Archive for agosto 2008

COME NASCONO LE STELLE

LA NASCITA DELLE STELLE
L’UOMO, SIN DAGLI INIZI DELLA SUA STORIA, HA SEMPRE RIVOLTO LO SGUARDO VERSO IL CIELO.  LA VOLTA CELESTE, CON LE SUE MIRIADI DI STELLE,  HA SEMPRE SUSCITATO  FASCINO  E RIVERENZA.  OGGI NOI,  UOMINI DEL XXI mo  SECOLO,  ABBIAMO QUASI  PERSO TALE  FASCINO,  PRESI  DALLA FRETTA E DALLE URGENZE  DLLA VITA MODERNA. TUTTAVIA IL CIELO STELLATO ATTIRA LA NOSTRA ATTENZIONE E,  RICHIAMATI DA  QUESTO ANTICO FASCINO, GUARDIAMO LE STELLE. ESSE SONO ANCHE PER NOI MOTIVO DI STUPORE. LE STELLE CI ISPIRANO CURIOSITA’ E SENTIMENTO ROMANTICO, ED IN PARTICOLARI OCCASIONI SCRUTIAMO IL CIELO, CERCANDO DI COGLIERNE I  “SEGNI”. LE  STELLE CADENTI RAPPRESENTANO MOTIVO DI PARTICOLARE ATTENZIONE PER TUTTI NOI. CHI NON HA ESPRESSO UN DESIDERIO AL PASSAGGIO DI UNA STELLA CADENTE, O NON HA CERCATO SE’ STESSO NELLE PACINE DEGLI OROSCOPI? SI, LE STELLE CI AFFASCINANO ANCORA OGGI, E LA OSCURA VOLTA CHE LE OSPITA CI SOVRASTA MISTERIOSA, QUASI CONSCIA DI CIO’ CHE CERCHIAMO  GIORNO DOPO GIORNO. TUTTI NOI,  TANTE VOLTE,  CI SIAMO SOFFERMATI  AD AMMIRARE LA DISPOSIZIONE DELLE STELLE NEL CIELO, CERCANDO DI INDIVIDUARE IN ESSE DELLE “FIGURE”.  ANCHE CHI NON E’ VERSATO IN ASTRONOMIA RIESCE AD INDIVIDUARE  L’ORSA MAGGIORE O LA COSTELLAZIONE DI ORIONE. LE STELLE SONO BELLE, AFFASCINANTI E ROMANTICHE. MA COSA SONO LE STELLE? COME NASCONO? LE STELLE MUOIONO? ECCO, E’ PROPRIO DI FRONTE A DOMANDE COSI’ IMPEGNATIVE ED OSTICHE CHE L’UOMO DELLA STRADA SI FERMA, ACCONTENTANDOSI COSì DI AMMIRARLE E DI LASCIARE TALI QUESITI AGLI ESPERTI, AGLI “ADDETTI AI LAVORI”.  MA IO RITENGO CHE SAPERE CHE  COSA  SONO LE STELLE E COME  ESSE NASCONO ED EVOLVONO  SIA IMPORTANTE ED  AFFASCINANTE QUANTO LA LORO BELLEZZA. 

*LE STELLE*
LE STELLE SONO AMMASSI GASSOSI DI FORMA  QUASI SFERICA.  SONO COMPOSTE PREVALENTEMENTE DI IDROGENO ED ELIO, GLI ELEMENTI PIU’ SEMPLICI E PIU’ ABBONDANTI NELL’UNIVERSO. IL LORO NUMERO E’ IMPRESSIONANTE. LE STELLE SONO RAGGRUPPATE IN ENORMI AMMASSI, LE GALASSIE, OGNURNA DELLE QUALI CONTIENE DECINE DI MILIARDI DI STELLE E  SI STIMA CHE LE GALASSIE NELL’UNIVERSO SIANO ALMENO 100 MILIARDI! IL NOSTRO SOLE E’ UNA STELLA “DI MEDIA GRANDEZZA” ED E’ SITUATO IN UNA REGIONE PERIFERICA DELLA NOSTRA GALASSIA, LA VIA LATTEA.  IL SOLE  ESISTE DA CIRCA 5 MILIARDI DI ANNI,  PER CAPIRE IL MECCANISMO DI FORMAZIONE DELLE STELLE E’ NECESSARIO INNANZITUTTO SAPERE DI CHE COSA SONO FATTE,  E QUALI SONO I MECCANISMI FISICI  GRAZIE AI QUALI ESSE EVOLVONO FINO A DIVENTARE QUELLE MERAVIGIOSE “SFERE” CHE ILLUMINANO IL CIELO.  LE STELLE SONO COSTITUITE PRINCIPALMENTE  DA IDROGENO ED ELIO, CHE SONO GLI ELEMENTI MAGGIORMENTE PRESENTI NELL’UNIVERSO.  LE STELLE SI “SOSTENGONO” GRAZIE AI MECCANISMI DI SINTESI NUCLEARE: 4 ATOMI DI IDROGENO SI FONDONO PER FORMARNE UNO DI ELIO.  E’ IL PRINCIPIO, IN SOSTANZA, DELLA “BOMBA H”. QUESTA TRASFORMAZIONE DELL’IDROGENO IN ELIO ALL’INTERNO DI UNA STELLA FA SI CHE IN ESSA SI CREI UNA “FORZA ESPLOSIVA” CHE CONTRASTA LA TENDENZA DELL’ASTRO A COLLASSARE SU SE’ STESSO PER GRAVITA’. OCCORRE CONSIDERARE ALTRI DINAMISMI QUALI, AD ESEMPIO, LA FORZA CENTRIFUGA GENERATA DALLA ROTAZIONE DELLA STELLA, LE CORRENTI CONVETTIVE OPERANTI AI VARI STRATI  DEL SUO INTERNO  NONCHE’ I CAMPI MAGNETICI E L’INTERRELAZIONE GRAVITAZIONALE CON LE ALTRE STELLE. INFATTI UNA STELLA “DOPPIA” SI MANTIENE ANCHE GRAZIE ALLA RECIPROCA ATTRAZIONE GRAVITAZIONALE DELLE DUE COMPONENTI. MA ANCHE LE CARATTERISTICHE DEL NOSTRO SOLE SONO IN PARTE  DA ATTRIBUIRE ALL’INFLUSSO DELLE ALTRE STELLE, COME AD ESEMPIO ALPHA CENTAURI.  FIN QUI, A GRANDI LINEE, HO SPIEGATO COME UNA STELLA VIVE  E QUALI SONO LE ENERGIE IN GIOCO. RIMANE ORA DA INQUADRARE LA QUESTIONE SU COME LE STELLE  NASCANO E  QUALE SIA LA LORO ORIGINE. PER FAR CIO’ OCCORRE PARTIRE DA MOLTO LONTANO:  DALLE ORIGINI STESSE  DELL’UNIVERSO. 
L’UNIVERSO SAREBBE NATO, SECONDO LE TEORIE PIU’ ACCREDITATE, DA UNA IMMANE ESPLOSIONE, TUTT’ORA IN ATTO, DA CUI AVREBBERO AVUTO ORIGINE LA MATERIA E L’ENERGIA DI CUI E’ COMPOSTO. QUESTA “ESPLOSIONE INIZIALE” DA CUI TUTTO EBBE ORIGINE E’ NOTA CON IL SUGGESTIVO NOME DI “BIG BANG”. NON MI DILUNGO QUI SULLA QUESTIONE INERENTE ALLE CARATTERISTICHE DEL “BIG BANVG”. VA CONSIDERATO IL FATTO CHE ESSO NON FU UNA ESPLOSIONE COME VIENE INTESA COMUNEMENTE.  QUANDO ESPLODE UN ORDIGNO, E’ LA FORZA DI SPINTA DELL’ESPLOSIONE CHE ESPELLE I “FRAMMENTI” DI QUESTA ESPLOSIONE LONTANO DAL CENTRO DELLA DEFLAGRAZIONE.  PER L’UNIVERSO LA QUESTIONE E’ PIU’ COMPLESSA. INFATTI E’ LA STRUTTURA DELLO SPAZIO-TEMPO A DILATARSI. INOLTRE, LO SPAZIO NON AVREBBE UN “CENTRO GEOMETRICO” EUCLIDEO,  MA OGNI PUNTO DI OSSERVAZIONE E’ IN ESSO “CENTRALE”. COME HO SCRITTO, PARLERO’ DELLA COSMOLOGIA DEL “BIG BANG” IN UN’ALTRO ARTICOLO. L’ANALOGIA CON L’ESPLOSIONE E’ COMUNQUE VALIDA PER CAPIRE CIO’ CHE STIAMO ESPONENDO. L'”ESPLOSIONE INIZIALE” EBBE ORIGINE PRATICAMENTE DA UN PUNTO: L’UNIVERSO, IN PRINCIPIO, AVEVA LE DIMENSIONI DI UNA PARTICELLA  SUBATOMICA,  FORSE ADDIRITTURA NULLE. DA QUEL “PUNTO COSMICO TUTTO EBBE ORIGINE. DOPO I PRIMI   ISTANTI LE DIMENSIONI SPAZIO E TEMPO INIZIARONO A DILATARSI. L’ENERGIA ERA CONCENTRATA SOTTOFORMA DI RADIAZIONE AD ALTISSIMA  TEMPREATURA, DELL’ORDINE DI MILIARDI DI GRADI, E NOPN ESISTEVA ANCORA UNA NETTA DISTINZIONE TRA ENERGIA E MATERIA,  COME OGGI NOI LA CONOSCIAMO. ESISTEVA UNA UNICA “ENERGIA DI RADIAZIONE QUANTISTICA”. DOPO I PRIMI SECONDI DI VITA, L’UNIVERSO IN EMBRIONE COMINCIO’ A RAFFREDDARSI PER VIA DELL’ESPANSIONE DELLOSPAZIO, ED I QUARK, PARTICELLE PICCOLISSIME APPENA FORMATESI, SI RAGGRUPPARONO A GRUPPI DI TRE, GENERANDO I PROTONI: NACQUE COSI’ L’IDROGENO, IL PRIMO ELEMENTO DELLA MATERIA! l’UNIVERSO AVEVA UN DIAMETRO DI CIRCA 300000 KM ED ERA DENSISSIMO. COL PASSARE DEL TEMPO L’UNIVERSO SI ERA ULTERIORMENTE RFFREDDATO, E LE TEMPERATURE AL SUO INTERNO  ERANO ANCORA ELVATISSIME.  INTANTO SI ERANO GENERATE ALTRE PARTICELLE E LA MATERIA PRESE FORMA. I  PROTONI, I NEUTRONI E GLI ELETTRONI COSTITUIVANO L’IDROGENO, L’ELEMENTO BASE DELL’UNIVERSO. . DURANTE I PRIMI MILLE ANNI , CON LULTERIORE ‘ESPANDERSI DELO SPAZIO,  SI FORMARONO DELLE CONCENTRAZIONI LOCALI: ERANO LE “PROTOGALASSIE” QUESTI AMMASSI DI IDROGENO POSSEDEVANO U MOTO ROTATORIO. INTANTO LA TEMPERATURA MEDIA DELL’UNIVERSO SI ABBASSAVA ULTERIORMENTE; ALL’INTERNO DI QUESTI AMMASSI DI GAS DI IDROGENO LA MATERIA SI CONDENSAVA PER GRAVITA’ E MILIARDI DI “STELLE NASCENTI”  SI FORMARONO.   LA FORZA GRAVITAZIONALE FECE SI’ CHE ALL’INTERNO DI QUESTE “PROTOSTELLE” L’IDROGENO VENISSE COMPRESSO IN MANIERA TALE CHE GLI ATOMI SI COMPENETRASSERO E, PER FUSIONE NUCLEARE, NASCESSE L’ELIO,.IL SECONDO ELEMENTO. LA FUSIONE DELL’IDROGENO E LA CONSEGUENTE PRODUZIONE DI ELIO FACEVA SI’ CHE VENISSE LIBERATA DELL’ENERGIA RADIANTE: PARTICELLE QUANTISTICHE DI PURA ENERGIA E PRIVE DI AMSSA CHE, DIMINUENDO DI FREQUENZA,  PRODUCEVANO QUELLA RADIAZIONE CHE,  INSIEME  AI RAGGI ULTRAVIOLETTI ,ALLE ONDE  TERMICHE E RADIO, GENERAVANO ANCHE L’ENERGIA CHE NOI CHIAMIAMO LUCE. LA LUCE ALTRO NON E’ CHE RADIAZIONE ELETTROMAGNETICA LA CUI FREQUENZA E’ PERCEPIBILE DAI NOSTRI OCCHI:   E’ LA LUCE DELLE STELLE! LE STELLE ESISTONO DA MOLTI MILIARDI DI ANNI, IN QUELLE IMMENSE FAMIGLIE CHE SONO LE GALASSIE. LA CONTRAZIONE GRAVITAZIONALE CHE TENDE A FARLE COLLASSARE PRODUCE AL LORO INTERNO UN NUCLEO IN CUI VIENE PRODOTTO L’ELIO E, NELLE STELLE PIU’ MASSICCE, ELEMENTI ANCORA PIU’ PESANTI, FINO A PRODURRE I METALLI. IN TUTTI QUESTI PROCESSI LE STELLE PERDONO UNA PICCOLA QUANTITA’ DELLA LORO MASSA CHE SI TRASFORMA IN RADIAZIONE ELETTROMAGNETICA DI CUI ANCHE LA LUCE FA PARTE. DALLE PRIME STELLE NACQUERO TUTTI GLI ELEMENTI CHIMICI CHE ANCORA VENGONO SINTETIZZATI DALLE STELLE MASSICCE.  L’UNIVERSO BRULICA DI STELLE. IN ESSO LE NUBI DI IDROGENO SI CONDENSANO A FORMARNE ALTRE, E MILIARDI DI STELLE MUOIONO. IL LORO DESTINO CAMBIA A SECONDA DELLA LORO MASSA. STELLE MOLTO GRANDI CONSUMANO IL LORO COMBUSTIBILE IN TEMPI BREVI, DELL’ORDINE DI POCHI MILIONI DI ANNI, ED ESPLODONO COME “SUPERNOVE”. LA LORO “MORTE” GENERA ONDE D’URTO CHE CREA DELLE “CONDENSAZIONI DI GAS ED ALTRE STELLE NSACONO ED EVOLVONO. STELLE PIU’ PICCOLE, COME IL NOSTRO SOLE, HANNO UNA VITA MEDIA DELL’ORDINE DEI 10 MILIARDI DI ANNI E TERMINANO LA LORO ESISTENZA COME “GIGANTI ROSSE” E “NANE GIBIANCHE” OGGETTI, DELLE DIMENSIONI DELLA TERRA E DI MASSA DI POCO INFERIORE A QUELLA ORIGINARIA.  IL NUCLEO INTERNO DELLE SUPERNOVE ESPLOSE COLLASSANO IN PULSAR ED IN BUCHI NERI. QUESTO E’ IN SINTESI IL DESTIN FINALE DELLE STELLE. NEL PROCESSO DI FORMAZIONE DELLE STELLE E’ IMPLICITA ANCHE LA FORMAZIONE DI PIANETI: LE STELLE IN FORMAZIONE HANNO DEI DISCHI DI POLVERI E GAS CHE CONDENSANO IN PIANETI. IL SOTTOPRODOTTO DI QUESTA FORMAZIONE SONO GLI ASTEROIDI E LE COMETE. PIANETI, ASTEROIDI E COMETE SONO COSTITUITI DA QUEGLI ELEMENTI PESANTI FORMATISI ALL’INTERNO DELLE STELLE MASSICCIE CHE, ESPLODENDO COME “SUPERNOVAE”, NE HANNO DISSEMINATO LO SPAZIO. LE STELLE ILLUMINANO IL CIELO, PRODUCONO CALORE E CREANO LA MATERIA DI CUI ANCHE NOI SIAMO FORMATI. PER QUESTO MOTIVO E’ VERO CHE SIAMO TUTTI FIGLI DELLE STELLE! QUESTA E’, SEPPUR A GRANDI LIENE, LA STORIA DEL NOSTRO UNIVERSO E DI COME NASCONO LE STELLE.
Marghian

ESTATE, LA STAGIONE PIU’ BELLA!!!

 
* E’ (ANCORA) ESTATE, SI VA AL MARE! *


Ma… siamo quasi alla fine dell’estate e non ho dedicato nulla a lei! L’estate, La  più bella stagione dell’anno, che ci regala il sole, lo svago, le sere sotto le stelle e… il mare. Già, il mare, questa meravigliosa dimensione. Il mare, un vero e proprio mondo. Il mare che con le sue immense distese d’acqua ricopre gran parte della Terra. Il mare che ci ha dato la vita! Non si può non parlare del mare, un dono immenso fra le cose che la natura ha fatto,  per se’ stessa e per il bene dell’uomo. Il mare ci da tanto, sempre: d’inverno la sua melanconica e romantica visione ed il fragore delle sue onde che si infrangono sugli scogli; durante la pPrimavera lunghe passeggiate lungo le sue spiagge e…d’estate? D’estate ci si può immergere nelle sue acque. Si, il mare ci permette anche questo. Oggi, come faccio spesso, sono entrato in acqua ed ho nuotato. Un breve bagno durante il quale mi sono immerso per due, tre volte fino a circa 5-6 metri di profondità. E’ bellissimo. Il mio equipaggiamento?   Un asciugamano, gli slip ed una boccata d’aria per stare in apnea quanto basta per star bene. Una piccola cosa che però ripaga dalla fatica e ritempra l’animo. Questo è il mare. Ciao. 

Marghian     

p.s.: Sapete perché ho scelto quel tronco sulla spiaggia? Campeggio 1969, Costa Verde. C’era un tronco come quello della foto. 25 giorni meravigliosi. Basta poco per il ricordo, basta veramente poco. Ciao.

                                          


ANTEPRIMA DI UN RACCONTO FANTASTICO

 
ALLA RICERCA DI IKAN
 
Qualche giorno fa ho iniziato a scricere un racconto fantasy, "ALLA RICERCA DI  IKAN". Si, avete letto bene. Mi sono detto: perché non provare a scrivere un racconto? Ho scritto solo  alcune pagine. Il mio pr"progetto" è di farlo crescer pian piano e pubblicarlo man mano che  la  sua trama sviluppa. Di cosa parla ? " Ikan" è una  leggenda, un mito.  E come tutti i miti, esso spinge alla  sua ricerca ed alla sua  scoperta. E’ sempre  lo stesso identico motivo: trovare la Verità, il senso della vita e la conquista del "bene supremo". Nel mio racconto, "IKAN" è il  "Graal", "l’"El Dorado", La Meta. Come in tanti racconti,  il Protagonista  è alla ricerca, disposto a rischiare la vita pur di trovare la  Suprema verità.  Riuscirà nel suo intento?  Si, riuscirà. E si renderà conto che la verità è molto piu’ vicina a lui di quanto  egli  si  aspetta.  Il racconto evolverà pian piano, proprio come la VERA RICERCA che ognuno di noi , prima o poi, intrapprende.  Dharen,  nuovo Ulisse, parte per la sua avventura.  Seguirlo significa un po’ scoprire noi stessi. INIZIAMO DA QUI.  Ciao.
 
Marghian

FABRIZIO DE ANDRE’ – UN CHIMICO

    

FABRIZIO DE ANDRE’ – UN CHIMICO

         

LA POESIA DI FABRIZIO DE ANDRE’ E’ SEMPRE  MOLTO  BELLA, MA SOPRATTUTTO  E’ SIGNIFICATIVA. LE SUE CANZONI TOCCANO SOPRATTUTTO LE TEMATICHE DELLA VITA, DELL’UOMO E DEI SUOI SENTIMENTI . LA CANZONE " UN CHIMICO" NARRA LA STORIA DI UN UOMO CHE NON RIUSCIVA AD AMARE UNA DONNA E CHE NON CONCEPIVA L’AMORE. UN DRAMMA SPESSO RICORRENTE NELLE VICISSITUDINI UMANE E’ L’INCAPACITA’ CHE HANNO I GENI DI VIVERE UNA VITA NORMALE. IL SENSO DELLE PAROLE DI QUESTA CANZONE E’ PROPRIO QUESTO: ESSERE TROPPO CEREBRALI IMPEDISCE DI PROVARE PIACERE E DI VIVERE UNA VITA SERENA. L’"INTELLIGENZA CHE OFFUSCA IL CUORE" COSTITUISCE IL DRAMMA ESISTENZIALE DEL PROTAGONISTA DI QUESTA CANZONE, CHE PROPRIO A CAUSA DELLA SUA ECCESSIVA DEDIZIONE ALLO STUDIO E ALLA SUA SPASMODICA RICERCA DI CONOSCENZA,  SUBISCE  LE CONSEGUENZE DELLA  PROPRIA DIVERSITA’: LA VITA DI UN GENIO, IL CUI PREZZO DA PAGARE E’ LA PRIVAZIONE  DI QUELLA VITA NORMALE CARATTERIZZATA DALLE COSE SEMPLICI VISSUTE ALL’INSEGNA DI QUEL SENTIMENTO GRANDE ED ALLO STESSO TEMPO SEMPLICE. UN SENTIMENTO CHE  SI CHIAMA …AMORE.

Marghian

 

A VOICE IN MY HEART

 

UNA VOCE NEL MIO CUORE                             

RAY LAMONTAGNE – HOLD YOU IN MY ARMS –

    
 

I CALL THIS VIDEO "A VOICE IN MY HEART" FOR THIS REASON:  RAY LAMONTAGNE’S VOICE  REMINDS THE VOICE OF THE GREAT SOUL SINGER OTIS REDDING,  A MILESTONE IN WORLD MUSIC STORY. THE VOICE AND STYLE OF THIS SONG  MAKE MY HEART BEAT WITH GREAT EMOTION,  REMINDING OTIS.  SO I GIVE THANKS TO RAY FOR SINGING THE SAME OTIS REDDING WAY:  FROM HEART.

————————————————–

HO CHIAMATO QUESTO VIDEO MUSICALE "UNA VOCE NEL MIO CUORE"  PER UNA RAGIONE: LA BELLISSIMA VOCE DI RAI LAMONTAGNE  MI RICORDA  QUELLA DI UN GRANDE "SOUL SINGER", OTIS REDDING, UNA VERA "PIETRA MILIARE" NELLA STORIA DELLA MUSICA MONDIALE.  LA VOCE E LO STILE DI QUESTA CANZONE FANNO BATTERE IL MIO CUORE PER LA GRANDE EMOZIONE NEL RICORDARMI  DI OTIS REDDING.  PER QUESTO RINGRAZIO RAY E LA SUA VOCE, USATA ALLA STESSA MANIERA DI OTIS: DAL CUORE.

Marghian

VIAGGIO VERSO CIELI LIMPIDI

La vita è bella comunque e a prescindere!

Chi trova un amico trova un tesoro

La vita è il frutto della nostra immaginazione

Pensieri...solo pensieri...

Per alcune persone, i libri fanno la differenza tra felicità e infelicità, speranza e disperazione, una vita degna di essere vissuta e una orribilmente noiosa.Anjali Banerjee♦♦Nel serpente il veleno è nei denti, nella mosca è nel capo, nello scorpione nella coda, nel malvagio in tutto il corpo.

Marghian - Music blog

Just another WordPress.com site

Semprevento's Blog

Amo il vento e tutto ciò che accarezza

Cayenna

Essere se stessi contro ogni violenza

la vita va...

Just another WordPress.com site

MALI & LINO

Just another WordPress.com site

~ A l b a ~

camminando insieme a voi.....

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: