Archive for giugno 2011

SCUSATE L’ASSENZA: C’E LA FESTA!!!

CIAO AMICI. SCUSATE L’ASSENZA MA….

*C’E LA FESTA!!!!

“SS. PIETRO E PAOLO”. IL  PRIMO E’ (ANCHE)

*Parrocchia di S. Pietro di Terralba (prov. Oristano)

PATRONO DI TERRALBA

*-*-*-*-*

LA FESTA DEI SS. PIETRO E PAOLO E’ MOLTO SENTITA NEL MIO PAESE.  SI FESTEGGIA IN MODO PARTICOLARE  S PIETRO,  CHE NE E’ IL PATRONO.  IERI SERA, “VIGILIA”, C’E STATA “LA PROCESSIONE”  (NON CHE IO L’ABBIA SEGUITA PER TUTTO IL PERCORSO, QUESTO NO..MA…)* MA L’HO VISTA USCIRE DALLA CHIESA CHIESA  MENTRE I CAVALLI BARDATI, LA BANDA MUSICALE DI TERRALBA, IL SUONATORE DI “LAUNEDDAS” (1) *E TANTA GENTE,  ASPETTAVANO IL SIMULACRO DEL SANTO CHE, DOPO CHE  I *”CUNFRARAS” (2) LO HANNO COLLOCATO SU UN CARATTERISTICO CARRO A BUOI,  E’ STATO PORTATO  IN PROCESSIONE PER LE VIE DEL PAESE.

 LA PROCESSIONE E’ STATA RESA ANCOR PIU’ CARATTERISTICA DALLA PARTECIPAZIONE DI GENTE IN COSTUME (IL GRUPPO FOLK DI TERRALBA ED ALCUNI GRUPPI DI QUALCHE ALTRO PAESE VICINO),  ED UN GRUPPO DI RAGAZZI E RAGAZZE CHE VESTONO COSTUMI MEDIEVALI.

DOPO LA PROCESSIONE, I FUOCHI D’ARTIFICIO ED UN  CONCERTO  DI UN GRUPPO (COMPOSTO DA *MAESTRI DI MUSICA)  CHE SI E’  LETTERALMENTE *SPECIALIZZATO IN BRANI DI FABRIZIO DE ANDRE’.

“MALINDA MAI” E’ IL NOME DEL GRUPPO.  “PER LA CRONACA” VI SCRIVO ANCHE CHE I COMPONENTI SONO  SARDI. *CORRADO ATZEI DI ORISTANO, IL CANTANTE DEL GRUPPO, E’ CONSIDERATO  DAI CRITICI  IL MIGLIORE INTERPRETE  DELLE CANZONI DI DE ANDRE’ A LIVELLO NAZIONALE.

IERI NOTTE  MI HANNO ENTUSIASMATO. E SU QUESTO ERO IN BUONA COMPAGNIA…C’ERA TANTA GENTE…E SIAMO RIMASTI QUASI TUTTI FINO ALLA FINE DEL CONCERTO.

*/*/*/*/*/*

*E CI SONO STATE, E CI SARANNO, ALTRE MANIFESTAZIONIM COME LO SPETTACOLO DI CABARET E MUSICA CHE SI SVOLGERA’ FRA QUALCHE ORA.

*PROPRIO PER “SAN PIETRO” LUNEDI’ SCORSO E’ STATA APERTA UNA UNA MOSTRA DI PITTURA E DECOUPAGE,  DI CUI *IGANZIO VARGIU, IN QUALITA’ DI COORDINATORE DEL GRUPPO DI PITTORI CHE SI FA CHIAMARE “ARTINSIEME”  E PITTORE EGLI STESSO, HA ORGANIZZATO LA MOSTRA INSIEME AGLI ALTRI ARTISTI DEL GRUPPO NATO IN SENO ALLA ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO “ANTA AUSER”, ASSOCIAZIONE CHE SI OCCUPA DI ASSISTENZA AGLI ANZIANI E CHE PROMUOVE ANCHE ATTIVITA’ CULTURALI, CORSI, ATTIVITA’ RICREATIVE . 

QUESTI APPASSIONATI DI ARTE SI RITROVANO INSIEME ORAMAI DA ALCUNI ANNI,  DUE O TRE VOLTE ALLA SETTIMANA,  PER LAVORARE E SOPRATTUTTO PER…STARE INSIEME, COME HA PU’ VOLTE DICHIARATO LO STESSO IGNAZIO VARGIU, ANCHE ALLA STAMPA: “IL NOSTRO LAVORO NON E’ LUCRATIVO, E’ PASSIONE E SOPRATTUTTO AGGREGAZIONE SOCIALE, AMICHEVOLE CONDIVISIONE DI STILI E DI OPINIONI, E DI MOMENTI DI AGGREGAZIONE, E PERCHE’ NO? DI DIVERTIMENTO. E’ L’ARTE, APPUNTO, DI STARE INSIEME…E SU QUESTO  IL NOSTRO BILANCIO E’  SEMPRE “IN ATTIVO”, PERCHE’  NOI INVESTIAMO SUL CUORE E SULLA AMICIZIA INNANZITUTTO.  AMICIZIA QUESTA CHE CI TROVA UNITI NELL’ARTE MA ANCHE, OSEREI DIRE SOPRATTUTTO, NELLA VITA, ANCHE AL DI FUORI DELLA SPECIFICA ATTIVITA’ DELLA PITTURA. “QUESTA MOSTRA, IN EFFETTI, E’ IL FRUTTO DI UN LUNGO SODALIZIO FATTO DI AMICIZIA E PASSIONE, SCEVRA DA RIVALITA’ E COMPETIZIONI”.  COME DICE ANCORA IGNAZIO VARGIU, ” NESSUNO, SU QUESTO NOSTRO LAVORO, SI VUOLE PREGIARE DEL TITOLO DI “INSEGNANTE”. TUTTI NOI, RECIPROCAMENTE, SI IMPARA, E SI STA INSIEME. ECCO PERCHE’ IL NOSTRO GRUPPO SI CHIAMA “ARTINSIEME”.

UNA PAROLA, QUESTA, CHE E’ TUTTO UN PROGRAMMA, E CHE COMPENDIA MOLTO SIGNIFICATIVAMENTE TUTTO QUESTO.

8——————————————————————-8

*UNA GIOVANE PIANISTA MOLTO BRAVA, ALESSANDRA VACCARGIU, UN BAMBINO PIANISTA ALLIEVO DI ALESSANDRA, RICCARDO ROSAS, LA FLAUTISTA MARIA PIA LIXI ED UN CHITARRISTA MIO AMICO, IL BRAVISSIMO NICOLA SCHINTU, HANNO POI ALLIETATO QUESTA BELLISSIMA SERATA INAUGURALE, CHE ALTERNAVA LA MUSICA ALLA PRESENTAZIONE DELLE OPERE ESPOSTE, COMMENTATE DALLE’SPERTO DI ARTE, IL PROFESSOR ALBERTO PUTZOLU.

COME OSPITE DELLA SERATA, NEL CONTESTO DELLA PRESENTAZIONE DEI DIPINTI, E’ STATO CHIAMATO  ANCHE L’ARTISTA MARCO SERRA, PER UN BREVE INTERVENTO.

GLI ARTISTI VENIVANO CHIAMATI A GRUPPI,CHE  DI VOLTA IN VOLTA SALIVANO SUL PALCO . UN ALTRO COLLABORATORE, IL SIGNOR  REGINALDO, UNA PERSONA DISPONIBILE  E MOLTO ATTIVA ALL’INTERNO DELLA ASSOCIAZIONE “ANTA AUSER”, IN QUALITA’ DI INFORMATICO DEL GRUPPO ORGANIZZATORE, FACEVA GIRARE SUL MONITOR DEL COMPUTER LE IMMAGINI DEI QUADRI CHE, GRAZIE AD UN PROIETTORE, VENIVANO PROIETTATE SU UNA PARETE, AFFINCHE’ ANCHE  IL PUBBLICO IN PLATEA LE POTESSE VEDERE. LE OPERE, COSI’ PRESENTATE,  VENIVANO COMMENTATE DAL GIA’ CITATO PROF. ALBERTO PUTZOLU, IL QUALE HA ESPOSTO LE SUE CONSIDERAZIONI E VALUTAZIONI TECNICHE ED ARTISTICHE SU OGNI OPERA PRESENTATA, “ENTRANDO” SIMPATICAMENTE, OLTRE CHE PROFESSIONALMENTE  ANCHE NELLA “PERSONALITA'” DEL’AUTORE (con qualche  considerazione tipo”ecco, signora…si vede che le piace il mare, e questi colori richiamano alla nostalgia di qualcosa che…”).

I SUOI COMMENTI SONO STATI DI APPREZZAMENTO E DI POSITIVA VALUTAZIONE, SIA SUL PIANO TECNICO CHE ARTISTICO, DELLE OPERE ESPOSTE NELLA MOSTRA.

UNO DEI MOMENTI PIU’ BELLI ED EMOZIONANTI E’ STATO IL MOMENTO IN CUI IGNAZIO VARGIU HA  DONATO UN SUO QUADRO ALLA PIANISTA ALESSANDRA VACCARGIU. L’OPERA, CHE IL VARGIU HA INTITOLATO “NOTE NELLA NOTTE”, LA RITRAE, DI PROFILO, MENTRE SUONA IL SUO STRUMENTO , IMMERSA IN UN “CHIARO DI LUNA”, QUASI A VOLER RENDERE L’IDEA, IN IMMAGINI E COLORI, DI UNA MUSICA DA SOGNO. ALESSANDRA, UNA RAGAZZA DOLCE E CORDIALE, NON POTEVA CHE ESSERNE FELICE. E LO SIAMO STATI ANCHE  TUTTI NOI CON LEI.

/*************************/

LA FASI DELLA SERATA SONO STATE BEN INTERCALATE DALLA PROFESSIONALITA’ E DALLA SIMPATIA DELLA BRAVISSIMA PRESENTATRICE GLORIA SANNA, “COADIUVATA”, DICIAMO COSI’,  DA IGNAZIO VARGIU CHE, OLTRE AD AVER “INTRODOTTO” LA MANIFESTAZIONE CON UN CALOROSO ED INFORMALE  “CIAO A TUTTI”, SALIVA OGNI TANTO SUL PALCO PER QUALCHE PRESENTAZIONE E…QUALCHE BATTUTA DI *SPIRITO, COSA QUESTA CHE DI CERTO NON GLI  MANCA (VE LO POSSO GARANTIRE!).

*//*/*//*//*

E’ STATO UN BELLISSIMO MOMENTO ANCHE PER NOI DEL PUBBLICO, CHE DALLE SEDIE DEL LOCALE “EX CINEMA PARROCCHIALE DI TERRALBA” ABBIAMO ASSISTITO CON GIOIA A TUTTO QUESTO.

*//*/*//*//*——-*//*/*//*//*

NEI PROSSIMI GIORNI, IL SANTO PATRONO DI TERRALBA SARA’ ONORATO CON ALTRE DUE BELLE MANIFESTAZIONI: IL CONCERTO DELLA BANDA “GIUSEPPE VERDI DI TERRALBA” CHE SI TERRA’ ALL’APERTO SOTTO LA GUIDA DEL MAESTRO GIUSEPPE CONGIA, ED IN FINE QUELLO DEL CORO POLIFONICO “RES NOVA” DI TERRALBA CHE SARA’ DIRETTO DAL MAESTRO *DANTE MUSCAS.

LA REALIZZAZIONE DI TUTTO  QUESTO E’ STATA POSSIBILE ,  ANCHE QUEST’ANNO, DALLA VOLONTA’ DEI TERRALBESI, SOPRATTUTTO NELLE PERSONE DEI MEMBRI DEL COMITATO DELLA FESTA CHE IO, COME CITTADINO, MI SENTO DI RINGRAZIARE VIVAMENTE.

CONCLUDO CON UN AUGURIO: CHE QUESTE TRADIZIONI CULTURALI,  FOLJLORISTICHE  E ANCHE..DI FEDE (che e’ uno degli elementi “chiave” di ogni comunita’) VENGANO TENUTE SEMPRE VIVE, E NON VEMGANO MAI TRASCURATE DA UNA SOCIETA’ CHE, SAPPIAMO, E’ SEMPRE  PIU’ SOFFOCATA DAL MATERIALISMO E DALLA “CULTURA DELLA FRETTA”, COME IO LA CHIAMO, E PERCIO’ SEMPRE MENO ATTENTA AI VALORI GENUINI ED UMANI CHE SONO RAPPRESENTATI ANCHE  DA QUESTI FESTEGGIAMENTI.

UN AUGURIO E’ …”FINE A SE’ STESSO”.   FORSE, MA CON IL PORRE IN ESSERE INIZIATIVE COME QUESTE CHE VI HO DESCRITTO,  TALE SEMPLICE AUSPICIO….SI FA’ REALTA’.

7***************////////*****************7

CHE SI CONTINUI COSI’, SEMPRE. E NON SOLAMENTE… NEL MIO PAESE

*Deus Bòllada* – *Dio lo voglia, *come diciamo noi -.

< – 88888888888888888888888888888888 – >

CIAO, AMICI ED AMICHE.

(“Malinda Mai” nel *primo commento)

MARGHIAN

*——————————————————————————————————*

NOTE

 (1) “launeddas” o “sonos de canna”:  e’ uno strumento antichissimo tipico della Sardegna. Esso consta di tre “flauti di canna” di diversa lunghezza e spessore, si’ da ottenere e sonorita’ divers. Il suonatore di launeddas  e’ capace di trarre da questo strumento suoni ed armonie particolari, soffiando sulle canne con un fiato continuo, grazie alla cosiddetta “tecnica del respiro circolare” che il suonatore acquisisce con un lungo e costante esercizio.

(2) i “Cunfraras”- “confratelli”- :  sono i membri delle “cunfrarias”-“confraternite”-, associazioni di fedeli presenti in quasi tutti i paesi della Sardegna, che esistevano gia’ nel XIV e nel XV secolo, ma fu durante il XV secolo che tali confraternite si moltiplicarono e per volere della Chiesa acquistarono maggior prestigio, data la loro funzione principale, che era quella di far prevalere il credo cattolico su quello protestante, originatosi dalla “Riforma Luterana”.

*    *    *

*per coloro che, visitantomi per la prima volta e non avendo dimestichezza con l’interfaccia del mio sito, e volessero vedere  altre cose, basta cliccare ad esempio su “giugno 2011” o “maggio 2009 cliccando poi  sui titoli; oppure fare click  sulla “categoria”  indicata sotto  ogniarticolo,  ad esempio su “momenti“, “scienza“, “mistero” o “ricordi“.  *Ciao.

DEDICATO…COSA C’E DI MEGLIO PER SALUTARVI?

DEDICATO

Loredana Berte’

Ciao amici.  Radio Margherita, che  io ascolto in macchina,  e’ una fonte di idee per i posts sulla musica. Qualcche ora fa ho ascoltato “dedicato” una canzone molto bella di Loredana Berte’ (che come sapete e’ sorella della indimenticabile Mia Martini..ho pensato di farvela ascoltare da qui. Anche perche’..cosa c’e di meglio, per salutarvi, di una canzone…sulle dediche? Pero’..ci aggiungo qualche ….”strofa”:

“Dedicato ai miei amici ed a tutte le mie amiche

Cui voglio tanto bene

Dedicato ai saluti… che vi pervengono…anche da me

BUON FINE SETTIMANA!!!!!!

marghian

BERTAS, CON LA CANZONE “BADDE LONTANA”

* BERTAS *

BADDE LONTANA -“pensende a tie”


(Valle lontana- “pensando a te”)

*/*/*/*/*

Ciao. Il gruppo “Tazenda” e’ ormai diventato il complesso musicale sardo piu’ conosciuto da voi della penisola. Ma  molti anni prima altri gruppi musicali sardi si fecero conoscere nella itala peninsulare, persino nel resto del mondo. I BARRITTAS,  IL GRUPPO 2001, SALIS & SALIS sono  i nomi di alcuni di essi.

IN QUESTO POST VI FACCIO ASCOLTARE

I BERTAS, con la loro interpretazione de:

BADDE LONTANA. Ciao.

Marghian

IL MIO POST PIU’ CORTO: FUNZIONA!!!!

CIAO….FUNZIONA!!!!

HO FATTO UN “RIPRISTINO DELL’INTERO SISTEMA”

RIPORTANDO IL TUTTO A PRIMA DEL “DISGUIDO”.

“IN FACCIA AL WEB”-  MIA MUSICA “TIPO ORGANO”-

Marghian

LUNA ROSSA, ECLISSI DEL 15 GIUGNO 2011

LUNA ROSSA

LUNA ROSSA!

ECCOLA QUI!

Ciao. Ad evento avvenuto (purtroppo non ho avuto tempo ieri ed oggi di fare il post prima) vi scrivo qualcosa su questo affascinante fenomeno.  Il principio per il quale avvengono le eclissi sia di sole che di luna  e’ molto semplice. Infatti come ben sapete un astro “occulta l’altro” per semplice  reciproca “sovrapposizione” : la nostra stessa ombra e’ una eclissi, una formica od un gatto che guardassero il Sole o la Luna, se io mi interponessi fra la formica od il gatto e l’astro, la mia ombra impedirebbe  loro visione, generando una eclissi.

Ma perche’ la Luna appare spesso rossa? La ragione e’ molto semplice, amici ed amiche. Quando guardate un tramonto, o la luna piena al suo sorgere,  vedete il Sole “rosso” e la stessa percezione si ha della Luna. Nel corso di una eclissi  di luna come quella di questa sera, avvenuta poco fa, dalle 21, 20 circa alle 22, 10 circa e visibile in qusi tutta l’Europa centrale e da noi in Italia in  “versione parziale”, si verifica il seguente fenomeno, ovverosia che la Luna passa nel “cono d’ombra” creato dalla Terra allineata tra Sole e Luna (in questo caso si dice in gergo astronomico che la Lunae la Terra sono’ in “opposizione” ), ma una certa quantita’ di luce, “dai lati” della Terra, diciamo cosi’,  arriva alla superficie lunare, ma questa luce e’ “filtrata” dall’atmosfera terrestrem esattamente come fa con la luce del Sole al tramondo  o all’alba o con quella della Luna al suo sorgere e tramontare. Succede che l’atmosfera terrestre, comportandosi come un “prisma” devia-rifrazione- la luce secondo diverse angolazioni a seconda della frequenza di questo o di quel “colore”. La luce “rossa” viene deflessa in misura minore rispetto a quella degli altri “colori” poiche’ il “rosso” e’ dato da una frequenza  di onde piu’ lunghe tale che, a frequenze maggiori, noi non vediamo nessun “colore” ed e’ per questa ragione che tale spettro corrisponde all’infrarosso. Per quanto concerne ancora il fenomeno in esame, ecco che parte della luce solare attraversa l’atmosfera terrestre, illuminando di luce rossastra la Luna. Gli altri colori dello “spettro visibile”-la banda di frequenze elettromagnetiche della quale solo poche frequenze sono “luce visibile”-. A produrre questo suggestivo fenomeno “ci si mette” anche la luce prodotta dell’uomo, nelle  luci delle citta’ per esempio. Tutta luce che, filtrata dall’atmosfera-peraltro  inquinata dalle attivita’ umane, colpisce la Luna, la quale la “rmanda sulla Terra, e l’atmosfera..che fa? La….”arrossa” ulteriormente!!!

Ecco, un femomeno affascinante ancora oggi, pure se tutti sappiamo che la Luna, il Sole, le stelle non sono  delle “divinita’” ne’ “fiammelle accese dagli angeli” per illuminare le nostre notti. Eppure la natura, di per se’ stessa e/o per volere “originario”  di una Divinita’ (non ” fisica” ma Spirituale) ci regala questi spettacoli, le cui cause sono in realta’ di una semplicita’ estrema, come la luce di una candela che viene eclissata dal passaggio di una persona fra lei e chi la osserva .

Io credo che le leggi  del mondo siano in realta’ molto semplici, quella secondo la quale *tutto in verita’ sia molto semplice. *E forse e’ la mente umana ad essere  poco propensa a vedere tutto sotto questa ottica,  e fa di una “addizione”..un.problema, come si dice a scuola.

Certo, non occorre banalizzare, nel senso che per capire il mondo, od anche una particolare manifestazione di esso,  non basta una vita, e c’e bisogno di studiare tanto, non solo da parte del singolo individuo, ma anche da  parte di tutta l’umanita’, alla quale non e’ bastata la sua lunga storia, per capire il mondo che, anche con qeusti fenomeni, e’ capace di stupirci e di spingerci a conoscere sempre di piu, animati da quella molla che ci spinge fin da bambini, e che si chiama semplicemente…curiosita’!’. Come questa sera, nella quale io, in tutta semplicita’, vi ho esposto queste cose, cosi’ come le….*conosco? Mhhhhh, mah.

*/*/*/*/*

Non ho visto la eclissi, perche’ c’erano le nuvole. Ma non sono, anche queste, una..eclissi?  Voglio concludere con le parole di una canzone di E. Ruggeri: ” E’ la terra-la nostra visione “terrena “ed egocentrica- che ci nasconde..la Luna”-impedirci di vedere…oltre-. Altra eclissi, il limite della nostra mente. Ma se questa si apre, ecco che puo’ vedere la Luna, non solamente rossa, o bianca, ma con tutti i suoi..colori. Ciao.

*LA TERRA E LA LUNA* (E. RUGGERI)

(Che bella!!!!)

Marghian

AMICI….LA MIA CASA!!!!

LA MIA …CASETTA!!!

ENTRATA PRINCIPALE

L’ALTRA ENTRATA CON CORTILE, VERANDA, POSTO  MACCHINA E…2 CUCINE

(mica male.. 🙂 per un single)

SI, E’ LA MIA CASA NATALE E..DOVE VIVO, *”RUBATA” A “GOOGLE MAPS”

*/*/*/

Vi do qualche notizia storica e..curiosa

La mia casa , oggi, e’ molto diversa da come la conobbi da piccolo. Essa, di “originale” ha soltanto i muri interni-ovviamente restaurati-. Prima era una casa completamente diversa, “stile antico” perche’..e’ antica!!!

Tutto il mio vicinato era tipo “borgo medievale”,  compresa la mia casa che…mio nonno, a fine ‘800 compro’ per sposarsi…che era gia’ vecchia!!!

Quando avevo 10-12  anni, vennero per la prima volta i muratori, cui altre opere seguirono, le ultime curate da me. Dunque, io la conobbi..come era allora!!!

Una scala di legno pertava al “soffitto” che sono oggi le due stanze del  piano di sopra, ovviamete non sono come allora, e…l’attuale vano scala con una stanza matrimoniale formavano allora  un unico “cucinone” enorme, con pareti alte che arrivavano a “sa cannizzada”, intreccio di canne annerite dal fuoco e dal tempo  sul quale poggiavano le tegole, ora sostituite da eternit , e una soletta in cemento e’ al posto de “sa cannizzada”, il.”vecchio soffitto”.
Dove vedete indicato “e’ da qui che vi scrivo” c’e’ il..salone, dove ho il mio “quartier generale di Marghian”; la seconda finestra del piano terra alla sinistra della porta di ingresso da’  invece su una altra stanza matrimoniale delle stesse dimensioni del salone-soggiorno.

In direzione della porta di ingresso, attraversato il salone, ecco il vano scala con annessa altra stanza matrimoniale, un po’ piu’ piccola di quella che da sulla strada.  Dall’altra parte della casa, ci sono le due  cucine, e i servizi.

Pensate che una delle cucine e il bagno, piu’ una veranda ad angolo retto con quella indicata con freccette, formavamo allora, 42 anni fa,  un unico ambiente dove mio zio…faceva il vino, una cantina insomma. E.c’era poi,  nella attuale cucina indicata da freccetta,  l’antico forno “ad igloo”  che venne costruito da mio nonno- prima del ‘900!!!- dove mia madre faceva… il pane in casa.

/*/  */*/*/*/*/

Qualcosa… di storico infatti-io abito proprio nel centro storico, a  pocp piu’ 300 metri dalla piazza della chiesa. Il paese nell’insieme conta circa 10500 abitanti, ed il centro storico  dunque “proporzionalmente ” abbastanza vasto  e comprende  almeno sette o ottto vicinati, o quartieri.

E’ , il mio, comunque uno dei quartieri piu’ vecchi del paese, ho studiato un po’ la storia di terralba…nel mio vicinato c’era una chiesetta  secentesca, dove ora c’e l’oratorio, e di cui sopravvive ancora oggi  un muro di quella chiesetta di Santa Maria…e “Santa Maria” si chiama il mio vicinato..e .non escludo che la mia casa fosse…del periodo, se non addirittura piu’ antica, anche perche’ nel pulire un pozzo che  fu poi ricoperto di terra (avevamo le galline, in cortile!), mio padre scopri’…quattro arcate di mattoni disposte ortogonalmente, che quasi “non le toccavo due per volta insieme allargando le braccia  ” come egli spesso  raccontava…una antica cistarna?!!!

La casa, probabilmente, era una abitazione di campagna e  chissa’ quanti anni ha questa casa!!!
Ripeto, di “vecchio” c’e soltanto la muratura interna- muri di mattoni crudi  larghi  piu’ di 80 cm!!!-  ovviamente oggi la casa e’  tutta  restaurata, e le pareti esterne “non sanno di antico”, a parte un po’ la facciata esterna a fianco  della quale vedete il cancello, su cui fra qualche mese, in autunno, ci mettero’ nuovamente le mani.

E QUESTA E’ LA DESCRIZIONE STORICA ED ATTUALE.. DELLA MIA CASA

/——————————————/

VE LA PRESENTO VOLENTIERI. CIAO.

Marghian

MISTERI DEL COSMO: MARTE. MA COME ERA MARTE…UNA VOLTA?

MARTE, QUESTO SCONOSCIUTO!

8—-*-(VEDERE VIDEO..in “commenti”)-*—-8

*Marte, la sua superficie, le sue nuvole,  i suoi…misteri*

MARTE. COSA CI NASCONDE QUESTO PIANETA?

Marte e’ davvero cosi’,   amici. Se lo si sorvola a bassa quota, o quasi al livello del suolo, si vedrebbe tutto cio’. Ma..cosa c’era..una volta li’? Come era Marte..una volta?? Canyons scavati dall’acqua, larghi centinaia di chilometri e lunghi quanto la germania o gli Stati Uniti, vulcani piu’ alti del monte bianco e dell’everst ( l’Olimpus Mons), letti di antichi fiumi, bacini prosciugati di laghi e mari. Cosa c’era….qualche miliardo di anni fa? Le foreste? Gli animali….La vita? Sarebbe strano che..cosi’ non fosse stato.
E SE…ARES (il “dio marte “) FOSSE STATO UN potente CAPO DI STATO DI MARTE?
E SE..POSEIDON (il nostro “nettuno”) FOSSE STATO MILLENNI FA… UN incontrastato “RE DEI MARI” AI TEMPI DELLA “ATLANTIDE”?

*/////////////////*

“Quello che noi chiamiamo mare e’ solo un porto…oltre le colonne d’ercole…c’e una grande isola grande quanto la Libia…..e li’ la gente conosceva le scenze e le arti, le loro citta’ erano prosperose, la loro flotta potente…e oltre l’atlantide, si trovava una grande terra, che possiamo chiamare, non a torto..un continente (america?)..” *dai “dialoghi”  “Timeo”- “Crizia” di Platone, il grande filosofo greco (428 a.C.circa, 347 a.C. circa )

Vi chiederete cosa c’entri il “passato di Marte” con la possibile esistenza qui sulla Terra di qualche antica civilta’ progredita. E’ in apparenza la classica “condizione non necessaria”- “atlantide” puo’ essere esistita a prescindere dal pianeta Marte- e “non sufficiente”- nessuna civilta’ evoluta nella preistoria, pure se su Marte c’era la vita (e la vita intelligente)

Ma molti rescoconti mitologici e teorie fanno spesso  riferimento  proprio al pianeta Marte. Si pensi agli Egizi-nel nome della citta’ “Il Cairo” e’ insito il nome ” marte”..*.significa “marte”-, e non da meno i Sumeri consideravano Marte, a detta dello studioso di origine russa Zacharia Sitchin, scomparso qualche anno fa,  un avamposto o “colonia” dei fantomatici “Anunnaki”, “dei” originari di un pianeta esterno all’orbita di Plutone, ma avente un’orbita ellittica che gli permetterebbe di “transitare” relativamente  vicino a  Marte e a Giove, “perturbando” con il suo campo gravitazionale, le orbite di  questi pianeti “interni” compresi Marte e la stessa Terra. Essi chiamavano “nibiru” questo pianeta (sconosciuto) il cui significato in lingua sumera e’ “pianeta del transito” o…”dell’attraversamento”.

Marte,  secondo questa teoria detta anche del “decimo pianeta”, sarebbe stato in tempi remotissimi, “colonizzato” dagli abitanti di “Nibiru”. Da cio’ deriverebbe il resconto biblico che parla dei “giganti” dove la parola “giganti” e’ la traduzione errata di “nephilim”, il cui significato e'”coloro che discesero dal Cielo”.

i “figli di Dio” che nella Bibbia vengono pero’ chiamati..Elohim che se tradotto alla lettera, starebbe  a significare….”dei”. Si, “dei”.  E’ intrigante poi il fatto che qeusta parola, “elohim”-plurale di “eloah-dio- appaia spessissimo nel resoconto della Creazione ed in altre parti della Genesi e di altri brani veterotestamentari.

E’ come se, consultando la Bibbia scritta  in Ebraico, voi leggeste: “ed “elohim”-*ed essi-*crearono il Cielo e la Terra….” Elohim -essi- dissero: “facciamo l’uomo a nostra immagine ed a nostra somiglianza……” e ancora: .” ora l’uomo e’ divenuto come..uno di *noi, *scendiamo e *confondiamo la loro lingua, affinche non so comprendano l’un l’altro, e  impediamo cosi’ il loro folle  piano di ribellione fallisca (Genesi..*la torre di Babele).

Se le cose stessero davvero in questo modo, noi saremmo stati in qualche modo una “loro creazione” o…alterazione della specie indigena “homo faber” in “homo sapiens”.

In questo strano, ipotetico  contesto, verrebbe a collocarsi anche il “ruolo” di Marte che sarebbe stato “sede” di extraterrestri originari di questo “pianeta X”.

Oggi la scienza non considera seriamente questa teoria, almeno non una parte di essa. Pur tuttavia,  gli astronomi ipotizzano che un corpo grande almeno 3 volte la Terra orbiti ad una grande distanza. Tale “orbita” sarebbe situata nientemeno che molto  oltre Plutone, fra la cosiddetta “fascia di Kuiper”-riserva di asteroidi e altri corpi celesti di cui Plutone FACEVA PARTE-” e la cosiddetta “Nube di oort” una “nobe di comete” di forma quasi sferica che “avvolge” letteralmente il nostro sistema solare. Il periodico passaggio di “nuove comete” provenienti da questa “nube” sarebbe provocata da “qualcosa” che ne disturba la quieta “posizione” all’interno di questa “nube”.

Disturbi delle orbite di Nettuno e di Plutone, inoltre, fanno supporre a maggior ragione l’esistenza di questo grosso “pianeta” che potrebbe essere, in definitiva, una “piccola stella” del tipo “nana bruna”- le nane brune sono delle “quasi  stell”e delle dimensioni di 4o 8 volte quelle del pianeta Giove, a sua volta una “stella mancata”.

I .fautori dell’esistenza di “nibiru” inteso come “pianeta abitato” comunque non si scoraggiano, e sostengono che seppure “nibiru” fosse “una stella nana” qualche “luna” potrebbe girarle attorno e se abbastanza “vicina” avrebbe calore da potere essere….un mondo abitabile. In effetti, se Giove emanasse piu’ calore (come i 1000 o 2000  gradi di una “nana bruna”) Europa, Ganimede, Callisto, non sarebbero mondi ghiacciati-Eurpoa gia’ cosi’ ha sotto il ghiaccio..un mare!!! Acqua forse salata, ed il “fondale solido” a 200 km di profondita’ circa!!!

Credo che a voi-ma anche a me- sovvenga questo pensiero: “se fossimo stati creati da questi esseri..allora… Dio? Lo stesso “padre di questa teoria”,   Sitchin ha piu’ volte affermato: “non mi si tocchi il “dio spirituale”, l’intervento di alieni per modificare la razza umana non preclude l’intervento divino, ne’ la spiritualita’, ne’ l’anima, tanto meno la divinita’ di Cristo”.

Questi essere insomma sarebbero stati-o sarebbero- “cocreatori con Dio” come siamo noi stessi considerati dalle religioni monoteiste…essi sarebbero nostri “fratelli maggiori” qualora esistessero.

Fantasie? Forse.  Ma.. a Orazio, il poeta del “carpe diem” “qualcuno” ebbe a dire : “vi sono molte piu’ cose in cielo ed in terra, di quanto ne contempli… la tua filosofia”.

/In maniera del tutto spontanea,  mi son ritrovato ad ampliare il post, orientandolo sul * mistero della vita aliena, o meglio su un particolare aspetto di questa tematica, anziche *soffermarmi sulla questione “Marte” /

/*Come pensavo  di fare quando ho cominciato a scrivere. Ciao.*/

BUON FINE SETTIMANA AMICI

Marghian

VIAGGIO VERSO CIELI LIMPIDI

La vita è bella comunque e a prescindere!

Chi trova un amico trova un tesoro

La vita è il frutto della nostra immaginazione

Pensieri...solo pensieri...

Per alcune persone, i libri fanno la differenza tra felicità e infelicità, speranza e disperazione, una vita degna di essere vissuta e una orribilmente noiosa.Anjali Banerjee♦♦Nel serpente il veleno è nei denti, nella mosca è nel capo, nello scorpione nella coda, nel malvagio in tutto il corpo.

Marghian - Music blog

Just another WordPress.com site

Semprevento's Blog

Amo il vento e tutto ciò che accarezza

Cayenna

Essere se stessi contro ogni violenza

la vita va...

Just another WordPress.com site

MALI & LINO

Just another WordPress.com site

~ A l b a ~

camminando insieme a voi.....

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: