IL GIORNO DELLA MEMORIA

E’ triste, lo so. Ma…

E’ ACCADUTO.

E SE….NOI NON RICORDIAMO, ACCADRA’ ANCORA

E sara’ molto, molto piu’ triste. Ma speriamo che..l’uomo impari

a vivere senza ammazzare ed il vento….no, non si posi, morendo anc’esso,

soffocato dall’aria greve e nera di un olocausto.

Ma soffi, su un….mondo nuovo dove i bambini nel vento….vivranno

e cresceranno, e del vento non avranno timore. Perche’ quel vento dara’ loro la vita,

NON LA MORTE. MAI PIU’ QUELLA..DELL’UOMO SULL’UOMO.

(Marghian)

*”RICORDARE, PARLARNE, COMMEMORARE”, SI DICE SPESSO,

“NON CAMBIA NULLA”. “SERVONO FATTI, NON PAROLE O CERIMONIE”.

/*****************/

Ma vedete,  non bisogna  sempre pensare che chi si sente partecipe

di una commemorazione, non abbia in cuore anche  la GENUINITA’

di questo suo ricordare. Ed e’, comunque utile, ricordare.

Perche’ fra chi ricorda, ci sono anche le persone di buona volonta’.

E la volonta’, si sa, e’ alimentata e ravvivata anche…dal ricordo

E DALLA CONSAPEVOLEZZA

CIAO,  AMICI.

Marghian

Annunci