni” ma sta anche  per ” signor giovanni”-. La canzone come sentirete, contiene anche delle parole in italiano, ma per mia comodita’ ve la trascrivero’ tutta,  evidenziando in “neretto” le strofe tradotte dal sardo, cosi’ vi sara anche piu” facile seguire il cantato….e la traduzione.

LA CANZONE: “Quattro chili di pera, una cassa di melanzane al mercato, un chilo di fagiolini, quattro chili di pesche marce. Bevi vino a piu’ non posso, mangia formaggio senza pane dal mattino. E’ la vita del “galante” senza tasche e senza tanta umanita’.

Dal mattino, con l’asino, il berretto in testa, a lavorare. Un “ratto”-merdona, un panino, un litro di vino e’ cio’ che ho da mangiare. I fanciulli sempre a scuola non li voglio piu’ vedere qui a “marrar”-italianizzazione de “marrai“, zappare-: (piuttosto) un dottore, uno scienziato, e quell’altro che se ne rimane coricato.

Raccogliendo carciofini, con la schiena al sola, ma puoi credere! Dieci calli nei piedi, una coscia (gonfia, ingrossata)  come una pecora. Dice bene, lei, dottore: “ma si curi…non lo sa che puo’ morire?” Io lavoro le sue vigne, nel frattempo lei mi venga a seppellir.

Bella e’ si’ la vita, ma quando si puo’ mangiare…cosi’ mi diceva quando ero piccolino la mia mamma (“mammai”…”mammina”)  :)Oh, Yes.

Lavorando nella vigna con *Balliccu, Fisineddu e Srabadoi-salvatore- (i “nomignoli ” dei “colleghi”), quattro ore sudando al sole per spartirci un *pane (coccoi..un tipo di pane). “Gliel’ho detto, venga via “di” quella vigna, che’ non le conviene piu’ (il “dottore” di prima). Gli ho risposto “statti zitto, se no ti prendo a pedate nel sedereAh,guarda tu, la faccia da schiaffi-da suola..di scarpa- di chi denaro ne ha molto. Liberta’ ci vuole solo, per noi tutti non esiste piu’ galera. Stiamo uniti nella lotta, vero che lo dicono-i politici– di mattina e di sera. Che il diavolo se li porti, e la terra non li riveda mai piu’.

Cosi’ noi siamo in questo mondo aspettando l’ora di morire per dire “ah!-“finalmente!”-. Noi poveri, nella vita lavoriamo e non diciamo neanche “bah”-“non ci e’ permesso esprimere neppure un lamento-“. C’e chi rede su questa terra, c’e chi piange a diluvio ogni giorno… e’ per questo che aspettiamo Gesu’ Cristo per poterlo proprio vedere!

“Bella e’ si la vita, ma quando si puo’ mangiare, Cosi’ mi diceva quando ero piccolino la mia mamma”. Lavorando nella vigna con *Balliccu, Fisineddu e Srabadoi, quattro ore sudando al sole per spartirci un pane. “Gliel’ho detto, venga via “di” quella vigna, che’ non le conviene piu’ Gli ho risposto… “statti zitto, se no ti prendo a pedate nel sedere” (Banda Beni- Traduz. Marghian).

E qui, la parodia di Yesterday.

“Ieri, passeggiando nella piazza del paese di di Samugheo, non ti dico che cosa ho fatto io, ieri a Samugheo. L’altro giorno, di sicuro proprio l’altro giorno, tu eri viva (presente) e non ti sei fatta vedere. Oh, l’altro giorno….non ti sei fatta vedere. Io so cosa e’ stato, ma io non te lo dico (no tiddu nau)…sei tu che mi hai visto e non mi hai nemmeno “odorato” (fragai..odorare ma anche “considerare”, “dare importanza”; fragai e’ usato anche per “corteggiare”…”cercare un amore”). Ieri, te lo gioro ero proprio io…se mi scappa poi te lo dico, a Samugheo, cosa e’ successo. tu lo sai…che pero’ non mi devi “stropicciare”-trattare male-…io so che a ballare sei andata con – il mio- compare. Ieri, tu mi hai offeso ma ora te lo dico: ero proprio nella piazza di samugheo, e mi sono  tutto….”**omissis”..***si capisce!!!!!

TENETE CONTO: NON E’,🙂 E SI NOTA..IL TESTO DI “YESTERDAY” ma una loro IRONICA RIVISITAZIONE  con tutt’altro SIGNIFICATO-  a parte il titolo.

*CIAO. 🙂

Marghian

Annunci

OGGI QUESTO LUGLIO QUASI AUTUNNALE MI HA APERTO UNO “SPIRAGLIO”:

ERO AL MARE!!!!!

“Abba Rossa”: e’ qui che vado al mare, di pomeriggio, per una nuotava veloce”

ED OGGI CE L’HO FATTA, CARISSIMI AMICI ED AMICHE!!!!

Luglio, che quest’anno sembra voglia “vestirsi di novembre” come cantava Riccardo del Turco nella canzone “Luglio”, anni ’70, oggi ha un po’ concesso “una tregua”. Non certo il “massimo”, dato che al mare era quasi come nell’immagine  e..cinque o sei maccnine e tre, quattro persone che facevano il bagno. Quasi mi ricordava Vorgolio, che scrisse: “rari nantes….in gurgite vasto“,” pochi naufraghi….in un gorgo vasto“, riadattato da me cosi:’ questo post: ” pochi nuotatori nel vasto mare”. ma, tant’e, che a me nuotare piace, e pure se oggi era appena appena “accettabile”, verso le 17 dopo aver preso un caffe’ al bar, mi sono recato li’, alla spiaggia di Abba Rossa. Non ho fatto il tuffo che feci “ai vecchi tempi” e “giovani per me” ( *cliccate qui* e cercate il video  “al mare con famiglia“) ma la nuotata c’e stata davvero! Ed una immersione, a circa…5 metri (non ho voluto strafare per la schiena)  Ci andai, quest’anno, la prima  volta il…20 di giugno, credo…cosa che non e’ da me (almeno 50 nuotate me le faccio da maggio ai primi di ottobre), ma complici il -mal- tempo ed il mal (questa volta davvero…mal) di schiena, pure egli “d’accordo” con il clima  che mi ha concesso, dopo quella volta, ad andarci solamente oggi.

Tutto quanto vi ho scritto, per una semplice capatina al mare!!!!! Mi piace, amici ed amiche, e mi piace anche raccontarvi le piccole cose di me. Non amo solamente “barcamenarmi” fra discorsi filosofici ed argomenti piu’ o meno scientifici…mi piace anche andare al mare, ed amo raccontarvi di me, anche sulle piccole cose (il mare pero’ e’ GRANDE)  ma fa parte delle “piccole gioie” che, a ben pensarci, fanno la vita. A me piace raccontarmi e raccontarvi, sia che si tratti delle mie idee sull’universo, sia che si tratti di cio’ che ho fatto  in un pomeriggio di luglio, non tanto “estivo”.

A questa seguiranno altre mie  “scene di vita quotidiana”, anche da lungi trascorse, che seguiranno a questo post. Post che ha anche un altro scopo:

DAL MIO CUORE: BUONA SETTIMANA, AMICI ED AMICHE!!!!!

Marghian

Vi racconto una cosa bella: una sonda NASA studiera’ da vicino un asteroide

LA SONDA DAWN STUDIERA’ DA VICINO

VESTA, A STONE IN THE SKY L’ASTEROIDE VESTA

/******************************/

Ciao.  “Dawn”  in inglese significa “alba” , e “vesta”, si intuisce, si riferisce alla dea Vesta,  venerata dagli antichi romani sin dalla fondazione della citta’ come divinita’ protettrice del ” focolare domestico”, dunque qualcosa che dava la vita, che illuminava e dava calore, e le vestali erano le sacerdotesse vergini consacrate a questo culto; la leggenda dice che la madre di Romolo e Remo fosse una Vestale. * Due nomi, l’alba ed il fuoco,  da far esclamare che sono “tutto un programma!”.

Si, un programma messo a punto dalla Nasa, che ha portato al lancio della sonda “Dawn” nel settembre del 2007, con lo scopo di studiare da vicino le caratteristiche degli asteroidi  Cerere e Vesta, due grossi “sassi”  che orbitano intorno al Sistema solare, a circa 2, 5 U.A. (l’Unita’ Astronomica e’ la distanza media tra la Terra ed il Sole-149.6  milioni di km- ed e’ usata come unita’ di misura soprattutto per valutazioni di distanze  su scala interna al Sistema Solare). Si trovano cioe’ nella cosiddetta “cintura degli asteroidi” o “pianetini”, migliaia di asteroidi di varie dimensioni, dalle poche decine di metri alle centinaia di chilometri di corpi come Ceres, che e’ quasi sferico e somiglia ad un pianeta ed ha una “geologia complessa”-sommovimenti della crosta, struttura a strati, “nucleo caldo” e fenomeni di “criovulcanismo” e con un diametro di ben 950  chilometri , e che possiedequasi un terzo della massa complessiva di tutti gli asteroidi dela cintura messi insieme!!!. La “cintura degli asteroidi” si trova fra Marte e Giove, e si pensa che si sia formata da un pianeta disintegratosi (il leggendario pianeta Fetonte) o che gli asteroidi che la compongano siano i frammenti di un pianeta mai formatosi, per via delle perturbazioni gravitazionali indotte da Marte, ma soprattutto da Giove, che supera in massa tutti i pianeti, Terra compresa.

La sonda “Dawn” raggiungera’ Cerere nel  2015, mentre per VESTA…ci siamo vicini, molto vicini! Da domani, 23 luglio,  in base alle informazioni che ho acquisito in questi giorni, DAWN dovrebbe iniziare ad orbitare intorno al secondo asteroide per dimensioni, VESTA, che ha un diametro di circa 500 chilometri. Da “altre fonti”, la fase di ingresso nell’orbita dell’interessante corpo celeste sarebbe cominciata gia’ da qualche settimana. In questo caso non occorre essere “precisi”, in quanto la sonda si avvicinera’ piano piano all’asteroide, e raggiungera’ l’altezza orbirale minima fra alcuni mesi. Manterra’ questa orbita “ideale” per circa un anno, durante il quale compira’ i suoi rilevamenti, che saranno esaminati poi sulla Terra, nei centri di elaborazione dati della Nasa. In questa fase di lenta “discesa a spirale” verso Vesta, la sonda scattera’ delle fotografie, sia nell’ottico che con altre frequenze, come l’infrarosso o le onde radio (sfruttando il pricnipio del “radar”: e’ grazie a cio’ che noi conosciamo la struttura della superficie di venere, essendo la sua densa atmosfera “opaca” alla radiazione ottica, ovverosia alla gamma di radiazione elettromagneticae corrispondente allo “spettro ottico”- che e’ quella che chiamaiamo “luce”-).

Su Cerere vi ho descritto diverse cose (la sua forma quasi sferica, le sue complesse caratteristiche geologiche- avrebbe come la Terra, una crosta solida di roccia e ghiaccio, una tenue atmosfera, un “mantello” che e’ la parte “fusa”, la lava che sostiene la crosta che in essa “galleggia” come fa la CROSTA TERRESTRE, fenomeni di vulcanismo con getti di “acqua ed altri elementi” che da ghiaccio diventano gas e liquidi freddi (si dice “criovulcanismo” e cioe’ “vulcanismo a freddo”) fenomeno questo garantito non solo da un “calore interno” ma anche da “effetti di attrazione” da parte di Giove o di altri asteroidi, anche piccoli, che URTANO Cerere ogni tanto, provocando sulla sua superficie anche “scosse di terremoto”.

Ma che dirvi ancora, di…VESTA?  Vesta ha una forma IRREGOLARE  come la maggior parte degli asteroidi della “fascia principale”, asteroidi si trovano pero’ anche fuori da essa e soprattutto  in una fascia esterna a NETTUNO ed a Plutone, ma  ancora troppo distante per le nostre esplorazioni: la fascia di Kuiper.  l’asteroide EROS di 40 chilometri di diametro e che ruota molto piu’ vicino alla Terra, ad esempio, ha la forma di una PATATA, come pure “a fagiolo” era la cometa HALE BOPP che passoì a 180 milioni di chilometri dalla Terra, e noi la vedemmo…che bella!!!!

Vesta ha una forma irregolare, non e’ come Cerere o..lo stesso Plutone, che si ritiene sia un….asteroide, piu’ grande ma “che faceva parte della “cintura di Kuiper” e che e’ stato declassato dalla comunita’ astronomica mondiale a “pianeta nano” o “planetoide”, eppure VESTA ricpre una grande importanza. le sue dimensioni, 500 chilometri, la sua relativa vicinanza per essere esaminato dagli scienziati e…la cosiddetta “differenziazione planetaria”, che e’ l’avere delle caratteristiche dinamiche di “differenziazione” appunto, fra “crosta”-capace di frantumarsi e risaldarsi- , “mantello”, “nucleo”.

la Terra, Marte, la Luna, Plutone, Cerere…VESTA, hanno queste caratteristiche. La luna di Saturno Enceladus ha lo stesso diametro di VESTA ma….e’ tondo come una biglia, e sono stati notati dei “solchi”, delle spaccature nel ghiaccio…e’ l’acqua liquida piu’ calda…che cerca di farsi strada!!!

Dopo aver viaggiato per  quasi quattro anni, percorrendo (non in linea d’aria..le sonde non lo fanno MAI!)  circa due miliardi e  mezzo di chilometri, la sonda DAWN orbitara’ attorno a questo simpatico ed interessante “sasso”  avvicinandosi ad esso sempre di piu’, “a spirale”, fino a quando sara’ a circa 100 chilometri, e se lo guardera’ ben bene, fino a farci LUCE dato il suo nome “alba” sui misteri di questo e degli altri asteroidi….e’ con l’amalgama di questi “sassi” che si e’ formata anche la Terra insieme al resto del sistema solare, e i gas piu’ leggeri e caldi se li e’ “pappati” il Sole -idrogeno che LUI cambia in ELIO….fusione nucleare calda!

Capire gli asteroidi e le comete e’ scoprire  cosa e’ il sistema solare, sapere di piu’ sull’universo, ed e’ anche…trarre elementi utili. L’uomo progetta (lo ah detto anche O’Bama!) di SBARCARE su asteroidi come Cerere o Vesta, ricchi di minerali, di acqua ghiacciata, di elio, metano, ed altro ancora. Vesta e’ poi un corpo celeste antichissimo, e studiarlo significa  guardare indietro nel tempo di ben quattro miliardi di anni, quasi l’eta’ dell’intero sistema solare. una misteriosa “protuberanza” in quell’asteroide incuriosisce gli scienziati: possibile antico vulcano o “la cicatrice di un antichissimo impatto con altro oggetto piu’ piccolo.

E non e’ tutto, amici ed amiche: qualche meteorite, uno in particolare, porta il “marchio” “Vesta“: si, e’ staato identificato come “frammento di Vesta” in base alla struttura del minerane, alla sua eta’ ed a parametri che non sono in grado di spiegarvi. Come e’ vero che sappiamo se un meteorite viene, ad esempio, DA MARTE. Uno di questi e’ tutt’oggi oggetto di discussioni: si vede una specie di “vermicello” fossilizzato”, e si pensa al fossile di un…batterio. E’ immane l’importanza di questa cosa (anche la scoperta di un solo microorganismo alieno, anche fossile, sarebbe una scoperta sconvolgente: scardinerebbe la nostra convinzione e la nostra “tranquillita’” che ci viene dal pensiero che la vita esiste solamente qui, sulla Terra” (Bill Clinton, quando era presidente degli USA).


Ancora una cosa bella. molto bella: fra le “emergenze planetarie” e’ tenuta in conto anche la collisione  di asteroidi anhe contro la nostra Terra. Andarci, piazzarci un esplosivo e devianre la traiettoria per salvare la Terra, ecco,  e’ una cosa utilissima e non certo facile. Ma e’proprio per questo che bisogna lavorarci su’, anche in questo senso, sin da ora. (ho scritto in fretta.correggero’ gli  errori di battitura dopo). Ciao.

Marghian

AUGURI, ALBA!!!!!!

TANTI AUGURI, CARISSIMA AMICA!!!

Auguri!!!!!
HO SUONATO PER TE UN  MIO “TANTI AUGURI” MODIFICATO

CHE STA—>>  QUI !!  *CERCATE “SUNRISE-alba- WISHES-auguri-“

( GIU’, IN FONDO ALL’ELENCO, ALLA LETTERA “S”)

***BUON COMPLEANNO, ALBA!!!!!!!!***

Marghian

DOPO LA FESTA DI S. PIETRO, VI ILLUSTRO UN ALTRO ASPETTO DELLE NOSTRE TRADIZIONI FOLKLORISTICHE E RELIGIOSE:

IS COGGIUS

CIAO

Vi chiederete cosa siano questi “coggius”, “coggios” o “goggios”, come viengono diversamente chiamati a seconda della parlata locale. Ve lo spiego in poche parole. “Is coggius” o ” sos goggios” sarebbero “i gaudii” o, nella fattispecie  “le lodi” che vengono cantate in onore di un santo. “Is coggius”-noi dell’oristanese li chiamiamo cosi’- sono componimenti in versi che decantano le gesta del “santo di turno”, le sue virtu’ eroiche, il suo martirio.  I “coggius” vengono cantati su una tradizionale e lenta  melodia, “da Chiesa”.

Il canto e’ accompagnato talvolta dall’armonium o da altri strumenti. Le “launeddas”-tipico strumento sardo a fiato che consta di tre canne- o l’organetto accompagnano i “coggius” quando vengono cantati in processione, mentre durante le celebrazioni in chiesa si usa spesso l’armonium, o l’organo. Anche io ho avuto la gioia di accompagnarli, anni fa: suonavo l’armonium nella parrocchia di San Pietro ed in quella di San Ciriaco a terralba. Li’ l’assemblea dei fedeli, per la festa di questo santo,che ricorre l’8 agosto, canta”is coggius de santu Triagus” (le lodi a San *Ciriaco). E cosi’, in ogni paese, per ogni santo festeggiato,  esistono…”sos goggios”,  come li chiamano nel Nuorese.

MELODIA DE “IS COGGIUS”

(Suonata da me, qui a casa..*Si apre pero’ tutta la cartella, andate sul titolo “IS COGGIUS”)

“COGGIUS DE SANTU PEDRU” (LE LODI A SAN PIETRO)

“Fundamentu assiguradu De sa cattolica fide, sos chelos nos aperide, Perdu apostulu sagradu.

*Fondameta garantite della cattolica fede,  i cieli a noi aprite, Pietro Apostolo consacrato

 In Betsaida naschisit custa lumbrera maggiore, de s’ EternuRe  splendore sagradas lughes apisit,

*In Betsaida nacque questo Luminare Maggiore, dell’ Eterno Re  splendore, la sacr  luci egli apri’

 Chi Gesùsu l’elegìsit ,universale preladu. Bos vidisit su Signore occupadu in sa pischer;

 *Poiche’ Gesu’  lo elesse (quale)  universale perlato (Sacerdote Universale) 

 *Da sa piùs alta manera bos fatesit piscadore;

*Voi vedeste il Signore (mentre eri) intento nella  (lavorare nella) peschiera; Di ben piu’ alta qualita’ tu diventasti pescatore:

 Cun rezzas de veru amore omines hazis piscadu.  Su nomen bostu Simone in *Cefas

*Con “reti” di vero amore, degli uomini tu hai pescato. Il nome vostro , “Simone”, in *Cefa”s-“roccia

bos commutesit, cando Gesùsus bos giamesit

voi cambiaste, Quando Gesu’ vi chiamo’

 Cun divina vocazione, corifeu e campione asu sou apostoladu.

 *Con divina vocazione, “portavoce” ed  esempio-guida- al suo apostolato

 *De sas portas celestiales sas giaes bos intreghesit, porteri bos ordinesit de sas salas eternales, eccedet modos mortale : s’ omine santu esaltadu.

* Delle porte celestiali le chiavi voi prendeste, portiere voi nominato  , delle sale eterne, che superano le cose di carattere mortale: l’uomo santo  e’ esaltato”.

*Tu es Petrus perda forte de eterna manu pulida, subra ue est elegida s’ecclesiastica corte ….”

*Tu sei Pietro, la pietra forte dalla eterna mano levigata, sopra la quale e’ eletta, l’ecclesiastica “schiera”…* (versine “parziale” dal web…traduzione : Marghian).

/——————————————————/

Ci sono alcune altre strofe, che descrivono il martirio del santo (sotto Nerone….eccetera)…ma bastano queste per darvi l’idea de..IS COGGIOS. Ciao amici ed amiche, buon FINE SETTIMANA!

Marghian

*////////////////////////////////*

*per coloro che, visitantomi per la prima volta e non avendo dimestichezza con l’interfaccia del mio sito, e volessero vedere  altre cose, basta cliccare ad esempio su “giugno 2011” o “maggio 2009 cliccando poi  sui titoli; oppure fare click  sulla “categoria“  indicata sotto  ogniarticolo,  ad esempio su “momenti“, “scienza“, “mistero” o “ricordi“.  *Ciao.

BUONA SETTIMANA, AMICI ED AMICHE!!!!!

Ogni giorno e’ simile ad  una piccola esistenza. Il primo mattino e’ come una piccola infanzia, le ore della mattinata sono come una piccola giovinezza; il pomeriggio invece e’ come una piccola eta’ adulta, mentre la sera somiglia ad una piccola vecchiaia.  La notte, quando ci si addormenta, e’ come una piccola morte. Il sogno, nel sonno, e’ un piccolo… “al di la’”-ne convenite?-.  Il risveglio, al mattino, e’ come una piccola..rinascita. Viviamo dunque ogni giorno come se fosse..*il primo” (Marghian)

/***********************/

FELICE SETTIMANA!!!!

BUONA SETTIMANA, AMICI ED AMICHE!!!!!!!

Marghian

IN AMICIZIA, ANCHE I NUMERI HANNO UN CUORE: LE MIE “STSTISTICHE”!

IN AMICIZIA ANCHE I (VOSTRI ) NUMERI HANNO UN CUORE

I NUMERI CHE MI FANNO FELICE: QUELLO DELLE VOSTRE VISITE!!

LE MIE…”STATISTICHE”  ME LO DIMOSTRANO

*———————————————-*

Ciao amici ed amiche. Pitagora (il “padre” del famoso teorena e delle amate-odiate- “tabelline” ) la sapeva lunga sui numeri. Arrivo’ persino alla conclusione, ancora oggi “scioccante”: “tutto e’ numero”. Pitagora era anche un .mistico, “leader” si direbbe oggi, di un “credo”, quello pitagorico, che contemplava tra le altre cose l’armonia della naturae,  il “precetto di non mangiare fave”, l’amore per gli animali (si dice che Pitagora, come San francesco, ci parlasse!!!) e concepiva la vita dell’anima  come “eterna” che si svolgeva  in un “ciclo di rinascite” che avrebbe condotto-meglio, “ricondotto” quest’ultima verso la perfezione;   concetto questo che egli prese dalla filosofia e dalla religione indiana (Buddha visse 150 anni prima di lui, ed “influenzo'” anche la filosofia greca. Non e’ un caso infatti, che anche per Platone la vita di un essere umano avveniva “in piu’ corpi” , “percorso necessario per “tornare”nell’Iperuranio -in greco, “oltre il Cielo”-dove tutto e’ perfetto, da sempre).

Ma ora io mi chiedo: se per Pitagora “tutto e’ numero”, e se oggi molti scienziati e matematici dicono che “tutto e’ matematica”, come la mettiamo con.il cuore? I nostri sentimenti sono tutti “calcolati” e le nostre esternazioni di gioia, di rabbia, di amore…sono risultati di calcoli fatti dal nostro cervello come sta facendo ora il mio pc, che fa dei ..calcoli per farvi leggere queste mie parole? O il cuore non puo’ essere..calcolato, o commisurato?

Possiamo, come argomento di questo post, rispondere “si’, “no”, “forse”…anche”. Quali che siano le nostre considerazioni, amici ed amiche, io ho in mente una risposta: in amicizia, anche i numeri hanno un cuore. Le mie “statistiche”  mi fanno vedere quanto voi mi visitiate ogni giorno od ogni settimana.

*/*/*/*/*

Ecco, tutto questo mi conduce ad un’altra considerazione, che va oltre il lato meramente “quantitativo” e che risalta invece quello “quantitativo” molto importante per i “numeri del cuore”.  La conclusione di tutto questo? IL..RISULTATO, PER ME, E’ IL SEGUENTE: 1+ (X Y * 1 1 2 3 5 8 13 21…Eccetera + Vs Amicizia)=   – – >

–  –  >  GRAZIE, AMICI!!!!

Marghian

MI...semplicemente ♪☕♫

Le belle parole dei saggi e dei poeti di tutto il mondo mi aiutano spesso a dire quello che non so esprimere

Nel giardino segreto

in fondo al cuore di ognuno di noi

VIAGGIO VERSO CIELI LIMPIDI

La vita è bella comunque e a prescindere!

Chi trova un amico trova un tesoro

La vita è il frutto della nostra immaginazione

Pensieri...solo pensieri...

Per alcune persone, i libri fanno la differenza tra felicità e infelicità, speranza e disperazione, una vita degna di essere vissuta e una orribilmente noiosa.Anjali Banerjee♦♦Nel serpente il veleno è nei denti, nella mosca è nel capo, nello scorpione nella coda, nel malvagio in tutto il corpo.

Marghian - Music blog

Just another WordPress.com site

Semprevento's Blog

Amo il vento e tutto ciò che accarezza

Cayenna

Essere se stessi contro ogni violenza

la vita va...

Just another WordPress.com site

MALI & LINO

Just another WordPress.com site

~ A l b a ~

camminando insieme a voi.....

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: