LA CANZONE DEI DODICI MESI

 

(FRANCESCO GUCCINI)

Chi, fra noi, non ha un mese nel cuore? Chi non ricorda eventi legati a questi periodi di 30, 28 o 31 giorni che dividono l’anno? Dopo i ricordi, le impressioni, le atmosfere che abbiamo rievocato insieme per le stagioni …quanto piu’ numerose sono quelle legate ai mesi? E..quante canzoni, poesie, dipinti e scritti sono dedicati ai mesi? I mesi, "le lune", i calendari. I calendari. Proprio loro ci scandiscono i momenti dell’anno, ci ricordano le ricorrenze e ci fanno da guida per la nostra memoria. Quante volte infatti abbiamo scritto di fianco ad una data le cose da fare? I calendari dei mesi dell’anno, cosi’ pieni di riferimenti, di ricordi. I mesi, specchio talvolta dei nostri pensieri e ricettacolo della nostra storia. I mesi, i giorni, gli anni, il tempo. Quanta suggestione, quanti sentimenti  e quanto di noi sono legati ai mesi? I mesi, come sappiamo, sono una convenzione. A gennaio inizia l’anno, a marzo la primavera, a dicembre l’inverno. L’anno, di dodici mesi, è l’unità di misura della nostra vita, che contiamo in anni. Ma sono i mesi che ci scandiscono il tempo con maggior percisione..una precisione che, come ognuno di noi sa, è legata ad un evento o ad un ricordo. I mesi, i loro colori, la loro atmosfera. I mesi e le nostre impressioni e le nostre memorie. I mesi che "segnano" la nostra vita e che danno persino un "marchio" a cio’ che siamo. Si, i mesi sono lo "zodiaco", in esso individuiamo la nostra indole ed in esso cerchiamo il nostro destino. Nei mesi è il concetto mistico del tempo. Si, perche’ è grazie alla ricerca di una corrispondenza del tempo e del mondo con la perfezione divina che, dopo secoli di calcoli e di studio, noi oggi disponiamo di un calendario pressoche’ perfetto, in sintonia con la rotazione della terra attorno al Sole e intorno a se stessa. I mesi nei quali sono riaprtiti i giorni e le settimane dell’anno. I mesi, nostri compagni di viaggio e misura del nostro tempo e della nostra vita. Ciao.

Marghian

Annunci