Archive for marzo 2011

DESPERADO, EAGLES, COUNTRY SONG

 

DESPERADO

“Desperado, perche’ non torni in te?

Vaghi fuori, cozzando contro delle barriere e ti chiudi

Oramai da troppo tempo

Ti sei  fossilizzato, indurito.  Io conosco le tue ragioni

Queste cose che..ti danno piacere

Ma che ti fanno male, in qualche maniera

Non riesci a vedere che…la  “regina di denari”

Ella ti fara’ del male, se ne  sara’ capace?!

Tu sai che la “regina di cuori” e’ sempre la migliore scommessa!

Ora a me sembra che delle cose tanto belle sono li’,per te,  sul tuo tavolo

Ma tu vuoi solamente quelle che non puoi avere

Desperado, oh…tu non stai ridiventando giovane

Il tuo dolore e la tua fame ti stanno conducendo via, per mano

Liberta’….oh liberta’!  Bene! Questo dice la gente!

Ma..la tua prigione e’ il tuo stesso vagare ,in questo mondo,

Completamente solo

Non permettere che i tuoi piedi si raffreddino nell’inverno

Il cielo non fara’ cadere la neve ed il sole non risplendera’

*E’ difficile distinguere la notte.. dal giorno*

Stai perdendo i tuoi “alti e bassi” (diventi apatico)

Non ti sembra buffo come il sentimento…fugga via cosi’?

Desperado, perche’ non torni in te?

Desisti dalle tue chiusure….apri il tuo cancello!

Forse piove, ma… un arcobaleno e’ sopra di te

Fai meglio a lasciare che qualcuna ti ami

Lascia che qualcuna ti ami

Meglio che tu faccia in modo  che qualcuna ti ami

Prima che sia…troppo tardi”

(Eagles-trad. Marghian).

*——*—–*——*

Ciao. Ah, questo inglese-americano! Ce l’ho fatta! Lasciavo scorrere il video e lo bloccavo…per tradurre in italiano. Sicuramente con qualche defezione, ma credo di essere rimasto fedele al senso di questa canzone. Questo conta.

Gia’, la canzone. Essere talmente disperati…da perdere la sensibilita’, diventare duri, quasi senza cuore. Il saloon-si, la canzone era colonna sonora di un film western-, il wisky, le donne ricche (regina di diamanti-denari), l’avventura-liberta’? Questo ti dicono!-.

Ma….si continua a percorrere le stesse vie, fare le stesse cose….magari fare i duri con la pistola o con le belle macchine, ai giorni nostri.

ma sempre….con la propria prigione appresso, mascherata da “falsa liberta’”. Una voce amica, che ti scuote, e ti dice: “torna in te….apriti, e cerca di…farti amare.

Un consiglio, ma anche un imperativo, che l’amico gli impone, ma con l’ansia dell’amico, per il suo bene. “Fatti amare da qualcuno…fatti amare, prima che sia…troppo tardi”. Ciao.

Marghian

LE GALASSIE

*   *   *

LE GALASSIE: LA SOLA LORO IMMAGINE CI SUGGERISCE QUANTO SIA GRANDE E MERAVIGLIOSA L’OPERA DELLA NATURA. NON SI PUO’ NON RAVVISARE IN ESSA LA VIVIFICANTE ED AMOREVOLE AZIONE DELLA FORZA CREATRICE DI DIO. L’IMMAGINE DI UNA GALASSIA, COSI’ COME QUELLA DI UN FIORE O DELLO SGUARDO DI UN BAMBINO SUSCITA NELL’UOMO SAGGIO IL SENTIMENTO MISTO DI UMILTA’ E DI ORGOGLIO NEL SENTIRSI PARTE DI CIO’ CHE LA NATURA HA CREATO, PER SE’ STESSA E PER IL BENE DELL’UOMO (Marghian)


La galassia M104 detta “sombrero”, “Vergine”,  distante 29,5 mln anni-luce

LE GALASSIE SONO AMMASSI COMPOSTI DA DECINE DI MILIARDI DI STELLE. SI RITIENE CHE IL LORO NUMERO RAGGIUNGA LA CIFRA DI ALMENO CENTO O DUECENTO MILIARDI, NON SI SA PER CERTO QUANTE SIANO. CERTO E’ CHE LE GALASSIE SONO DISSEMINATE IN TUTTO L’UNIVERSO CONOSCIUTO. LA LORO DISTRIBUZIONE NON E’ UNIFORME, COME SI PENSAVA,  MA E’ “ORGANIZZATA” IN AMMASSI  DI GALASSIE, OGNUNO CON DECINE, CENTINAIA O ADDIRITTURA MIGLIAIA DI GALASSIE. QUESTI AMMASSI SONO A LORO VOLTA RAGGRUPPATI IN SUPER-AMMASSI, OVE IL NUMERO DELLE GALASSIE CHE NE FANNO PARTE SONO DELL’ORDINE DEI MILIONI DI GALASSIE. LA  NOSTRA GALASSIA, LA “VIA LATTEA”, SI TROVA ALL’INTERNO DI UNO DEI TANTI AMMASSI DI GALASSIE:  IL NOSTRO AMMASSO LOCALE, DI CUI FA PARTE ANCHE LA GALASIA  M31 NELLA COSTELLAZIONE DI ANDROMEDA, MEGLIO NOTA COME “GALASSIA DI ANDROMEDA” O “NEBULOSA DI ANDROMEDA”. IL NOME “NEBULOSA” CON CUI VENIVANO DEFINITE LE GALASSIE ED ALTRE FORMAZIONI NEBULARI RISALE A QUANDO NON SI POSSEDEVA ANCORA LA NOZIONE DI “ALTRA GALASSIA”, QUANDO  ANDROMEDA  E LE  ALTRE GALASSIE VENVANO CONSIDERATE “OGGETTI DI FORMA NEBULARE”, O “NEBULOSE”. LE GALASSIE VENIVANO CONSIDERATE ALLA STESSA STREGUA DELLE NEBULOSE VERE E PROPRIE, CHE SONO-ALMENO QUELLE CHE POSSIAMO OSSERVARE-OGGETTI SITUATI ALL’INTERNO DELLA NOSTRA GALASSIA, E CHE SONO FORMAZIONI DERIVANTI DAL RESIDUO DI ESPLOSIONE DI UNA STELLA O IMMENSE “NUBI DI GAS”-PREVALEMTEMENTE IDROGENO ED ELIO- IN CUI SI FORMANO NUOVE STELLE. NELL’ERA MODERNA DELL’ASTRONOMIA, DOPO  CHE  NELLA SECONDA META’ DEL ‘700 WILLIAM HERSCHELL SCOPRI’ CHE IL NOSTRO SISTEMA SOLARE SI TROVAVA ALL’INTERNO DI UN IMMENSA “NUBE DI STELLE”, LA STESSA “VIA LATTEA”, SIAMO CONSAPEVOLI DELLA DISTRIBUZIONE DELLE STELLE IN GALASSIE. CON IL CONTRIBUTO DI EDWIN HUBBLE E DI EINSTEIN, SIMO OGGI CONSAPEVOLI CHE L’UNIVERSO SI ESPANDE: GLI AMMASSI DI GALASSIE SI ALLONTANAO RECIPROCAMENTE. VIVIAMO DUNQUE IN UN UNIVERSO IN COSTANTE ESPASIONE. QUANTO E’ GRANDE L’UNIVERSO? UN PICCOLO ESEMPIO: LA GALASSIA DI ANDROMEDA, QUELLA A NOI PIU’ VICINA, SE SI ESCLUDONO LE DUE  GALASSIE “NANE” NOTE COL NOME DI “NUBI DI MAGELLANO”  E GLI  AMMASSI GLOBULARI” (agglomerati di decine di migliaia di stelle molto vecchie e “povere di metalli” ), E’ DISTANTE BEN  DUE MILIONI E DUECENTOMILA  ANNI LUCE!

NOI LA “VEDIAMO” PERCIO”, COME ERA DUE MILIONIE DUECENTOMILA ANNI FA, PER VIA DELLA “VELOCITA’ FINITA DELLA LUCE” , LA QUALE IMPIEGA… UN SECONDO E MEZZO PER RAGGIUNGERCI… DALLA LUNA!! UN DATO CHE, INSIEME ALLE CONSIDERAZIONI FIN QUI ESPOSTE, CI DA’… DI CHE PENSARE, SU COSA SIA IL NOSTRO UNIVERSO, DENTRO IL QUALE IL NOSTRO PICCOLO MONDO….FLUTTUA.   Ciao.

Marghian


E’ PRIMAVERA!!!!

Svegliati, e’ Primavera!

svegliati,  e' primavara!

“Ehi, ragazzo! Sono arrivata da due giorni e non mi saluti?

*Oh, scusa, o bella stagione, ero ancora mezzo addormentato.

E’ tuo fratello, che, truce come e’,  non mi ha neppure  svegliato

Per salutarmi, prima di partire.  Certo che io ti saluto, amica mia…

*******

E’ PRIMAVERA!

SI, E’ PRIMAVERA!

*********

DOVEVO FARE QUESTO  BELLISSIMO ANNUNCIO

PRIMA DI TUTTO A ME STESSO!!!!

(leggete il *dolce rimprovero della Primavera)

******

*Vorrei pero’ scrivere qualche cosa sulla Primavera.

Quest’anno la primavera e’ iniziata il 20 di Marzo alle  ore 23,21 ora di Greenwich. Si, il 20.  La data del “21” e’ im realta’ un “arrotondamento” popolare, se cosi’ possiamo definirlo. L’Autunno di quest’anno sara’ per esempio  alle 9,04 del mattino del 23 di settembre. negli ultimi dieci anni, soltanto nel 2003 la primavera ha “rispettato la tradizione giungendo “quasi puntuale con essa: *21 marzo, ore  01,00 sempre T.U. o ora di Greenwich, detta anche “Tempo Universale”.

La primavera deve il suo nome all’espressione latina “primus ver”,cosi’ chiamata perche’ “prima stagione” o “primo periodo” dell’anno. La primavera è infatti la prima delle quattro stagioni dell’anno; stagioni che si manifestano soprattutto nelle zone temperate del globo. nelle zone equatoriale e polari si hanno, dal punto di vista climatico, “stagioni” estreme, chevanno dal caldo torrido della fascia equatoriale e tropicale al freddo intenso delle zone polari, dove, come si sa, le “stagioni” consistono in 6 mesi di luce solare ed in 6 mesi di oscurità con temperature estremammente rigide, anche sotto i -50 gradi C. La primavera ha il suo inizio astronomico con l’equinozio di primavera, che si  ha, si badi bene, intorno al 21 marzo nell’emisfero nord, mentre nel’emisfero sud inizia all’incirca tra il 22 ed il23 di settembre. La primavera astronomica ha termine con il solstizio d’estate, che si verifica, nell’emisfero boreale, il nostro, intorno al 21 giugno; mentre nell’emisfero australe coincide all’incirca con la data del 21 di dicembre. osservando l’immagine sopra si ha un’idea piu’ chiara della posizione della terra nell’equinozio di primavera per i due emisferi-indicati dalla linea tratteggiata rossa passante per il sole – e dei punti dove  si ha, nei due emisferi, il solstizio d’estate nei punti indicati dalla liena tratteggiata verde dell’immagine e passante per il Sole. *Una piccola “legenda”: essendo le indicazioni scritte in tedesco,”sommer” sta ad indicare ” estate” e “winter”,”inverno”. va da se infatti che, quando qui è estate, nell’emisfero opposto è inverno e viceversa. Come abbiamo visto, il solstizio d’estate è, nell’emisfero australe, circa il 21 dicembre. La data del 21 dei mesi dei solstizi e degli equinozi è approssimativa: Anche  due anni fa, nel 2008, ad esempio, la primavera è cominciata il giorno il 20 di marzo, verso le 11,45 circa del mattino, se ben ricordo.

E come abbiamo visto, la data astronomica dell’inizio della primavera nell’emisfero australe è il 23 di settembre, data anch’essa approssimativa che coincide con l’equinozio di autunno nel nostro emisfero. Cio’ perche’ solstizi inverno ed estate sono opposti, come lo sono gli equinozi primavera autunno. Ma..perche’ ci sono le stagioni? Per un principio molto sempilce: la terra, nel ruotare intorno al Sole, mantiene l’asse stabilmente inclinato di  circa 23 gradi rispetto al piano dell’eclittica (piano ideale in cui giace l’orbita della terra rispetto al Sole, pure esso giacente in questo piano), ed è per questa ragione che, in una determinata fase dell’anno e in una determinata zona della Terra, i raggi del sole cadono piu’ o meno “inclinati”: d’inverno i raggi cadono piu’ “di striscio”, mentre in estate cadono piu’ “diritti” ed il clima è ovviamente  piu’ caldo. In primavera ed in autunno si hanno le fasi intermedie dell’incidenza dei raggi solari sul nostro pianeta. La massima declinazione-altezza- del Sole si ha nei solstizi soprattutto nel tropico del cancro, circa il 21 giugno, e nel tropico del Capricorno, intorno al 21  di dicembre, dove il Sole a mezzogiorno è esattamente allo Zenit, il punto situato esattamente sulla nostra verticale, al centro della volta celeste.

Accgliamo la verde stagione anche con la musica .

<<<<********************************>>>>>>

ANCORA IL TEMPO E’ PERTURBATO

MA AUGURIAMO ALLA PRIMAVERA

DI PRENDERE POSSESSO DEL TEMPO QUANTO PRIMA

FELICE PRIMAVERA A TUTTI. CIAO!!!!!

Marghian

QUESTA NOTTE, LA LUNA E’ PIU’ GRANDE!

LUNA GIGANTE

“Luna gigante al perigeo..circa ogni 19 anni”

Interessante,amici!  Questa notte la nostra Luna sara’ il 14 per cento piu’ grande  per i nostri occhi.

Questo fenomeno, apparentemente raro, accade da migliaia di anni….per migliaia di volte…ogni 18, 19 anni circa. Accadde l’ultima volta nel 1993.
Interessante notare che…19 anni e mezzo-circa- e’ il periodo in cui avvengono..tutte le eclissi, di sole, di luna, parziali..e totali (dovete ovviamente contare quelle non visibili dal nostro emisfero).
Sono i *cicli di Saros…..che i Maya-ma anche i  cinesi, i Babilonesi e forse i Sumeri- conoscevano.
Curioso, come la luna…a prescindere da oggi…quando sorge o tramonta….appare bella grossa…come accade anche al Sole. Avete notato? A mezzogiorno il Sole non sembra neppure la meta’ del Sole al tramonto….idem per la Luna.

Accade sempre, sia che sole e luna siano al perigeo (massima vicinanza alla Terra)  o all’ apogeo (massima lontananza  dalla Terra).
Il motivo principale sta’ nel fatto che, quando Luna e Sole sono “all’alba o “al tramonto” c’e’ uno “sfondo”-il mare, gli alberi, le colline…o le case- e per una elaborazione del nostro cervello…si ha questo “gioco ottico” di vedere un sole-o una luna- enormi ..mentre quando e’ “alta nel cielo” la luna, come pure il Sole, ci appaiono piu’ piccoli.

*Ce’ un’altra ragione per cui cio’ avviene: quando sole e luna sono bassi nel cielo..la loro luce devono attraversare… piu’ atmosfera….e l’aria, che fa’ da “lente di ingrandimento”, contribuisce al fenomeno, seppure sia il  primo *motivo descritto ad essere piu’ influente: l’effetto “sfondo”.

Si parla ovviamente di grandezze apparenti e non reali della Luna o del Sole. E’ curioso come il diametro apparente della Luna coincida con quello del Sole, per un motivo geometrico, detto “triangolazione”:  noi prendiamo dei “punti”-ad esempio,  il livello del suolo ed il punto piu’ alto  di un palazzo, o di un palo . Ad una certa distanza tra noi e l’oggetto di cui si vuole stimare l’altezza, l’angolo sotteso tra il livello del terreno  e quella del punto piu’ alto preso in considerazione, e’ di.. X gradi. Aumentando la distanza fra noi e l’oggetto in esame, l’angolo diminuisce proporzionalmente rispetto alla distanza-da sonsiderarsi un …lato di un triangolo-. Con una semplice operazione trigonometrica, con una proporzione…ecco che sappiamo quanti metri ci sono dal  suolo al tetto-se si tratta di una casa. Nello stesso modo, conoscendo la distanza ed il diametro apparente della Luna, ne conosciamo il diametro reale, che e’ di circa 3500 chilometri, un quarto di quello della Terra.  La Terra pero’ ha un volume quasi 50 volte piu’ grande. Ma per come essa ci appare, e’ il diametro che conta, unitamente alla distanza che, questa  notte, e’ quella minima dal nostro pianeta.

Ecco, la Luna e’, in diametro, 400 volte piu’ piccola del Sole ;  ma e’ anche 400 volte piu’ vicina! Ed ecco la magia.  Magia che ci da’ le..eclissi, la Luna che riesce a ” coprire” il Sole.

__________________________________________

Una curiosita’…empirica.

Provate  a prendere fra le dita una moneta da 1 centesimo di euro…allungate il braccio e cerca di “coprire” il Sole o la Luna….e ce la fate!. Il diametro-apparente- dei due astri e’ meno di quello di un centesimo di euro alla distanza di un braccio. Anche qusta notte, il diametro..di una monetina..e’ piu’ grande..apparentemente, e’ chiaro.
Stendete il braccio col pugno chiuso, messo in “verticale” o in “orizzontale”.
Questo pugno…i “copre” circa 8 gradi! Io lo faccio, talvolta, per vedere…quanti gradi ci sono tra quella stella…e l’altra..o quanto e’ alta la Luna nel Cielo. Tenendo un pugno fermo, congiungo l’altro, e tenendo poi fermo quet’ultimo….ecco: “8 gradi…16 gradi…24 gradi….”*circa.

E’ quella che si chiama…declinazione, una delle coordinate astronomiche.
(metodo approssimativo suggerito da un astronomo, in tv!).

___________

“355 mila-410 mila″….*distanza media: 382,5 mila chilometri!.
Quanto e’ lontana la Luna!!!! *Quanto e’ vicina…la Luna! Venere dista 40 milioni di km al perigeo….110 all’apogeo…Marte 55 milioni al perigeo….piu’ di 200 milioni all’apogeo, quando si trova fra noi ed il Sole!!! Quattro giorni per una sonda sulla Luna…7 mesi per Marte!!!. Si, una sonda che va’ su Marte non percorre una “linea retta”, certo….ma se ci pensiamo..quanto vicina e’ la Luna! E quanto lontana e’ una stella!!!! 4.2 anni-luce per Alfa e Proxima Centauri…..”proxima” ma tanto distante per noi.

_____________________________________________

*No, caro uomo..tu non colonizzerai l’universo….potrai al massimo colonizzare, in  mille anni, il sistema solare…ma mai raggiungerai le stelle distanti tanti anni luce dal tuo piccolo pianeta Pensa, caro uomo, che solo la tua galassia natia…ha 100 mila anni luce di diametro.
Sii umile di fronte al mondo e alla sua Forza Ccreatrice….e non negare, solo per tuo desiderio di unicita’ e grandezza, la esistenza di altre…creature nel cosmo. Perche’, caro uomo, tu…semplicemente…non lo sai” (Marghian)

BUONA LUNA GIGANTE, AMICI!

Marghian

COMMEMORAZIONE DELL’UNITA’ DELL’ITALIA, IL GIORNO DOPO

IERI SI E’ CELEBRATA L’ ITALIA UNITA. MA…

“Si puo’ sperare che il mondo t0rni a quote piu’ normali

Che possa contemplare il Cielo e i fiori…che non si parli piu’  di dittature”

(Franco Battiato)

…LA SITUAZIONE DI OGGI  E’ QUESTA, AMICI.

E’ STATA UNA BELLA COMMEMORAZIONE. TUTTI,  PUR SE IN MISURA DIVERSA, VI ABBIAMO PARTECIPATO.  MA LA SITUAZIONE ITALIANA, NEL CONTESTO DI UN’ALTRA, PIU’ VASTA E GLOBALE,  E’ QUESTA.  MA, AD ONTA DI TUTTO CIO’, E’ STATA UNA GAIA, SPLENDIDA FESTA.  AD ONTA DI CHI…NON VUOLE IL BENE DELL’ITALIA. E NEMMENO IL BENE DEL MONDO. MA SOLO IL PROPRIO. LASCIO AD ALTRI PERO’, IL COMPITO DI DIRE SINO A CHE PUNTO TUTTO  CIO’ ….SIA BENE.

CIAO.

Marghian

1861 – 2011 DA 150 ANNI L’ITALIA E’ UNITA

A mio padre Eusebio

Che ascoltava spesso un disco:

“20 inni patriottici”

Io avevo 13 anni

Accennavo, con la pianola, a note del “va’ pensiero”

“Fratelli d’Italia” o “S’Innu Sardu” ed egli ne era felicissimo

Ciao Eusebio, grande..anima.

*___________________________________*

1861-2011

(“VERDI-PENSIERO” “mia-piccola- versione”)

*****************

(“Innu Sardu”-altra mia piccola versione-)

___________________________________________

DA 150 ANNI L’ITALIA E’ UNA NAZIONE

/*/*/*/*/*/

E’ LA FESTA DELL’ ‘UNITA’ DELL’ITALIA

VOGLIO CELEBRARLA

COSI’

Il “Va Pensiero” di Giuseppe Verdi, la cui musica suscitava nell’animo degli italiani un sentimento di palpitante patriotismo, e’ pur se non “ufficialmente” un vero inno. E lo e’, piu’ che “alla patria” cosa pur bella e nobile, alla…liberta’ (degli ebrei schiavi  di Nabucodonosor-da cui “Nabucco”- re di Babilonia.

Se Mazzini fu “la mente”, o forse e’ meglio dire “il mentore” dell’Italia Unita- “la mente” erano tutti gli italiani desiderosi di una identita’ nazionale, con una propria lingua, una propria cultura, sotto una propria bandiera-, e Garibaldi “il braccio”- e la storia fu la “strada percorsa e da percorrere”,  noi ne siamo gli ultimi destinatari, coloro che hanno raccolto l’eredita’. Una eredita’ conquistata con fatica, sacrificio e….persino con il sangue. Non dimentichiamo che tante persone hanno cercato questa unita’, l’hanno serbata in segreto, nelle polverose “baracche” dei “carbonari”, difesa nelle trincee dei campi di battaglia.Tanti giovani entusiasti inseguivano questo sogno, aderendo alla “Giovine Italia” fondata da Mazzini e e che non esitarono a “farsi martiri”, dimostrando la piu’ sincera coerenza con le loro aspirazioni. Aspirazioni che, come tutte le aspirazioni, restano “lettera morta” senza tale coerenza.

Il frutto di tutto questo, e’ la nostra Italia….nella quale noi oggi viviamo, quell’Italia “meta’ giardino e meta’ galera” come la chiama De gregori, quella Italia “assurdo Bel Paese” come la chiama Guccini, e’ lei, la nostra nazione, la nostra….patria.

* * *

Io non sono “avvezzo” ad usare termini come “nazione” o “patria”. Preferisco termini come “universalita’”, “umanita’”.  Ma “patria”,  “nazione o “stato”…sono concetti  necessari, direi un “collante” per un “uomo” cosi’ poco incline  all’unita’ e piu’ portato, per sua natura, alla divisione ed alla discordia.

Per noi oggi, idee,concetti ed azioni improntati alla “patria”, alla “bandiera” o all'”eroismo” sono cose “fuori moda” ed io non sfuggo a questo schema di pensiero.

Ma allora, le parole di MAMELI-che, come ci ha ricordato Benigni, era un ragazzo, un “giovine”-, i discorsi e gli scritti di Mazzini,  l’entusiasmo battagliero dei “mille” erano oserei dire “cio’ che ci voleva per…arrivare a quella grande conquista che fu l’unita’ d’Italia.

Se  noi oggi nutriamo ammirazione per giovani che  si fanno promotori per una conquista sociale-ricordate il ’68?-, ancor piu’ ne dovremmo avere per…chi ci ha dato  questa nostra Italia, che in questa giornata festeggiamo come…unita.

*  *  *

TRE COLORI

“Ricorda che la nostra…tre colori ha”

(Tricarico)

“E..noi ricordiamo

Che la striscia centrale della nostra Bandiera

E’ bianca. E, come insegna il buon vecchio Newton,

Il bianco….* tutti i colori ha!

Tutti i colori delle altre nazioni

Affinche’ le loro genti con le loro tradizioni

Siano da noi tollerate, accolte, amate

Solo cosi’ noi siamo ..*una grande nazione”

(Marghian)

CIAO, AMICI E…

BUON 150 esimo dell’Unita’ d’Italia.

Marghian

 

QUANDO INCONTRAI…YOKO

QUANDO INCONTRAI

L’ho scelta per ..la somiglianza con Yoko

)______________________(

YOKO

Mi trovavo a parigi, per una vacanza “solitaria” di 5 giorni. Ero seduto al tavolo del ristorante dell’hotel che prenotai  tramite agenzia viaggi per quella breve vacanza. Una ragazza giapponese,  seduta a un altro tavolo, mi sorrideva. Timidamente distoglieva lo sguardo e ancora….mi guardava e mi sorrideva.
Anche io la guardai, ma fu lei che inizio’ a parlare, dicendomi in inglese: “Where do you come from?”-da dove vieni?”-. “Italy…Island of Sardinia, do you know it?”(“Italia, isola di Sardegna, la conosci?” )  le dissi io.

La ragazza mi rispose: “Italy is wonderful, people are good… Sardinia? Oh!!! Mi name is…Yoko, and yours?” (“L’Italia e’ meravigliosa, la gente e’ buona…la Sardegna? Oh! Io mi chiamo Yoko, e lei?”).

*Ci salutammo, dopo aver preso un caffe’ insieme.
Era il luglio 1988. Mi ricordo come fosse ieri. *Spero che Yoko viva ora..lontano dalla tragedia, o che ella sia almeno…tra i sopravissuti.

***////***

A tutti i giovani del Giappone

Marghian

IL SOLE E’ TRAMONTATO…SULL’ALBA, IN GIAPPONE

NI…PON

(SOLE..NASCENTE)

EPPURE IL SOLE….E’ TRAMONTATO… SULL’ALBA DELL’ORIENTE

(/*-*-*-*-*-*-*-*/)

“Perche’ sei cosi’ scuro, e cosi’ triste, o sole che sorgi?”

“Perche’ il mondo al quale io do la mia luce, sta piangendo.

Per questo, figlio mio, non ho voglia di splendere”

(Marghian)

8*******************8

CARI AMICI

Siamo tutti profondamente addolorati ed angosciati per la tragedia che in queste ore ha colpito il Giappone, terra da noi cosi’ lontana nella geografia e nella diversita’  di cultura e di tradizione, e  pure cosi’ vicina nella….comune  natura umana.

in Italia erano le 6 del mattino, e l’alba  ha illuminato le nostre prime, pigre azioni. Ci siamo alzati dal letto, siamo entrati  in doccia, abbiamo fatto colazione e siamo corsi incontro al nuovo giorno, ora con rinnovato entusiasmo, ora con svogliatezza e gli occhi e la mente ancora ancorati agli ultimi sogni e all’ultimo tratto di sonno prima del “riiing” della sveglia.

Alle otto meno 10 ho aperto il cancelletto dell’ufficio, ho iniziato la mia giornata di lavoro.

Dall’altra parte del mondo, la natura si e’ scatenata come fa’ da sempre, in tutto il mondo, con una forza spaventosa. Il “drago che muove la Terra” si e’ svegliato, agitandosi freneticamente, ed i suoi terribili spasmi hanno scosso il mondo…la terra ha tremato, il mare ha invaso con violenza inaudita le coste, le citta’, la gente. Gente che come noi e piu’ di noi iniziava a lavorare…gente che si e’ vista la “furia del drago” abbattersi su di loro.

Il drago, che e’ per loro una figura benefica e tremenda insieme, che e’ portatore di sapienza e di vita, ma anche di morte, si e’ risvegliato in Giappone.

L’arcipelago nipponico che si trova in mezzo a quattro zolle continentali in attrito fra di loro (la “cintura di fuoco”), e per questo motivo soggetta a terremoti e maremoti-il maremoto e’ l’effetto secondario di un terremoto con epicentro in mare- e’ stato anche questa volta “pressato” dall’azione tremenda dello spostamento delle masse continentali. Masse che si muovono molto lentamente, qualche centimetro all’anno, ma che nel tempo accumulano energia geologica in “certi punti” generando….cio’ che in questi giorni e’ terribile attualita’, cronaca, numeri e….dolore.

Fenomeni naturali che ci danno la vita, che hanno creato continenti, isole, mari, ma…che ogni tanto ci chiedono un…prezzo da pagare. Il fondo del mare contiene delle “spaccature” ed e’ grazie a queste che la terra si “rinnova”. In certe spavvature la terra “affonda” ridiventando “lava”, in altre…emerge della lava che si solidifica e diventa…terra solida. E’ il motore della Terra, sotto la cui superficie un nastro di materia fusa ruota, si immerge, riemerge….ed e’ per qeusto motivo che i continenti si “muovono” e persino esistono. Tutto, terra, mare, galleggia su un “magma” fuso dello spessore di tremila chilometri….un ocenao fuso, che e’ il…..”mantello terrestre”.

Tutto questo, amici, rende ancora piu’ incomprensibile l’accadere di una tragedia come un terremoto cosi’ devastante. I vulcani che eruttando hanno “sputato” acqua ed altre sostanze generando roccia in superficie e..tanti vapori creando mare ed atmosfera; le faglie continentali, le dorsali oceaniche che fanno muovere e vivere i continenti,  esalazioni di materia calda che ci regala le terme, l’aria che ci protegge dalle radiazioni nocive che arrivano dal Sole, lasciando passare quelle che ci fanno vivere.

Tutto questo ci regala la Terra, e lo fa’ proprio con queste  forze tremende in gioco. Eppure, queste stesse forze meravigliose, ci danno anche….si, anche i terremoti.

Proprio perche’ da una parte le forze vulcaniche del sottosuolo hanno creato la Terra….dall’altra ci danno la morte, le disgrazie, le calamita’.

Queste cose i GIAPPONESI le sanno meglio di noi.  Convivono con i terremoti da sempre. Ma anche questa gente, anche i giapponesi, sono esseri umani che…soffrono per queste cose. E muoiono.

La parola “tsunami”…..e’ cosi’ bella nel suo significato, una parola che e’ quasi ..poesia. “Onda…del….porto”. Ma….ecco, l’onda del porto…distrugge il porto, le navi, e va oltre seppellendo citta’, campi, travolge gente uccidendone una parte, lasciando nel dolore l’altra.

Ecco, amici. E’ accaduto. E tutto questo fa’ precipitare nell’angoscia di fronte all’impotenza e al dolore. Non ci resta che pregare per loro, ma col silenzio del cuore…mentre le nostre mani operose devono prodigarsi ad aiutare, nei limiti delle possibilita’.

Le LORO mani operose stanno gia’ lavorando. I giaponesi, gente bella e laboriosa, che ha una cultura di un valore immenso. La filosofia, l’arte, la tecnologia…ma soprattutto l’umanita’ di questa gente, che seppur piegata, non si arrendera’.

Il sole e’ tramontato sull’Alba, in Giappone…la terra del sole che si leva.

NI-PON significa ALBA e….nella terra dell’Alba…questa risorgera’. E….pur nel dolore e nella sofferenza dei postumi di  una tale disgrazia, questa gente fiera dira’ che…..”un nuovo giorno e’ cominciato…per noi”.

Speriamo che..l’alba di  qeusto… nuovo giorno  sia presto, e che il DRAGO si addormenti, e non si risvegli mai piu’…se non per dare….quel bene e quella sapienza che, per loro, e’ un..suo dono. Un dono che essi coltivano, anche…e forse soprattutto, nei momenti difficili. Come lo e’ questo, dove ancora…la terra trema.

CIAO AMICI

Marghian

 

MAKING BELIEVE

MAKING BELIEVE

(far credere…*ma anche nel significato di “far credere a me stesso”)

EMMYLUO HARRIS

“*Far credere credere-*da intendersi anche come “imamginare”, *voler credere”- che tu ancora mi ami mi lascia ancor piu’ tanto sola e triste.  Ancora sognero’-nel senso di “pensero'”- sempre… di averti per me. Far credere,  e’ tutto  cio’ che posso fare. Non posso stringerti stretta a me, quando tu non sei con me.  Ami un’altra (letteralmente “sei l’amore di qualcuno”), non sarai mai mia. Far credere ( immaginare di…fingere di)…*passo la mia vita ad amarti…e “facendo credere” (che tu mi ami ancora). *Far credere che io non ti ho mai persa, e le mie ore felici…trovo che sono cosi’ poche. I miei progetti per il futuro non diventeranno mai realta’. Faccio credere (qui forse si intende “a me stesso”)..cos’altro posso fare? Far …credere, passare il mio tempo ad amarti  e..far credere-e ad illudermi….che tu mi ami- (Jimmy Work, traduz. Marghian).

CIAO.

HO SCELTO QUESTA CANZONE, CHE MI PIACE MOLTISSIMO.

“Making believe” e’ una canzone country  composta da Jimmy Work nei primi anni ’50. Famosa divenne  l’interpretazione  di Kitty Wells che la incise  nel 1955.

Mi piacque molto la versione di Ray Charles, che con Bob Dylan, la gia’ citata Kitty Wells,  Skeeter Davis ed altri, e’ uno dei grandi interpreti del brano. Ho trovato nel web la versione della brava-e bella- Emmylou Harris, che vi propongo qui…e che vi dedico.

*  *  *

Ieri notte, ripassando mentalmente la traduzione che ho fatto ascoltando il video e “interrompendolo” per poter scrivere, ho pensato che quel “making believe” nella canzone possa significare anche “immaginare”-illudersi”-. Significa si’ “far credere” ( “make you believe that I am strong” -“ti faccio credere che io sia forte”-); ma,  riesaminando il contesto della canzone, a me sembrava piu’ una “forma idiomatica” per dire “immaginare”..voler credere”. Non contento dell’intuizione, ho cercato “making believe meaning”-“far credere -significato”. Ebbene si’: “Making believe”: far credere”:, fingere, *immaginare!”-.  * Ma va bene anche intenderlo come “far credere alla gente”……o tutte e due le cose (chi finge, in effetti..spesso lo fa’ anche per se’ stesso, in amore).

*Questa interpretazione-“far credere…” mi ricorda GREAT PRETENDER -il grande fingitore-dei Platters e rifatta anche dal grande Freddie Mercury….ecco, quella si’ intendeva proprio:  ” oh si, io sono il grande simulatore…fingo che di star bene….e che tu sia vicino a me….rido, mi diverto….e’ dura far credere….che tu sei con me….”.

Ma…a ben pensarci, “Great Pretender” parla di “momenti”-davanti agli altri” eccetera,  mentre “Making believe” parla di di… “una vita passata a….(far) credere…a sognare che…”

*Sottigliezze interpretative e linguistiche a parte la canzone…e’ bella!!!!!

Ciao.

Marghian

 

LA CONTABILITA’.. DEL CUORE

 

LA CONTABILITA’, CHE BELLA COSA! E’ UTILE, MA A VOLTE….

...I CONTI NON TORNANO E…CI MANCA QUALCOSA!

MA??!!

OH, ADESSO SI’ CHE I CONTI TORNANO!!!!

[?8*7854-457+10-(1/3*2%)+8!]

“Il vero onore per l’uomo consiste’ nel dare
In special modo di quella “ricchezza” che non e’ materiale
E nel dare a chi ha gia’ di questa ricchezza
Si ha il massimo dell’onore
E di questo sei felice

*  *  *
Ma la cosa piu’ bella di questa ricchezza non materiale
Sta nel fatto che se tu regali del denaro
Cio’ che hai regalato, ti manchera’
Se tu dai il tuo cuore invece

Cio’ che hai dato non ti manca
Il cuore non solo ti rimane tutto intero
Ma cresce
E’ questa la…. contabilita’ del cuore
Solo che questa e’ di un valore
Che non si puo’….contare”
(Marghian)

/———————/

HO PENSATO QUESTA  COSA POCO FA

DOPO AVER FATTO.. “DUE CONTICINI”

VE LA PROPONGO.. E CON ESSA VI AUGURO

UN FELICE WEEK- END!!!

CIAO

Marghian

 

 

Come cerchi nell'acqua

ogni pensiero, azione, parola si propaga nello spazio....

❀ Rоѕa ❀

♥ Chiunque può simpatizzare con il dolore di un amico,ma solo un animo nobile riesce a simpatizzare con il suo successo ♥

MI...semplicemente ♪☕♫

Le belle parole dei saggi e dei poeti di tutto il mondo mi aiutano spesso a dire quello che non so esprimere

Chi trova un amico trova un tesoro

La vita è il frutto della nostra immaginazione

Marghian - Music blog

Just another WordPress.com site

Semprevento's Blog

Amo il vento e tutto ciò che accarezza

Cayenna

Essere se stessi contro ogni violenza

la vita va...

Just another WordPress.com site

MALI & LINO

Just another WordPress.com site

~ A l b a ~

camminando insieme a voi.....

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: