DESPERADO

“Desperado, perche’ non torni in te?

Vaghi fuori, cozzando contro delle barriere e ti chiudi

Oramai da troppo tempo

Ti sei  fossilizzato, indurito.  Io conosco le tue ragioni

Queste cose che..ti danno piacere

Ma che ti fanno male, in qualche maniera

Non riesci a vedere che…la  “regina di denari”

Ella ti fara’ del male, se ne  sara’ capace?!

Tu sai che la “regina di cuori” e’ sempre la migliore scommessa!

Ora a me sembra che delle cose tanto belle sono li’,per te,  sul tuo tavolo

Ma tu vuoi solamente quelle che non puoi avere

Desperado, oh…tu non stai ridiventando giovane

Il tuo dolore e la tua fame ti stanno conducendo via, per mano

Liberta’….oh liberta’!  Bene! Questo dice la gente!

Ma..la tua prigione e’ il tuo stesso vagare ,in questo mondo,

Completamente solo

Non permettere che i tuoi piedi si raffreddino nell’inverno

Il cielo non fara’ cadere la neve ed il sole non risplendera’

*E’ difficile distinguere la notte.. dal giorno*

Stai perdendo i tuoi “alti e bassi” (diventi apatico)

Non ti sembra buffo come il sentimento…fugga via cosi’?

Desperado, perche’ non torni in te?

Desisti dalle tue chiusure….apri il tuo cancello!

Forse piove, ma… un arcobaleno e’ sopra di te

Fai meglio a lasciare che qualcuna ti ami

Lascia che qualcuna ti ami

Meglio che tu faccia in modo  che qualcuna ti ami

Prima che sia…troppo tardi”

(Eagles-trad. Marghian).

*——*—–*——*

Ciao. Ah, questo inglese-americano! Ce l’ho fatta! Lasciavo scorrere il video e lo bloccavo…per tradurre in italiano. Sicuramente con qualche defezione, ma credo di essere rimasto fedele al senso di questa canzone. Questo conta.

Gia’, la canzone. Essere talmente disperati…da perdere la sensibilita’, diventare duri, quasi senza cuore. Il saloon-si, la canzone era colonna sonora di un film western-, il wisky, le donne ricche (regina di diamanti-denari), l’avventura-liberta’? Questo ti dicono!-.

Ma….si continua a percorrere le stesse vie, fare le stesse cose….magari fare i duri con la pistola o con le belle macchine, ai giorni nostri.

ma sempre….con la propria prigione appresso, mascherata da “falsa liberta’”. Una voce amica, che ti scuote, e ti dice: “torna in te….apriti, e cerca di…farti amare.

Un consiglio, ma anche un imperativo, che l’amico gli impone, ma con l’ansia dell’amico, per il suo bene. “Fatti amare da qualcuno…fatti amare, prima che sia…troppo tardi”. Ciao.

Marghian

Annunci