Archive for agosto 2009

LA MUSICA ETNICA SARDA: ” CORDAS ET CANNAS”: “NANNEDDU MEU

 

CORDAS ET CANNAS

           

*multivideo*

NANNEDDU MEU "Giovannino mio" (Lettera a "Nanni" Sulis, 1850 circa)

"Giovannino mio, il mondo è cosi’, come era prima non tornera’ mai piu’. Siamo in tempi di tirannia, di infamia e di carestia. Ora,  i "popoli" (le comunita’ , la gente) sbadigliano come cani, gridando forte"vogliamo pane". Affamati, noi, qui stiamo mangiando pane e castagne, e terra con ghiande-ghiande sporche di terra-.  -"In una"- Terra che a fango riduce il povero, senza alimento, e senza un ricovero. Siamo assetati, nelle fontane, e ci accaniamo all’acqua..sembriamo delle rane. Peggio ancora è la fame, che forte bussa alla porta di tutti e non perdona. "Sos tristos corvos, a chie los lassas..pienos de tirrias e malas trassas?""Quei tristi corvi, a chi li lasci -non li consideri?-, pieni di odi e di cattive intenzioni?…*Ed è cosi’ che tutti … ci facciamo la guerra, per pochi giorni di vita in terra.  *Cuddas banderas, numeru trinta, dae binu ‘onu mu’dan’a tinta. Appena mortas cuddas bamderas no piu’ s’osservan embreacheras..*… quelle bandiere-di osterie-, in numero di trenta, da vino buono si tramutano in inchiostro….appena morte quelle "bandiere"- osterie-, piu’ non si "osservano"..non si vivono, delle sbronze…* …*Addio,  Giovannino, e tienine conto ( di cio’ che ti scrivo),"fai finta di non sentire, fingiti tonto. Tanto. lo vedi? il mondo è cosi’…come era prima non tornera’… mai".

*  *  *   *  *  *

Il gruppo musicale "Cordas e Cannas" è una delle voci piu’ rappresentatice ed esemplari della nostra musica etnica. Una lunga ricerca musicale, culturale e filologica ah portato alla elaborazione di un repertorio ricco di sonorita’ e di liriche. "Nanneddu meu"-1850 circa-, come tante altre canzoni sarde, ha un contenuto profondo di "protesta" contro le tirannie e "sos tempos de tirannia, infamidade et  carestia", e nel contempo  di rimpianto per "cuddas banderas numeru trinta"…quelle bandiere-anche piu’ di trenta in un paese- di osteria esposte come "pubblicita’" per il buon vino che li’ veniva consumato, che anche io ho conosciuto …ma di un vino… oramai tramutato in inchiostro….imbevibile a causa della scomparsa di quella genuinita’ che permetteva che "si osservànta embreacheras", che si "assistesse" a delle sbornie, che si bevesse assieme e ci si divertisse. "Nanneddu meu", la descrizione amara della realta’-semus in tempos de tirannia, infamidades et carestias…-, i tempi della tirannia, della fame, delle carestie provocate dalle ingiustizie e dagli odi. E l’esortazione dell’amico: "Ciao, nanni, tieni conto di cio’ che ti dico, .fai il sordo e fingi di essere "tonto", perche’…"a tantu l’ides su mundu er’ gai…"perche’ tanto, lo vedi? il mondo è cosi’","a sicut erat"…come era prima-dal latino, e questo ci rende fieri!!!-…no’ torrat mai"….*come era prima,  non tornera…mai’"*(la canzone è in realta’ molto piu’ lunga; infatti le parole che ho  evidenziate con un colore diverso, non compaiono in questa versione. *Ho poi tradotto il testo in un italiano  un po’"sgrammaticato"..tipico di noi sardi!…*per dare una traduzione, per quanto possibile, letterale e… fedele al testo originario). *Appena potro’, vi informero’ meglio sul personaggio che ha ispirato questo brano, Nanni Sulis, su questo stesso post. Ciao.


Questo post non è nato per caso. In televisione i "Cordas"..stanno andando in onda! Si, nel canale sardo "Videolina"…li sento da qui.  Suonano da circa 2 ore. Tempo fa feci un altro post su di loro…e ve lo faccio sentire e vedere. Ma il "clue" di questo gruppo è una canzone molto bella, forse la migliore. Purtroppo non la trovavo su "You Tube", cosi’ "ripiegai" su un altra loro canzone. "Su falchittu", una canzone semplice e divertente. .che potete ascoltare…qui. la canzone che avrei intenzione di postare è la storia di un "disadattato" sul piano sociale, un disadattato che è portato, dala sua condizione, ad essere un "bandito". Vi cito qualche strofa: "S’istoria narat de unu zovanu rebbellu….de un "omine malu" chi bandidende a ‘occhre a provadu.ma narat puru chi vi’ de animu caru, e… de amistade aìat bisonzu caru- la storia narra di un  giovane ribelle….di un uomo (cosiddetto) "cattivo", che da bandito provo’ anche ad uccidere..ma dice anche, che era di animo caro..e di amicizia aveva un…caro bisogno-. Come vedete, è sempre la mancanza di amore e di comprensione..addirittura "avversato" e preso in giro. Dice anche "… essende muttu dae sa naschidura"-essendo muto dalla nascita- e ancora "e pro cuare s’insoro balentia..sa curpa a isse sempre la daiana.."- e per nascondere la loro "prepotenza, la colpa a lui sempre davano.."-balentia-valenza- vuol dire si,  "valore",  "forza", "eroismo",  ma in gergo banditesco…-la stanno mandando in onda!!!!- significa.."prepotenza"….tipo i "bravi" di Don Rodrigo, insomma ("Bravo" = "valoroso" ma, come sapete….). *Ve la postero’ appena mi sara’ possibile.. è troppo bella. ma..forse c’è in questo "multivideo", chissa’. Come magari "bandera", un canto alla bandiera sarda dei "quattro mori".* A scanso di equivoci…..basta cliccare qui. Ciao.

Marghian

 

Annunci

“CLASSIC ROCK”: E’ COSI’ CHE CHIAMO LA MUSICA DI….

  INGWIE MALMSTEEN

 

   
"Multivideo" contenente anche la sua interpretazione de "Adagio di Albinoni"
 
SENTITE CHE ROBA. SI, MI PIACE ANCHE… QUESTA MUSICA.
Marghian 

YOU TUBE (multivideo) – LAURA LUCA: “DOMANI, DOMANI”.

 

                

"LA VOCE, LA BELLEZZA DI QUESTA CANZONE…E LA DOLCEZZA DI LAURA.

* LAURA PRESENTO’ QUESTA CANZONE NELLA EDIZIONE DI SANREMO DEL 1978 *

 Oggi , in macchina, ho sentito questa canzone a "Radio Margherita"

*Marghe….Nel video c’è anche"La prima cosa bella". Avevo 17 anni. La sua eta’*

CIAO.

Marghian

BUON FERRAGOSTO CON…

 

 * BUON FERRAGOSTO CON *

(YOU TUBE) *CREEDENCE CLEARWATER REVIVAL*

     

 * BAD MOON RISING *

 Ho scelto questa canzone per il Ferragosto…e per la musica.

Ovviamente vi consiglio di andare al MARE, ma se vi capita….Okay?

"Creedence", una musica che sa di REVIVAL, e di ESTATE. Ciao.

Marghian

YOU TUBE: PIANETA SATURNO!

 

 * IL PIANETA SATURNO *

  

* UNA MERAVIGLIA SOSPESA NEL CIELO *

Ciao. Non aggiungo nulla: sara’ questo bellissimo video a palare.

Ma..c’è dell’altro!!! Si, al termine del servizio su Saturno..me ne sono accorto adesso! Basta "cliccare" in basso del video, dopo la scritta "guarda di nuovo" (Urano, Venere, Marte, eccetera..eccetera). *Meglio!!!!

Marghian

post-commento: “Le stelle cadenti di agosto”

 
/* POST – COMMENTO * /
 
 
 
/10 AGOSTO: **LE STELLE – CADENTI**/
 
(Commento rilasciato nel BELLISSIMO post di FAUSTA)
*   *   *   * 
"Ehh, come potevo mancare???? Ciao, Fausta!!!! Prima di tutto…che scientista distratto che sono!!!! "Oggi e’ il 10 agosto" ho pensato…leggendo il titolo del tuo post.."punto secondo": bellissimo!!!!! Si, è cosi’…la terra attraversa un "tratto" della scia lasciata da una cometa-non ricordo quale.e in questa fase della sua rotazione succede che le "stelle cadenti" vengono dalla Costellazione del perseo..otticamente parlando: il radiante". Purtroppo anche per me non è facile vedere stelle cadenti ("stelle ..scadenti" disse l’anno scorso in spiaggia…ne vidi pochissime! In realta’ "scadente" era la visibilita’!!!!). Come sai ora il "punto focale non è piu’ il 10 ma il..12, credo. E a novembre-novembre, giusto???- ci saranno le "leonidi" perche’ come sai….sembrano venire dalla costelazione del Leone. Ah, sapevi che all’anno cadono sulla terra ben….40 mila tonnellate di materiale meteoritico? Si!!! Anche piu’, credo! Tutto l’anno cadono meteoriti, non solo "da scie di comete" ma….meteoriti che non sono stati "assorbiti" dalla formazione dei pianeti. Pensa che..assieme alle "stelle cadenti" che sono "granellini" di qualche cm o 10 cm di diametro..vi sono anche-piu’ rari si intende e..tutto l’anno!- pezzi grandi come..una stanza!!! Si, eppure l’atmosfera li disintegra….deve avere almeno 30 o 50 metri di diametro un meteorite perche’ la parte rimasta intatta possa toccare il suolo (Meteor Crater, Arizona: la "meteora", prima di "consumarsi" parzialmente, aveva da 15 a 40 metri di diametro circa).
Ah, le stelle, quanti sogni, quanto facino e quanti miti-Perseo, Andromeda…. -e quanti desideri fausta! Gia’, "desideri"…da "de sideribus"-"senza le stelle"(???) o "dalle stelle" o "riguardo alle stelle"-; e.. "considerare"??? Si, nell’antichita’ tutto si faceva.."cum sideribus".."conSIDERando" le stelle…..l’astrologia, antica…..gia..e la nostra lingua italiana, che prende pure da essa, e dalle stelle….Ciao Fausta!!!!!!"
–  CIAO  
 
Marghian

UNA CANZONE…DA LEGGERE

 
*CIRANO*
 

"Venite pure avanti, voi con il naso corto, signori imbellettati, io più non vi sopporto, infilerò la penna ben dentro al vostro orgoglio perchè con questa spada vi uccido quando voglio.  Venite pure avanti poeti sgangherati, inutili cantanti di giorni sciagurati, buffoni che campate di versi senza forza avrete soldi e gloria, ma non avete scorza; godetevi il successo, godete finché dura, che il pubblico è ammaestrato e non vi fa paura e andate chissà dove per non pagar le tasse col ghigno e l’ ignoranza dei primi della classe. Io sono solo un povero cadetto di Guascogna, però non la sopporto la gente che non sogna. Gli orpelli? L’arrivismo? All’ amo non abbocco e al fin della licenza io non perdono e tocco, io non perdono, non perdono e tocco! Facciamola finita, venite tutti avanti nuovi protagonisti, politici rampanti,  venite portaborse, ruffiani e mezze calze, feroci conduttori di trasmissioni false
che avete spesso fatto del qualunquismo un arte, coraggio liberisti, buttate giù le carte tanto ci sarà sempre chi pagherà le spese in questo benedetto,  e assurdo bel paese. Non me ne frega niente se anch’ io sono sbagliato, spiacere è il mio piacere, io amo essere odiato; coi furbi e i prepotenti da sempre mi balocco e al fin della licenza io non perdono e tocco, io non perdono, non perdono e tocco!

 

Ma… quando sono solo con questo naso al piede che almeno di mezz’ ora da sempre mi precede si spegne la mia rabbia e ricordo con dolore che a me è quasi proibito il sogno di un amore; non so quante ne ho amate, non so quante ne ho avute, per colpa o per destino le donne le ho perdute e quando sento il peso d’ essere sempre solo mi chiudo in casa e scrivo e scrivendo mi consolo, ma dentro di me sento che il grande amore esiste, amo senza peccato, amo, ma sono triste perchè Rossana è bella, siamo così diversi, a parlarle non riesco: le parlerò coi versi, le parlerò coi versi…

 

Venite gente vuota, facciamola finita, voi preti che vendete a tutti un’ altra vita; se c’è, come voi dite, un Dio nell’ infinito, guardatevi nel cuore, l’ avete già tradito e voi materialisti, col vostro chiodo fisso, che Dio è morto e l’ uomo è solo in questo abisso, le verità cercate per terra, da maiali, tenetevi le ghiande, lasciatemi le ali; tornate a casa nani, levatevi davanti, per la mia rabbia enorme mi servono giganti.  Ai dogmi e ai pregiudizi da sempre non abbocco e al fin della licenza io non perdono e tocco, io non perdono, non perdono e tocco!  Io tocco i miei nemici col naso e con la spada…

 

…ma in questa vita oggi non trovo più la strada.  Non voglio rassegnarmi ad essere cattivo, tu sola puoi salvarmi, tu sola e te lo scrivo: dev’ esserci, lo sento, in terra o in cielo un posto dove non soffriremo e tutto sarà giusto. Non ridere, ti prego, di queste mie parole, io sono solo un’ ombra e tu, Rossana, il sole, ma tu, lo so, non ridi, dolcissima signora ed io non mi nascondo sotto la tua dimora perchè oramai lo sento, non ho sofferto invano, se mi ami come sono, per sempre tuo, per sempre tuo, per sempre tuo…Cirano" (FRANCESCO GUCCINI)

*  *  *  *

Ciao. Ho chiamato questo post "una canzone da leggere. Si, la poesia di Francesco.e il personaggio, Cirano. Cirano, il giustiziere, Cirano il critico pungente, Cirano..l’uomo. L’uomo che….si sente solo e che ha bisogno di amore, Cirano  l’uomo che vuole essere amato, compreso…e che ha bisogno di lei, di Rossana.  Cirano che colpisce con la sua spada…che è la penna sferzante che ferisce duramente nel profondo dell’orgoglio dei potenti; Cirano che vuole combattere senza pietà cio’ che è ingiusto. Ma Cirano …sente di essere un uomo….che necessita di amore…e che si stanca di essere cattivo. Cirano, forte e debole al contempo. Cirano, Francesco, io..noi tutti. Ecco cosa siamo: uomini.

Ciao.

Ma.."Cirano" è anche una canzone…da sentire.

Marghian

 

MI...semplicemente ♪☕♫

Le belle parole dei saggi e dei poeti di tutto il mondo mi aiutano spesso a dire quello che non so esprimere

Nel giardino segreto

in fondo al cuore di ognuno di noi

VIAGGIO VERSO CIELI LIMPIDI

La vita è bella comunque e a prescindere!

Chi trova un amico trova un tesoro

La vita è il frutto della nostra immaginazione

Pensieri...solo pensieri...

Per alcune persone, i libri fanno la differenza tra felicità e infelicità, speranza e disperazione, una vita degna di essere vissuta e una orribilmente noiosa.Anjali Banerjee♦♦Nel serpente il veleno è nei denti, nella mosca è nel capo, nello scorpione nella coda, nel malvagio in tutto il corpo.

Marghian - Music blog

Just another WordPress.com site

Semprevento's Blog

Amo il vento e tutto ciò che accarezza

Cayenna

Essere se stessi contro ogni violenza

la vita va...

Just another WordPress.com site

MALI & LINO

Just another WordPress.com site

~ A l b a ~

camminando insieme a voi.....

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: