WE SHALL OVERCOME
(Alla mia mamma)
              
“Joan Baez ci presenta questa canzone nella..cucina di una casa. Cosi’, con semplici accordi di chitarra*
(Alcune strofe sono nella lingua “farsi”, *per il popolo iraniano…come dice lei)
*——————————*
NOI TRIONFEREMO. SI, AMICI.
MA..NON IN CHISSA’ QUALE BATTAGLIA. NO, AMICI.
LA NOSTRA VITTORIA E’ ..CIO’ CHE DICE QUESTA CANZONE.
“Noi trionferemo….un giorno. Io lo credo fermamente”
Noi ci terremo per mano, saremo fratelli.
Vivremo in pace, e non abbiamo paura, oggi.
Perche’…..dentro il cuore credo proprio che, un giorno, trionferemo”
***********
HO PENSATO…. DI CANTARLA ANCHE IO.
*13 giugno, ore 1,42…E non e’ tutto…per prendere dimestichezza col blog di adesso…
->…LA CANTO CON LEI!!
*Ho sovrainciso…la mia voce (grossa)- e la mia chitarra-…su quella di Joan.
Cosi’…per divertirmi un po’.
“Oh, Maria Santissima….no!!!” (^_^) Vi capisco.
 /8888/
*Rimedio subito!!!! Infatti…
*–> *QUI CE LA PRESENTA…. BRUCE SPRINGSTEEN!!!!*
*/*/*/*/*/*/*/
Da una piccola indagine che ho fatto in internet, la melodia di questa canzone sembra avere avuto origine, nel XVII  secolo, da un canto popolare dei pescatori siciliani. Conosciuta in Germania negli gli ambienti protestanti, avrebbe successivamente acquistato popolarita’ in America presso le congregazioni protestanti, e divenne un canto religioso. Nei primi anni del secolo scorso, “We shall overcome ” veniva cantata nelle proteste sindacali dei lavoratori del tabacco. Il canto,adottato dai neri, subi’ ancora altre variazioni, e intorno agli anni ’40 divenne il celebre canto spiritual , come noi oggi lo conosciamo. Ciao.
Marghian

 

Annunci